Di Vito (SìAmoLucca): ‘Incontro pubblico per discutere della viabilità di San Filippo e Arancio’

Di Vito (SìAmoLucca): ‘Incontro pubblico per discutere della viabilità di San Filippo e Arancio’

LUCCA – «Un incontro pubblico per le frazioni di San Filippo e dell’Arancio, in modo da dar voce alla cittadinanza (residenti e commercianti) per fare un primo punto sulla sperimentazione della viabilità”e infine chiarire verso  quale direzione si vuole andare: serve condivisione con i due quartieri». Lo sostiene il consigliere comunale di SìAmoLucca, Alessandro Di Vito.

 

«Le due aree in questi giorni sono messe a dura prova  per la modificata viabilità a senso unico di via di Tiglio – continua Di Vito -.   E’ vero, come sostiene l’assessore, che la sperimentazione  voluta dall’amministrazione ha bisogno di  tempo per essere verificata, ma alcune criticità  avanzate dai cittadini prima di partire sono cadute nel vuoto.  Ed allora, in corso d’opera è stato disposto un correttivo alla fine della strada di via Via Ingrillini con l’introduzione del   divieto di svolta verso la ferrovia (il cartello è “divieto di transito”); restano, comunque,  disagi con code per chi proviene da Capannori ed è costretto a girare a sinistra in via della Chiesa XXI ( San Filippo); per ritornare in via Ingrillini o andare a San Concordio si deve percorrere o via della Chiesa XXI o Via per San Filippo, strade a doppio senso di marcia, per terminare in un imbuto di stradina che passa sopra il sottopasso; il traffico proveniente da Capannori si trova così ad attraversare una zona definita “residenziale” , con strade a doppio senso di marcia, con auto parcheggiate ai lati e con la presenza di un asilo ; si sta osservando un sovraccarico di traffico sulla via Romana:  infine lunghe code ai passaggi a livello la cui innovazione tecnologica è ferma a 50 anni fa per quanto riguarda i loro tempi di chiusura”. 

 

Di Vito concorda con i i cittadini su una modifica. «Sarebbe utile che Via Fiorentini – Via Carignani ritornassero a doppio senso di marcia, e si dovrebbe rivedere la contorta circolazione tra Via Fiorentini – Via Barsocchini- Via Guidi , Via Bongi e Via Felino Sandei  predisposta alcuni anni fa  per scoraggiare il passaggio via Romana/Via di Tiglio – aggiunge il consigliere comunale di SìAmoLucca -, ma che oggi potrebbe ricreare un circolo stradale tale da consentire  un maggior arrivo di auto e quindi di clienti ai commercianti della zona che  non possono essere più raggiunti da coloro che provenivano  da  Santa Margherita e Capannori. Siamo Lucca rimane un interdetta sulla sperimentazione, considerato che la cittadinanza è stata colta in un momento di “relax” e disattenzione, e non è stato fatto quel percorso  di partecipazione che doveva esserci: addirittura i negozianti hanno appreso dei lavori Geal  solo con l’apposizione dei cartelli stradali».

1 commento

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

1 Commento

  • Marius
    12 agosto 2018, 11:06

    Vorrei ricordare che diamo in una democrazia rappresentativa r non in una democrazia diretta. Questo significa che chi è stato eletto prende delle decisioni e poi me risponde al turno elettorale successivo. Non si può stare a sentire il parere degli abitanti per qualunque cosa anche perché c’è sempre poi qualcuno che non viene "accontentato".
    Invece di stare a fare il condor sulla sponda del letto Lei DiVito che cosa propone concretamente per questa situazione dell’arancio e di S. Filippo?
    Non faccia come per la scuola di via S. Nicolao dove ha fatto una figura barbina!!!

    RISPONDI

.

Newsletter