Al via bandi per operatori dei Centri impiego, Baccelli (Pd): “Detto fatto: avanti con stabilizzazione precari per rafforzare politiche attive del lavoro”

Al via bandi per operatori dei Centri impiego, Baccelli (Pd): “Detto fatto: avanti con stabilizzazione precari per rafforzare politiche attive del lavoro”

TOSCANA – Saranno assunti a tempo indeterminato e, nella selezione, si terrà conto dell’esperienza già maturata all’interno dei centri per l’impiego della Toscana. Così, di qui al 2021, entreranno stabilmente alle dipendenze dell’Agenzia regionale per il lavoro (ARTI), 700 nuovi operatori che andranno a rafforzare il sistema dei centri per l’impiego. Sono online i quattro bandi di concorso della Regione Toscana e sarà possibile fare domanda da qui al 16 agosto – http://www.regione.toscana.it/bancadati/BURT/Contenuto.xml?id=35566 . Soddisfatto Stefano Baccelli, consigliere regionale Pd.

 

 

<<Creare le condizioni per stabilizzare quelle professionalità e quel personale che manda avanti da tempo i nostri centri per l’ impiego: lo avevamo chiesto con una risoluzione e ecco che si passa come auspicato dalle parole ai fatti – fa presente Baccelli –. Un percorso ben intrapreso quello di dare linfa alle politiche attive per il lavoro con personale che sappia metterle in atto nel modo migliore: quindi valorizzazione di tutte quelle persone che hanno alle spalle l’esperienza giusta ed indispensabile per continuare a svolgere questo cruciale servizio a cui si aggiungeranno nuove assunzioni. La direzione è la stessa di quella prevista dalla proposta di risoluzione che abbiamo approvato in Consiglio regionale, volta alla “stabilizzazione” delle indispensabili professionalità maturate. Ora nuovi concorsi, in cui si terrà di conto proprio dell’esperienza maturata. Non posso che approvare la strada scelta dalla Regione è Toscana, che con assunzioni a tempo indeterminato, va a rafforzare in modo stabile le strutture dell’Agenzia Regionale Toscana per l’impiego. Anche e soprattutto con le professionalità migliori si rende più efficace l’incontro tra domanda e offerta e soprattutto usciamo dalla logica paradossale per cui chi aiuta a trovare lavoro lo fa in condizioni di precarietà>>.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com