A Castelnuovo, giovedì va in scena “Forte come un giunco”

A Castelnuovo, giovedì va in scena “Forte come un giunco”

CASTELNUOVO GARFAGNANA – Serata di teatro all’Alfieri di Castelnuovo, giovedì 8 marzo, in occasione della Festa della Donna. Alle 21,30 la storica Compagnia Teatrale “Papalagi” presenterà la sua nuova creazione teatrale, “Forte come un giunco – abbiamo tutte la stessa storia”, per la regia di Satyamo Hernandez. La performance, che verrà presentata ad ingresso libero, nasce da riflessioni sulla donna e il suo difficile viaggio intorno all’uomo e se stessa.

 

La compagnia, nata nel 1996 nel Centro Diurno Tuiavii di Tiavea di Fornaci di Barga, è una costola importante dell’associazione culturale e di promozione sociale A.E.D.O. (Arte, Espressività e Discipline Olistiche) che lavora da tempo in stretta collaborazione con il Centro Salute Mentale Valle del Serchio ASL Toscana Nordovest, diretto dal dott. Mario Betti.

 

L’associazione porta avanti gruppi di “counselling artistico” o “arteterapia”, una pratica che si è sviluppata gradualmente già dagli anni quaranta in poi.

 

Attraverso il teatro, la musica, la Biodanza e percorsi di consapevolezza corporea come l’Entomia, l’Associazione AEDO lavora con persone affette da disturbi psichici, nonché con persone che cercano di conoscersi meglio, studenti e professionisti della sanità e della scuola pubblica.

 

L’arte è da tempo considerata una forma di comunicazione importante che riesce ad arrivare dove a volte la parola fallisce. Già in antica Grecia Ippocrate parla dell’ “arte della recitazione” in funzione terapeutica. Lo stesso Freud afferma che l’artista trasforma le sue fantasie in creazione artistica invece che in sintomi, divenendo così il prodotto artistico uno specchio del mondo interno del soggetto.

 

Scrisse William Shakespeare agli uomini del suo tempo e ahimè, nonostante i secoli passati, la frase conserva tutta la sua attualità: “Per tutte le violenze consumate su di Lei, per tutte le umiliazioni che ha subito, per il suo corpo che avete sfruttato, per la sua intelligenza che avete calpestato, per l’ignoranza in cui l’avete lasciata, per la libertà che le avete negato, per la bocca che le avete tappato, per le ali che le avete tagliato, per tutto questo: in piedi Signori, davanti a una Donna!”.

 

Ma forse l’esortazione fatta alle donne da Marilyn Monroe colpisce ancora di più: ”C’è un momento in cui devi decidere: o sei la principessa che aspetta di essere salvata o sei la guerriera che si salva da sé”.

 

“Forte come un giunco” esplora e interpreta alcuni racconti di violenza e ordinaria impunità, creando un potente mosaico di testi, articoli, citazioni, monologhi e scene prese da fonti diverse, ad esempio Franca Rame, o da vittime di violenza e giornalisti sensibili, oltre che dal gruppo stesso. La triste realtà è che le violenze e le ingiustizie perpetrate alle donne si ripetono quotidianamente ed accadono ovunque. Senza una nuova consapevolezza le storie rimarranno sempre le stesse.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com