Musica ritrovata: grande evento Animando all’interno della Rassegna il Settecento musicale a Lucca

Musica ritrovata: grande evento Animando all’interno della Rassegna il Settecento musicale a Lucca

LUCCA – Dopo il grande successo della “Sacra rappresentazione” nel Venerdì Santo in S. Frediano, Animando riprende il filo dei suoi concerti entro la Rassegna sul Settecento musicale a Lucca e prepara per il 30 aprile (Chiesa dei Servi, ore 21.15) un evento eccezionale – per contenuti musicali e interpreti.

Giuseppe Tartini, nato nelle terre istriane dominate da Venezia, uno dei musicisti più importanti del Settecento italiano ed europeo, sarà protagonista con la “Sinfonia in La maggiore” C 538, eseguita dall’Ensemble Nuove Assonanze diretto da Alan Freiles, che valorizzerà la partitura con i suoi allegri cromatismi e le sue patetiche melodie.

Il centro della serata ruota però attorno ad un importante “ritrovamento”: il “Concerto in Sol maggiore per violino e orchestra” (1908) del musicista istriano Antonio Illersberg, compositore nato (1882) e cresciuto nell’Impero Austro-ungarico, che nella sua vita musicale ha incrociato maestri come Mahler, Respighi, Dallapiccola. La partitura del Concerto si era perduta e, per interessamento del musicofilo e musicologo Gianluca La Villa (sponsor della serata), è stata ricostruita recentemente, sulla base di uno spartito autografo per violino e piano e di una esecuzione e registrazione RAI del 1953. La ricostruzione è opera del M° Adriano Martinolli d’Arcy, che ne dirige proprio a Lucca la prima esecuzione del nostro tempo. Chi l’ha ascoltata, afferma che si tratta di una composizione bellissima. Gli esecutori sono tutti di grande livello: l’orchestra Nuove Assonanze, in un organico opportunamente allargato; lo stesso M° Martinolli D’Arcy, forte dei successi in direzione di orchestra acquisiti in molte capitali europee (da Londra a Vienna, a Lisbona …); infine il violino solista di Laura Bortolotto, classe 1995, che, diplomata a 14 anni, ha collezionato premi e medaglie d’oro in Italia e all’estero, in particolare in Germania. L’eccezionalità dell’evento è suffragata dalla presenza di una troupe televisiva ungherese che riprenderà il concerto per poi diffonderlo in Europa. Anche in questa occasione l’ingresso è gratuito, grazie agli sponsor, in particolare la Fondazione CRLucca.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com