Vorno, “Io sono così e basta”, uno spettacolo in ombra e musica sul conflitto col genere

CAPANNORI – Domenica 24 aprile,alle ore 15.30 e in replica alle ore 17, nello SPE – Spazio Performatico ed Espositivo della Tenuta Dello Scompiglio di Vorno (Lucca), si presenta lo spettacolo per ragazzi “Io sono così e basta”, di O Thiasos TeatroNatura, narrazione in ombra e musica dalla parte dei più piccoli. Regia di Sista Bramini. Con Camilla Dell’Agnola, Silvia Giorgi e Carla Taglietti.

L’appuntamento è proposto nell’ambito di “Assemblaggi Provvisori”: una programmazione tematica, ospitata da marzo 2016 alla primavera 2017 negli spazi della Tenuta, con concerti, incontri, installazioni, laboratori, mostre, performance, teatro ragazzi e residenze, incentrata sull’individualità in relazione e/o in conflitto con il genere e più specificamente con l’assenza di causalità e coincidenza tra il sesso biologico, il genere (mascolinità–femminilità) e l’orientamento sessuale.

Fare la lotta, cucinare, arrampicarsi, giocare a carte e mille altre cose. È un maschio o è una femmina? Ma il sesso del protagonista non è così rilevante quanto il desiderio di vivere un’infanzia e una vita fuori dagli schemi. Uno spettacolo di racconti, teatro di figura e musica dal vivo per una riflessione viva e attuale al di fuori delle gabbie di genere. Una narrazione che si propone l’obiettivo di smuovere il punto di vista fortemente condizionato dagli stereotipi, mentre i bambini dovrebbero essere liberi di seguire le loro passioni e inclinazioni… Liberamente ispirato ai racconti: “C’è qualcosa di più noioso che essere una principessa rosa?” di Raquel DíazReguera, “Una bambola per Alberto” di Charlotte Zolotow e “Ettore. L’uomo straordinariamente forte” di Magali Le Huche.

Il Progetto Dello Scompiglio ideato e diretto da Cecilia Bertoni, prende vita nella omonima Tenuta, situata alle porte di Lucca, sulle colline di Vorno; una realtà in cui le attività legate alle arti visive e performatiche negli spazi interni ed esterni e il dialogo e le attività con la terra, con il bosco, con la fauna, con l’elemento architettonico contribuiscono a una ricerca di cultura. Ogni scelta relativa al Progetto è perciò valutata in relazione alla propria sostenibilità ambientale, attraverso forme di interazione e di responsabilità. All’interno della Tenuta Dello Scompiglio, accanto all’Azienda Agricola e alla Cucina Dello Scompiglio, opera l’omonima Associazione Culturale. L’Associazione dal 2007 crea, produce e ospita spettacoli, concerti, mostre, installazioni; realizza residenze di artisti, laboratori, corsi e workshop; organizza e propone itinerari performatici all’aperto, visite guidate, lezioni Metodo Feldenkrais®; gestisce lo Spazio Performatico ed Espositivo (SPE). Una particolare attenzione è dedicata infine alle attività culturali per bambini e ragazzi, con rassegne teatrali, laboratori e campi estivi.

www.delloscompiglio.org

Biglietti adulti: euro 7,00 | bambini 3-12 anni e over 65: euro 5,00. Si consiglia vivamente la prenotazione

Biglietteria SPE: da giovedì a domenica ore 14-18 | 0583 971125 | biglietteria@nulldelloscompiglio.org

Addetta stampa Associazione Culturale Dello Scompiglio

Angelica D’Agliano | 339 8077411 |  0583 971612 | [email protected]delloscompiglio.org

Consulenza Ufficio stampa “Assemblaggi Provvisori” Giovanna Mazzarella | 348 3805201 | giomazzarella@nullgmail.com

3 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

3 Commenti

  • Admin
    22 aprile 2016, 19:30

    ” l’assenza di causalità e coincidenza tra il sesso biologico, il genere (mascolinità–femminilità) e l’orientamento sessuale.”

    Ma siete IMPAZZITI ????
    Qui si vuole INCULCARE ai bambini che il loro sesso (maschio o femmina) non è legato all’orientamento sessuale e quindi possono “scegliere” magari “sperimentando” aspetti comportamentali/sessuali del sesso opposto!!!

    Un ABERRAZIONE!!!!!

    RISPONDI
  • Admin
    22 aprile 2016, 20:26

    Ma aberrazione è maschile o femminile?
    E l’apostrofo quindi ci va o no?
    O si vuole forse ribaltare anche il genere delle parole e applicare la TEORIA GENDER anche alla grammatica?!?!?
    Finirete all’inferno, razza di invertiti

    RISPONDI
  • Admin
    23 aprile 2016, 10:55

    A me fa ridere chi ancora insiste nel dire, con tono da professorone scandalizzato, che la teoria del gender non esiste.

    RISPONDI

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com