Lucchese, con il Santarcangelo è vietato sbagliare

Lucchese, con il Santarcangelo è vietato sbagliare

LUCCA – Due punti in cinque partite, con sette gol subìti e uno solo all’attivo. E’ un momentaccio per la Lucchese, che non vince da un mese e mezzo e sembra in balia degli eventi. Anche per colpa di una società che, a dire il vero, nelle ultime settimane non ha certo brillato per coerenza e capacità di comunicazione.

Baldini, tornato a sorpresa su quella panchina da cui era stato malamente cacciato, ha esordito con una batosta e domani (stadio Porta Elisa, calcio d’inizio 17.30) è chiamato a invertire la rotta e dare segnali di risveglio. Quella col Santarcangelo è la prima di due partite in casa – l’altra sabato 12 con il Rimini – che la Lucchese ha l’obbligo di non fallire. A meno di non voler davvero complicarsi la vita facendosi risucchiare ancora una volta in zona play-out, da dove Lopez era faticosamente riuscito ad uscire.

Ma tant’è. Non è il momento delle recriminazioni né tanto meno di processi sommari. Baldini conosce bene la squadra e dunque può portare in fondo il lavoro. Potendo anche contare, da domani, su un Mingazzini (il centrocampista è stato reintegrato dopo la “purga” a seguito dello scontro con Galli) e un Fanucchi in più.

Per il resto, Baldini non ha scopertole carte. In difesa, Mengoni, dopo la bella prova di Ancona, sembra favorito ancora su Di Masi, mentre è ballottaggio fra Maini e Altobello (Lorenzini è squalificato), con Palomeque a destra e Benvenga a sinistra. In mezzo al campo, accanto a Mingazzini sono in quattro per due maglie: Calcagni, Botta, Monacizzo e Nolè. In attacco, via libera alla coppia Fanucchi-Terrani con uno fra Pozzebon e Maritato nel ruolo di punta centrale.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com