Dopo il servizio di Striscia La Notizia sul degrado del Parco naturale di Migliarino – San Rossore – Massaciuccoli, si scatena la polemica

LUCCA – “Fiumi di parole per difendersi da Striscia La Notizia e neanche una virgola sull’impianto crematorio a Torre del Lago Puccini. Eppure il lago e il padule di Massaciuccoli (che l’Ente Parco definisce nel suo sito “area di rilevante interesse naturalistico”) non distanocentinaia di chilometri dal cimitero della frazione: perché questo silenzio?

Su Canale 5 abbiamo visto immagini reali, di rifiuti e degrado che ci sono da anni, nella zona del campo Rom che è area Parco; e il presidente Fabrizio Manfredi non ha trovato niente di meglio che rifugiarsi in quattro regolamenti, per scaricare la responsabilità su altri e accusare il programma televisivo di “contribuire alla disinformazione e all’ignoranza”.

Ma quanta “non informazione” ha fatto e sta continuando a fare, lui, sul territorio che sarebbe sotto la sua diretta responsabilità? Sul progetto del crematorio, non così lontano dal padule del Massaciuccoli e dai contorni tremendamente indefiniti, quanto a rischio ambientale, il Parco non ha detto una parola. Non ha mostrato un grammo né di quella tempestività messa in campo ora, per stilare la sua lunga e accorata autodifesa, né di quella fermezza con la quale, da anni, impone vincoli e divieti (spesso al limite dell’assurdo) agli esercenti sulla Marina di Torre del Lago. Eppure i rischi ambientali legati alla realizzazione dell’impianto crematorio (anche per l’area Parco) non sono – potenzialmente – inferiori alle criticità del campo Rom e dintorni documentate da Striscia La Notizia.

Il presidente Manfredi non può assumere due pesi e due misure, non può esserci per difendere se stesso ma poi tacere davanti a unquesito (forse, per lui, anche politicamente) scomodo. Che il Parco si occupi solo di tutelare l’ambiente, con atti concreti; intervenga per risolvere le criticità (certe emergenze possono superare leggi e regolamenti, basta volerlo) e per prevenirne di future. E chi, nel Parco, pensa di esserci a fare altro, si dimetta subito”.

Alessandro Santini

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com