Mura: entro il 2016 completati tutti i lavori

LUCCA – Le Mura Urbane, ovvero come un momento, un tempo dedicato alla protezione della città, sia diventato una vera e propria opera d’arte. Con tutte le attenzione che si possono dedicare all’arte. Non si parla, quindi, di recupero tardivo e restauro in zona Cesarini, ma una manutenzione che è stata definita una “conservazione programmata”.

Della serie, non si lasciano andare le Mura fino al famigerato punto di non ritorno ma si mantengono in buona salute attraverso interventi mirati, calcolati e attenti.

Interventi che, in modo forse inedito, hanno visto la partecipazione economica, tecnica e istituzionali di numerosi partner: la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, vero motore dell’operazione, seguita dalla Regione Toscana, da Mibac e, ovviamente, dal Comune di Lucca.

Numerosi gli interventi che dal 2013 hanno interessato il monumento simbolo di Lucca: rifacimento del paramento esterno, realizzazione delle piste ciclabili – includendo anche la nuova rotonda di Porta Elisa –, restauro di Porta Santa Maria e Porta Elisa. Con un impegno economico di grande rilievo: 11 milioni e 150 mila euro dalla FCRL, 800 mila euro dal Mibac, 2,5 milioni di euro dalla Regione Toscana.

Il progetto è quello di chiudere il 2016 con tutti gli interventi completati e con i tempi ci siamo: le ditte coinvolte, infatti, stanno mantenendo gli impegni presi.

Lo stato attuale dei lavori. In questi giorni sono stati aperti tre nuovi cantieri dalla Soprintendenza di Lucca e Massa Carrara per il restauro della cinta muraria da Porta Santa Maria conduce al baluardo San Paolino. Per questo intervento verranno utilizzati gli 800mila euro messi a disposizione dal Ministero.

Intanto i quattro cantieri curati dalla FCRL shanno portato a termine i lavori nel tratto tra Porta Elisa e Porta Santa Maria, avviando anche i lavori per i tre lotti restati – da Porta Elisa a Porta San Pietro. L’impegno economico ammonta a 1 milione e 62 mila euro.

Gli interventi di ripulitura del paramento esterno sono stati testati con un cantiere pilota, aperto nei mesi scorsi tra il baluardo San Paolino e il lato sinistro di Porta San Pietro. I lavori consistono nell’irrorazione con diserbante e rimozione della vegetazione, sistemazione del parapetto, restauro puntuale del paramento con sostituzione dei mattoni mancanti – utilizzando per questo scopo laterizi del tutto simili agli originali – e pulitura degli elementi lapidei e in marmo, come statue e cartigli.

Gli interventi nelle sortite e quelli che riguardano l’illuminazione del paramento sono, invece, a carico della Regione Toscana che ha stanziato 2,5 milioni di euro. Entro Natale saranno aperte le sortite di San Martino e di San Paolino – aperta brevemente durante Lucca Comics & Games. In primavera, invece, sarà ultimata anche la sortita Santa Croce e il percorso che condurrà sulla circonvallazione.

Infine le nuove luci del paramento delle Mura sono già state accese in occasione della Luminara il 14 settembre. Si tratta di 93 corpi illuminanti allineati sugli spalti nel tratto compreso fra Porta Elisa e Porta San Iacopo.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com