Ancora discussioni sul mercato di Via dei Bacchettoni, questa volta da parte di Lega Nord

LUCCA – Lega Nord interviene sulle proposte di spostamento del mercato di Via dei Bacchettoni:

“In vista dell’imminente evento che coinvolgerà tutto il centro storico di Lucca,  l’ormai famoso Comics And Games,  la viabilità subirà delle sostianziali modifiche, al fine di permettere alla manifestazione di svolgersi nel modo più comodo possibile.
A tale scopo, il mercato comunale sito in Via dei Bacchettoni, verrà temporaneamente trasferito nel piazzale Baroni, in Via delle Tagliate.
Se fosse solo una questione temporanea, nessuno solleverebbe problematiche, ma la Commissione riunitasi lo scorso 11 settembre ha ventilato l’ipotesi di un trasferimento definitivo e il 16 settembre è stato annunciato che il trasferimento ci sarà, ma che per ora è solo rimandato.
L’amministrazione comunale sostiene che il mercato è di intralcio alla visita della casa del Boia nei giorni in cui è presente il mercato (mercoledì e sabato mattina) e che invece nel piazzale Baroni ci sarebbe più spazio e meno problematiche.
I commercianti sostengono il contrario, ossia che i turisti, oltre alla casa del Boia, visitano volentieri anche il mercato e che , a causa dei tagli delle navette, molti cittadini sprovvisti di mezzi propri, avrebbero difficoltà a raggiungere una zona così lontana dal centro storico.
Noi siamo vicini alla posizione dei commercianti, che anche oggi hanno raccolto le firme per evitare tale trasferimento.
Il mercato è folkloristico e crediamo che nessun altro posto sia più indicato di una strada che costeggia le meravigliose e imponenti Mura.
Se l’amministrazione comunale vuole riqualificare l’area in cui si trova il piazzale Baroni, può iniziare con la rimozione di roulotte e altri moduli abitativi abusivi che sono lì vicino da anni e che sicuramente non contribuiscono a dare l’immagine che una città come Lucca merita”.

Marcella Maniglia per Lega Nord Lucca

14 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

14 Commenti

  • Admin
    25 ottobre 2015, 14:37

    Il mercato non deve essere oggetto politico, il problema, sono loro, banchi pietosi, poco interessanti, per nulla motivati, e di certo nulla, ripeto NULLA in confronto ai banchi presenti alla fiera di Borgo Giannotti a Settembre, e ben lontano da quelli di PISA, che e fuori citta!.
    perciò, piangi steri, e lamenti, ma di fare un banco come si deve, no. Perciò andate dove volete, ma se i banchi vostri rimangono cosi… potete andare anche in passeggiata a Viareggio a luglio, non ci viene nessuno, se non per solo fare passeggiata, ma comprare. NO GRAZIE!

    Percio Don Baroni. almeno li ci si puo venire senza problemi di sorte di parcheggio e viabilità, se poi fate pure banchi piu interessanti, e magari qualcuno in piu, allora magari la fenice risorge!

    RISPONDI
  • Admin
    25 ottobre 2015, 16:15

    Ci mancava la Lega ad aggiungere qualche perla di rara intelligenza a questa discussione sul mercato…..

    “avrebbero difficoltà a raggiungere una zona così lontana dal centro storico”.

    COSI’ LONTANA DAL CENTRO STORICO?!?!?!?!!?

    MA COSA STATE DICENDO?!?!?!!?

    Fra Piazza San Michele e Via dei Bacchettoni c’è circa 1 km a piedi.

    Indovinate un po’ quanto c’è fra Piazza San Michele e il Piazzale Baroni??? CIRCA 1 KM!!!!!!!!

    MA DI COSA STATE PARLANDO?!?!?!!?!?!??

    RISPONDI
  • Admin
    25 ottobre 2015, 17:45

    fa degli splendidi selfie tra un intervento ed un altro sulla sua pagina mediatica facebok

    bella signora

    RISPONDI
  • Admin
    25 ottobre 2015, 22:49

    credo che la lega abbia ragione specie a mettere in campo tanta bellezza che non guasta mai

    RISPONDI
  • Admin
    26 ottobre 2015, 05:10

    Apprezzabile l’intervento della Maniglia per forma viste le uscite del carroccio lucchese che di solito si contraddistingue soprattutto per la pochezza in fatto di capacità di scrittura.
    Per il resto, ovvero nel merito della questione, il mercato in Via dei Bacchettoni non può stare per motivi di sicurezza e non è possibile in quella sede creare le condizioni di sicurezza necessarie e, onestamente, non ho mai visto così tanti turisti acquistare al mercato vista, ahimè, sia la scarsa qualità sia la scarsa “tipicità” della merce proposta.
    Le distanze da Piazza Don Baroni poi, per chi conosce Lucca, sono scuse ridicole.
    Continuo a pensare che queste siano polemiche sterili fatte solo per raccogliere voti aizzando la gente su questioni inesistenti.
    Aggiungo che se il turismo lucchese deve fare shopping al mercato in Via dei bacchettoni bhè allora meglio che stiano a casa perchè quel turismo di target basso se non bassissimo penso che porti più costi che benefici alla città.
    Da quel che leggo poi credo di essere stato il meno “cattivo” trai commentatori di questo articolo ed è tutto dire…

    RISPONDI
  • Admin
    26 ottobre 2015, 07:19

    Il mercato cosi’ come e’ rompe i coglioni a tutti!
    Sbrigstevi a spostare quelle quattro carcasse di banchi!!!

    RISPONDI
  • Admin
    26 ottobre 2015, 09:40

    Persone nella lega che campano a selfie….ma di contenuti nemmeno l’ombra..

    RISPONDI
  • Admin
    26 ottobre 2015, 10:47

    Maniglia occhio che il piede in due staffe non lo può tenere: se prende i voti degli ambulanti (ma un loro rappresentante forte nel suo partito ce l’hanno già..), perde parte del voto dei residenti.

    Il mercato costringe i residenti, PER BEN 2 VOLTE A SETTIMANA:
    -a una guerra per i parcheggi;
    -a rischiare multe in caso di parcheggio non esattamente nelle strisce (e i vigili urbani le fanno, senza cercare di bilanciare con l’intelligenza una situazione oggettivamente difficile);
    -a vedersi espropriati dei propri eventuali parcheggi privati che affacciano sulla via e dei passi carrabili regolarmente ottenuti;
    -a dover subire un forte inquinamento acustico a causa dei camion della pulizia della strada, con danni anche alle strutture delle case per colpa delle vibrazioni;
    -a trovarsi la spazzatura fin dentro le piante in giardino o nei vasi alle finestre o dentro la cassetta delle lettere;
    -a dover impiegare, tornando a casa all’ora di pranzo, mezz’ora per fare il tratto porta Elisa-quartiere del Bastardo, per via della simultanea presenza dei mercatali e dell’uscita della Carducci (lì nessun vigile chiede ai genitori degli studenti di non bloccare porta Elisa con parcheggi pirateschi);
    -a dover sentire alle sei di mattina i profondi dialoghi di alcuni degli ambulanti, che arrivando ritengono sia normale gridare fra di loro da un lato all’altro di via dei Bacchettoni, senza il minimo rispetto di chi magari sta tornando dal proprio turno di lavoro e si è appena messo a letto.

    A questo aggiungiamo tempi di chiusura della zona sempre più lunghi. Anni fa alle 15 era tutto riaperto, ora si arriva ufficialmente alle 16, ma realmente alle 16.30.
    In giorni di bufera nonostante la strada sia vuota già da prima, nessuno va a rimuovere le transenne in anticipo per drenare il traffico, reso ancora più infernale dalla presenza della pioggia.

    Maniglia, si ripigli.

    RISPONDI
  • Admin
    26 ottobre 2015, 12:35

    analisi perfetta quella di alberto
    nulla da aggiungere!

    RISPONDI
  • Admin
    26 ottobre 2015, 17:48

    io invece cara Maniglia sono vicino a quanto dichiarato da Alberto che ha fatto un’analisi impeccabile della situazione.
    Qualcuno pensi anche a noi residenti..grazie

    RISPONDI
  • Admin
    26 ottobre 2015, 23:03

    ai residenti ci pensano svariati politici e comitati alle periferie non ci pensa nessuno nemmeno un defibrillatore in periferia ma tanto siamo nel bronx

    RISPONDI
  • Admin
    27 ottobre 2015, 11:42

    Immancabile il piagnisteo di chi abita fuori le mura.
    Il mercato è in centro storico, dunque cosa vi riguarda?
    Per i defibrillatori invece è diverso, lì avete ragione.

    RISPONDI
  • Admin
    27 ottobre 2015, 18:57

    Partiamo da A…,intanto per spostare il mercato è obbligatorio cambiare il Regolamento del Commercio su aree pubbliche ed inoltre coinvolgere le apposite commissioni comunali,nonchè una piena e condivisa concertazione con i rappresentatnti delle categorie interessate.

    RISPONDI
  • Admin
    27 ottobre 2015, 23:53

    magari si pagano le tasse anche per la citta’ anche se si abita in periferia o no ?..e non si viene noi al mercato se siamo di periferia??

    RISPONDI

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com