Un piano per le fognature, si mobilita il consiglio comunale

CAPANNORI – Un piano di intervento per estendere dal 2016 la rete fognaria a quei cittadini che ne sono ancora sprovvisti. E’ la richiesta contenuta in un ordine del giorno, presentto dala stessa maggioranz, e votato all’unanimità dal consiglio comunale. Il servizio attualmente copre circa il 65% delle utenze.

E’ stata la stessa capogruppo del Pd Silvana Pisani a illustrare il documento con il quale si chiede che l’amministrazione comunale si faccia interprete, anche attraverso i propri rappresentanti nella società, affinché Acque Spa rafforzi il piano degli interventi sul territorio capannorese sia con estensione di nuove tubature sia con lavori di completamento. La Pisani ha chiesto anche di procedere ad una manutenzione più accurata e continuativa della rete esistente, perché in varie zone si verificano problemi soprattutto in caso di pioggia.

L’assemblea consiliare chiede inoltre all’amministrazione che vengano intensificati i controlli per massimizzare il numero di cittadini residenti nelle aree servite dalle fognature che completino il proprio allaccio e che venga realizzata una campagna di informazione sulla disciplina di allacciamento e sulle agevolazioni esistenti per le fasce più deboli della popolazione verificando anche la possibilità di forme di pagamento rateizzate senza aggravi tariffari.

Ringrazio il consiglio comunale per aver posto l’attenzione su questo argomento – sostiene l’assessore all’ambiente Matteo Francesconi -, perché l’estensione delle reti dei servizi essenziali sul territorio è una priorità della nostra amministrazione in quanto crediamo che sia un diritto per i cittadini potersi allacciare alle reti pubbliche di fognature, acqua e gas. Quindi faremo la nostra parte e solleciteremo la società Acque spa affinché a partire dall’inizio del 2016 vengano programmati e poi messi in cantiere una serie di consistenti lavori di estensione della rete fognaria sul territorio. Al contempo chiediamo che anche i cittadini facciano la loro parte allacciandosi alla rete laddove esiste”.

Sempre in tema di fognature il consiglio comunale ha approvato all’unanimità alcune modifiche al regolamento per il rilascio delle autorizzazioni allo scarico di acque reflue domestiche o ad esse assimilate che recapitano al di fuori della pubblica fognatura nell’ottica della semplificazione e dell’accoglimento delle novità normative regionali e nazionali.

1 commento

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

1 Commento

  • Admin
    22 ottobre 2015, 19:40

    sarebbe l’ora che nel comune ambientalmente modello si mettesse mano alle fognature, che però andrebbero previste
    in modo molto esteso e sarebbeprobabilmente una grande spesa, mentre pare che tutte le attenzioni e tutte le risorse siano già destinate a due o tre frazioni centrali, per farci una mini città, lasciate perdere la mini città, Capannori ha tutt’altra vocazione, chè poi la mini città, con l’accorpamento dei comuni da 280 a 130 già allo studio in Regione sarebbe destinata a diventare un quartiere di Lucca ed il resto del comune non si sa bene da chi e come governato

    RISPONDI

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com