Inaugurata l’ottava isola a scomparsa, raccolta differenziata sale al 66%

LUCCA – Inaugurata stamani la nuova struttura in piazza San Gregorio, nei pressi del Mercato del Carmine: l’ultima opera in programma insieme a quelle già concluse e attivate di via di Piaggia, piazza Varanini e via del Crocifisso. I lavori alla struttura di Piazza San Gregorio hanno interessato anche la risistemazione e la riqualificazione dell’area circostante. Le quattro strutture ultimate si aggiungono a quelle che erano già presenti nel centro storico. Intanto sulle sette isole già attivate è stato implementato il sistema di videosorveglianza che, a breve, sarà installato anche per l’isola appena inaugurata. Come annunciato, un’altra novità che verrà attuata nelle prossime settimane riguarda l’accessibilità di tali strutture: entro fine novembre le 8 isole a scomparsa saranno utilizzabili solo dai titolari di un’utenza ubicata nel centro storico e solo previa lettura della tessera sanitaria. Si ricorda che i residenti del centro possono conferire i rifiuti nella struttura a loro più vicina  senza vincoli di orario.

Le 8 strutture interrate, dislocate in diverse aree della città, forniranno un ulteriore servizio al centro storico che, naturalmente, ha esigenze tutte particolari in relazione all’elevata presenza di attività commerciali e alla sua vocazione turistica; al contempo contribuiranno a migliorare il decoro urbano della città determinando la riduzione dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti.

L’amministrazione, infine, proseguirà il suo programma di estensione del numero di isole con la costruzione di altre due strutture i cui lavori cominceranno nel corso di questo autunno. La prima sorgerà in via Cesare Battisti nei pressi di Palazzo Santini e l’altra nella Corte del Biancone.

Intanto nel Comune di Lucca cresce significativamente la raccolta differenziata. Con i dati aggiornati al 31 luglio e raccolti da Sistema Ambiente si conferma il primato di Lucca tra i Comuni capoluogo della Toscana per percentuale di rifiuti avviati a recupero. Nel nostro territorio la raccolta differenziata si attesta infatti al 66.3%, in netta crescita rispetto al dato registrato all’inizio del mandato del Sindaco Tambellini pari a poco più del 50%. L’aumento è dovuto sostanzialmente all’estensione del sistema della raccolta domiciliare (c.d. porta a porta) che permette di elevare i risultati del servizio.

Questo, tuttavia, non è l’unico dato significativo. Secondo i calcoli di Sistema Ambiente diminuisce nettamente la quantità di rifiuti prodotti nel Comune di Lucca. Si passa dalle 37.650 tonnellate del registrate nel luglio 2012 alle 32.356 dello stesso mese del 2015 con una riduzione di circa il 14%.

Cala in modo drastico, inoltre, anche il quantitativo di rifiuti indifferenziati avviati alla discarica. Si passa da 18.580 tonnellate nel luglio 2012 a 10.899 tonnellate registrate nel luglio 2015, una diminuzione del 41%.

Come detto, infine, sale la raccolta differenziata che passa nel periodo temporale preso in considerazione da 19.070 tonnellate a oltre 21 mila tonnellate di rifiuto avviato a riciclaggio.

Va evidenziato come i dati sopra riportati non tengono conto né della recente estensione della raccolta porta a porta nelle frazioni di Ponte a Moriano e della Brancoleria né – naturalmente – delle estensioni che entro la fine del 2015 porteranno il servizio anche nei territori dell’Oltreserchio (ex circoscrizioni 5 e 6) che consentiranno di coprire l’intero territorio comunale con la modalità domiciliare di raccolta dei rifiuti.

Alla luce di ciò, visti i risultati raggiunti nei singoli territori già serviti – che oscillano tra l’80 e l’85% di raccolta differenziata – è possibile prevedere nell’immediato futuro un ulteriore incremento del dato aggregato che dovrebbe portare la percentuale complessiva ben oltre il 70%.

“Questi dati sono estremamente incoraggianti – commenta l’Assessore all’Ambiente Francesco Raspini – In tema di raccolta differenziata Lucca è il capoluogo più virtuoso della Toscana. Ma tutto questo non basta, possiamo fare ancora di più e meglio. Terminata la fase della progressiva estensione del porta a porta a tutto il territorio comunale, la sfida del 2016 sarà sul miglioramento della qualità. Proseguiremo con le iniziative di sensibilizzazione nelle scuole e nelle frazioni del territorio perché siamo convinti che l’obiettivo di una città veramente sostenibile si possa raggiungere solo con la collaborazione dei cittadini. E’ questo il presupposto fondamentale per raggiungere risultati sempre più lusinghieri”.

4 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

4 Commenti

  • Admin
    19 settembre 2015, 21:15

    Sietema Ambiente E Comune, Sindaco o assessore…. ma quanto siete bravi a spendere soldi in Isole… a che costo????

    ma parliamo un poi di questo articolo, cha ha una 20 ina di domande che cittadini vorrebbero delucidazioni:::

    http://www.loschermo.it/articoli/view/73522

    SISTEMA AMBIENTE HA IL MONOPOLIO per quanti anni ancora??? non se ne puo piu di come spendono e sprecano… e riciclano solo carta? e vetro?..

    RISPONDI
  • Admin
    20 settembre 2015, 15:19

    Sembra una ganzata..a me sembrano solo soldi spesi inutilmente per un’opera irreversibile.

    Collocare cassonetti più idonei (e magari decorati) sarebbe stato molto più semplice e meno costoso.

    RISPONDI
  • Admin
    21 settembre 2015, 07:11

    Purtroppo Sistema ambiente comanda a banchetta tutti con il come spendere ed effettuare eventuale servizio raccolta rifiuti, di certo chi paga non ha voce in capitolo, e tanto meno l’amministrazione comunale, che sembra dal silenzio verso i soprusi di questa ditta, sia incapace di ribellarsi.
    Pertanto SA fa come vuole, isole a costo ? mai detto costo reale, poi a quale beneficio? se il porta a porta e sempre fatto.
    Comunque e’ grave che una ditta abbia il monopolio di fare come pare e piace, di applicare annualmente aumenti, con calo di pulizia evidente. E cosa ancor più grave non dimostra riciclaggio reale, cosa viene riciclato e a che recupero di denaro? Metalli, alluminio etc? NO. Vetro? no. Carta. sembrerebbe di si. ma nessuna prova…. insomma un azienda fuori controllo, con nessuno che li mette in riga, e che gli fa concorrenza, Complimenti Sindaco!!

    E sulla dirigenza di questa azienda, si legge ultimamente voci strane…spero che non siano vere…

    RISPONDI
  • Admin
    22 settembre 2015, 15:13

    Sistema Ambiente si conferma il primato di Lucca tra i Comuni capoluogo della Toscana per percentuale di rifiuti avviati a recupero?????

    Ma che dite? Carta si, ma il resto? Metalli (lattine alluminio etc) non mi risulta?!? Vetro ? Plastica? a me mi sembrata che tra comune e sistema ambiente, e con la compiacenza delle testate varie.. ve la suonate e suonate da soli!!!

    RISPONDI

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com