Devastata la sede Idefix. Torpedo: “Ancora fascisti, ma non sarà l’ennesima vigliaccata a fermarci”

LUCCA, 16 luglio – Non poteva mancare nell’afosa estate lucchese la denuncia di un ‘agguato fascista‘. A far sapere che i locali di proprietà comunale all’interno della scuola media di Sant’Anna assegnati all’associazione Idefix sono stati devastati e ‘griffati’ con svastiche ed altri simboli affini, è il collettivo torpedo attraverso la propria pagina facebook.

Nella notte di mercoledì 15 luglio alcuni ignoti fascisti si sono introdotti all’interno della stanza affidata in gestione all’associazione Idefix sfondando la finestra sul balcone – fanno sapere i ragazzi dei movimenti antagonisti –. Dopo aver imbrattato e distrutto quello che hanno trovato, hanno tentato di appiccare fuoco alla struttura, senza fortunatamente riuscirci.  Lo spazio, situato all’interno della scuola media di Sant’Anna, è un luogo storico dei movimenti lucchesi, e attualmente luogo di ritrovo e aggregazione per i collettivi studenteschi e non solo. Svastiche, offese, scritte sui muri e il furto di bandiere antifasciste ci lasciano pochi dubbi sulla matrice politica dell’infame gesto. Nella struttura di proprietà comunale si ritrovano anche il Gruppo Speleologico Lucchese e il Consorzio Tassisti Lucchesi ed è solo fortuna se l’incendio non si è propagato”. 

Ancora una volta i fascisti, con metodi pseudo mafiosi, cercano di fermare chi in questa città pratica autoorganizzazione e lotta per far fronte alla crisi sul territorio – conclude la nota, corredata da numerose foto che documentano i vandalismi e riguardo al quale Torpedo fa sapere che produrrà una relazione più dettagliata dei fatti –. Questo è difatti l’ennesimo tentativo che corona un clima di tensione fatto di agguati, minacce personali e scritte intimidatorie. Non sarà l’ennesima vigliaccata a fermarci”.

20 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

20 Commenti

  • Admin
    16 luglio 2015, 21:50

    Per l’amor di Dio, il gesto è da condannare chiunque sia stato,ma mi chiedo: chi è che vi scrive i comunicati stampa??

    Ragazzi siamo nel 2015 non nel ventennio fascista,ma la studiate storia a scuola? o ci andate solo per far casino?

    Che poi vorrei sapere ma alla vostra età, è possibile che vi appassioni la fantapolitica che sostenete?
    io penserei un po di più alla t**a invece che a lenin o mussolini…

    però fate voi…

    RISPONDI
  • Admin
    17 luglio 2015, 00:11

    avrei dovuto firmarmi forse marinus van der Lubbe.
    E questi vengono da voi di torpedo, che sai siete di un’importanza politica strabiliante, e fanno la bravata tipo la notte dei lunghi coltelli, disegnano svastiche, sieg heil a tutto andare e intanto si rinfocola lo spettro nazifascista che poi – e scusatemi la sintassi fantozziana ma è voluta – questi sono così cretini che farebbero praticamente prima a venirvi a picchiare direttamente visto che poi ci mettono la firma a suon di svastiche appunto, fasci littori, aquile mono e bicipiti.
    Ovviamente attaccano quando nessuno è presente. ovviamente distruggono SOLO i vostri ambienti, ovviamente si preoccupano di mantenere l’anonimato (eh si, a suon di scritte sui muri e roba varia). Peccato poi non sfilino per via delle chiavi d’oro o via dell’anguillara colle fiaccole, i labari, le camicie brune e i canti di guerra del reich,
    Sapete che cosa penso, e mi vanto di essere un complottista, mi sa che avete imparato proprio dai nazisti ch presero un biscarone olanse (van der Lubbe appunnto) edal niente dissero che il Reichstag lo aveva bruciato lui, appiccando l’incendio, e lui sapeva na mazza ma venne incolpato.
    C’avete le vostre beghette tra briai, vi scazzate per motivi che niente hanno a che vedere con Stalin, Hitler e roba varia (gente che se ci fosse stata mandava in Siberia o a Treblinka sia quelli come voi che quelli che vi vengono ad insultare in nome del duce)e fate a schiaffi mettendoci di mezzo la politica.
    Signori, non ci si crede. Mi sa di burletta e oltretutto fatta male. Tanto per rinfocolare lo spettro della destra cattiva ed ultraviolenta che deve essere a tutti i costi fermata, magari specie quando parla troppo e troppo male di mutuo sociale, di espropri proletari (cose vostre, vero?) e di ricchi che affamano i poveri. Tutta roba che dovreste sbandierare guarda caso voi, che invece passate il tempo a filosofeggiare, a fare espropri s ma per fare festine e centri sociali dove farvi i cazzi vostri alle spalle nostre (poi se lo facevano i neri, di ottenere una sala in concessione onerosa dal comune per una conferenza, dagli al fascista…). Spiacente alla vostra sinistra, molto cavia gauche che ruba ai poveri per rimpinzare i ricchi, non ci crediamo più. Come non crediamo più agli atti vandalici dei nazisti di turno che vengono a mettere a rischio la democrazia e la liberà. Peccato che non ci siano davvero, forse dopo due sane MANATE (ma niente di più di quelle: aborrisco la violenza anche se verso gli stupidi serve) andreste a lavorare. O sotto le gonne di mammà sessantottina che vi accompagna in consiglio comunale a parlare e sbecerare contro il compagno Tambellini che manco vi caca di striscio.
    Mi fate e ci fate profonda pena. e non rispndetemi che siete voi l’argine alla barbarie nazifascista che sta risorgendo perchè, davanti a gente come voi, vuota, ricca ed arrogante, potrei forse anche pensare di preferirli. Almeno so chi sono.

    RISPONDI
  • Admin
    17 luglio 2015, 00:18

    Commovente, davvero commovente: spassosissima il passo sul “furto delle bandiere antifasciste”, ed inevitabile quello sull’incendio che miracolosamente non si è propagato.

    Però non siete nemmeno furbi, giovani compagni di Idefix (???): la sceneggiata dovevate proprio metterla su nei giorni del grande caldo, quando la gente è già mezza in vacanza?

    Non esistono più la “disinformatija” e la “maskirovka” di una volta.

    RISPONDI
  • Admin
    17 luglio 2015, 00:34

    potrebbe essere stato chiunque e pe sviare fa la svastica oltretutto color rosso..magari qualcuno che difendete tanto e abita nei dintorni

    RISPONDI
  • Admin
    17 luglio 2015, 01:45

    alla loro età, come alla mia e sempre: antifascista!!!

    RISPONDI
  • Admin
    17 luglio 2015, 03:01

    Mi sfugge in tutto cio un particolare..non prima di condannare un simile gesto chiunque essi sia stato…ma tutti questi spazi vengono concessi a tutte le associazioni politico culturali siano esse di destra come di sinistra o come son soliti fare i soliti noti sono frutto di concessioni di una giunta comunale compiacente ?? Ce sempre la possibilità di affittarsi uno spazio in cui fare tuttalala propaganda politica che si vuole senza occupare spazi che dovrebbero essere della collettività tutta…

    RISPONDI
  • Admin
    17 luglio 2015, 10:47

    forse qualcuno non ha notato (volutamente) un altro aspetto dell’episodio. Questi locali di proprietà PUBBLICA vengono dati GRATUITAMENTE ad associazioni sinistre che propagandano idee tipo “DISSOCIAMOCI DALLE FORZE ARMATE” Praticamente un ente PUBBLICO quale il comune FAVORISCE chi vorrebbe veder sparire Istituzioni come le Forze Armate che sono a PRESIDIO della LIBERTA’ e DEMOCRAZIA di una nazione. C’è una grande contraddizione in questo oppure una grande malafede! Vedetela come vi pare. Del gesto in se non commento perchè c’è poco da commentare. Ma se non fosse successo questo episodio non avrei saputo cosa questi individui fanno all’interno di locali che sono pagati anche da me!!! Invito pertanto il sindaco ad intervenire e controllare che quello che viene fatto non contrasti con i principi democratici. E se qualcuno mi viene a dire che dire quelle cose è espressione di libertà e democrazia allora il Comune ha il dovere di concedere gli stessi spazi anche a chi non la pensa come questi sinistri!

    RISPONDI
  • Admin
    17 luglio 2015, 13:40

    @kiro e Paolo
    L’associazione IDEFIX sono 18 anni che gestisce quello spazio e che paga regolarmente l’affitto al comune di Lucca. Siete pregati di informarvi prima di parlare.

    RISPONDI
  • Admin
    17 luglio 2015, 13:58

    veramente ricordo di una CASERMETTA delle MURA (di valore, prestigio e posizione ben diversa da una stanzetta della scuola media carlo del prete in condivisione con altre due associazioni) data ad USO ESCLUSIVO e gratuito di CASA POUND !!!!
    o mi sbaglio ?????
    è facile fare discorsi a bischero….

    RISPONDI
  • Admin
    17 luglio 2015, 14:38

    be avete le telecamere se le avete guardate i filmati. e comunque contro le forze dell’ordine che cercano di fare senza mezzi il possibile e l’impossibile e andarli contro è da puri celebrolesi

    RISPONDI
  • Admin
    17 luglio 2015, 14:45

    PER IL MODERATORE: HO ELIMINATO I NOMI DEGLI INFELICI… SPERO CHE COSÌ VADA BENE.

    Tanto per iniziare vorrei ricordare, a tutti che i suddetti locali sono stati concessi in tempi non sospetti (giunta fazzi…), che non sono concessi gratuitamente ma viene pagato un regolare affitto e che bisogna informarsi prima di scrivere cavolate come quelle qui espresse da chi, evidentemente onubliato dalla troppa t..a (probabilmente virtuale) pensa che queste mezze tacche fasciste (appoggiate, anche finanziariamente, dai soliti noti, a cui piacerebbe avere il potere di cancellare ogni dissenso: berlusconi, renzi e tutti i nuovi e vecchi amici di licio gelli) abbiano il diritto di esprimere la loro evidente frustrazione e mancanza di cervello con gesti del genere. vorrei inoltre ricordare la recente condanna di tre “brillanti” esponenti dell’intelligenza fascista locale di nuovo espressasi così beceramente(di cui uno probabilmente andato ad ingrossare le fila dei lucchesi nel mondo, insieme al suo mentore e “capo”, ora in ucraina a giocare alla guerra coi soldi di papà, che sì hanno una sede concessa gratuitamente…). Spero che gli antifascisti lucchesi sappiano rispondere uniti e con intelligenza superiore (basta poco) a queste provocazioni. Non un passo indietro.

    RISPONDI
  • Admin
    17 luglio 2015, 15:06

    Io non ce l’ho con voi; ce l’ho con i vostri genitori che vi hanno lasciato ridurvi così. Sia di “destra” che di “sinistra”. Ma perché non andate a giocare a softair così vi sfogate un po’ ?

    RISPONDI
  • Admin
    17 luglio 2015, 15:54

    E se invece fossero stati davvero i soliti noti ? I vandali non danneggiano solo una stanza…mica stata una azione da geni…magari un po incazzati per i recenti arresti dei loro amici..come le tante scritte sui muri ultimamente…di liberta’ per i reclusi…

    RISPONDI
  • Admin
    17 luglio 2015, 16:34

    Se pagano affitto possono fate tutta la propaganda che vogliono.
    Il gesto e l atto é vergognoso.

    RISPONDI
  • Admin
    17 luglio 2015, 17:21

    @veramente

    CasaPound Italia Lucca paga la propria sede, di proprietà di un privato, grazie allo sforzo dei suoi militanti e simpatizzanti, e non ha mai chiesto nè ottenuto un centesimo da nessuno.
    Quindi non fare paragoni inappropriati.

    RISPONDI
  • Admin
    17 luglio 2015, 18:00

    A chi giova ?

    RISPONDI
  • Admin
    17 luglio 2015, 18:08

    @manara:semplicemente impeccabile.Condivido tutto e non aggiungo nulla perchè il tuo commento é semplicemente perfetto

    RISPONDI
  • Admin
    17 luglio 2015, 20:40

    @ATTILIO

    Ma se prendete anche i soldi del 5 per mille per “l’isola delle tartarughe”!!! (pubblicità enorme sul vostro sito)

    Voi che date lezione di legalità e prendete soldi come onlus quando siete una costola di forza italia.

    Casapound è solo la facciata pseudo-sociale di Marcello dell’Utri (condannato per mafia e vostro caro amico) e amici, che ruba idee al movimento autonomo (occupazione di case, mutuo sociale etc.) e le porta avanti con chiaro intento elettorale e con l’appoggio di amministrazioni comunali compiacenti e colluse con la mafia (vedi roma ma non solo)!

    Ma mi faccia il piacere!!!

    RISPONDI
  • Admin
    17 luglio 2015, 21:49

    bene. idefix allora rispondi a queste domande: a quanto ammonta l’affitto? chi tira fuori i soldi per pagarlo. non è che lo paga l’associazione che a sua volta riceve finanziamenti pubblici?? Secondo me tra quella svastica e quel cartello “dissociamoci dalle forze armate!” non so quale sia ad imbrattare il muro e quale no! Se la giocano credo.

    RISPONDI
  • Admin
    18 luglio 2015, 18:46

    @il vichingo

    La proporrò per un T.S.O.
    Perché in base alle cose che afferma credo proprio se ne ravvisino gli estremi.
    Tralasciando il fatto che CPI porta avanti anche associazioni di volontariato e come ogni onlus ha diritto al 5×1000.

    Nel frattempo il sig. Veramente non mi ha detto niente sulla casermetta che egli sostiene essere data ad uso esclusivo di CasaPound.
    Chiacchiere come al solito.

    RISPONDI

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com