Volley: anno memorabile per le lucchesi, grandi risultati e soddifazioni importanti

Lucca, 13 maggio – Si conclude la regular season dei campionati pallavolistici nazionali e regionali. Lucca vanta ottimi risultati in generale, con una sola retrocessa su otto squadre in 3 diversi campionati: da elogiare in particolare la Nottolini, che mantiene la categoria piazzandosi settima in B1, la Pantera che è stata ammessa ai play-off per la B1 e che quindi non può ancora festeggiare in grande stile, e l’Oasi Volley, promossa direttamente e con netto anticipo in serie C. Ecco ora un quadro completo dei frutti ottenuti dalle rappresentanti della piana.

La Dì Lucca Nottolini ha fatto un gran bel regalo di arrivederci ai fedeli tifosi che l’hanno sostenuta per tutto il campionato, dall’esordio traballante in un campionato nazionale come quello di B1 al raggiungimento della salvezza proprio in questa stagione (a discapito di malelingue e incidenti di percorso) e oltre, in queste ultime giornate dove nulla è stato lasciato scorrere, nessun punto è stato dato per scontato. La vittoria casalinga per 3 a 2 (23/25; 25/17; 25/22; 18/25; 15/13) sul Volley Ro sottolinea ancora una volta l’inespugnabilità del fortino capannorese PalaPiaggia, vero rifugio e luogo di pace per le giocatrici e per tutta la società: Baroni, che come è stato appena annunciato cederà il posto di presidente a Paolo Gradi, può allontanarsi (solo leggermente) con più serenità dalla sua “bambina”, con la consapevolezza che essa è ormai in grado di camminare, e camminare a testa alta.

Cammino a testa alta che prosegue per la Pantera Lucca Volley, che in casa della Polisportiva Elba ha conquistato la vittoria per 1 a 3 (25/19; 22/25; 17/25; 15/25), giunta a conclusione di una parte di percorso che ha superato le aspettative. Il proposito iniziale era mantenere la squadra nel campionato regionale di C per Lapiccirella, ma il coach e il suo team non si sono accontentati della salvezza matematica e sono riusciti, con un finale di stagione privo di errori, a conquistare l’accesso ai play-off che inizieranno proprio nel prossimo fine settimana: la prima delle sfide per continuare a sognare verrà giocata in terra lucchese, contro un Campi Bisenzio giunto terzo nel girone B, con punteggi decisamente elevati. La Pantera è l’unica delle locali che ancora non può concedersi vacanza, con la speranza di un riconoscimento più alto e già l’orgoglio di chi ha superato i propri obiettivi.

Obiettivo felicemente raggiunto anche dalla Delta Luk, che con una onorevole sconfitta da parte della capolista indiscussa Maxitracce Bellaria per 1 a 3 () può permettersi di festeggiare la salvezza, matematicamente conquistata con una giornata di anticipo. La giovanissima squadra di Orti, quasi interamente composta dalle ragazze impegnate nel prossimo futuro nelle semifinali di U18, dopo un girone di andata deludente e lontano dalle aspettative ha recuperato la fiducia della società e dei tifosi, mostrando un gioco degno della categoria e degno del lavoro svolto fin’ora. Adesso l’attenzione è al vivaio della Delta, impegnato per tutta l’estate anche in tornei di livello, sempre con il fine di far crescere le ragazze sia dal punto di vista pallavolistico che umano.

Conclusione amara invece per la Pallavolo Versilia, che pur vincente sul VBC Pontedera, sesto in classifica, retrocede senza possibilità d’appello. La squadra di Chierroni ha avuto fin dall’inizio del campionato un andamento decisamente instabile ed è finita per perdere punti importanti: lungi dall’idea di additare questa o quella partita come “funesta”, il percorso delle versiliesi è stato troppo discontinuo per riuscire a perseguire il progetto della salvezza. Sicuramente le scuse possono essere molteplici e le motivazioni ancora di più, tuttavia resta l’amarezza per un anno impegnativo che non ha dato i suoi frutti solo per un punto e una manciata di errori.

Solo gioie al contrario per la serie D, che chiude la stagione con tutte le compagini soddisfatte.

In primis l’Oasi Volley, promossa in C da diverse giornate, che ha oltretutto concluso con la vittoria del derby per 1 a 3 (20/25; 16/25; 25/18; 19/25) contro l’Asd Discobolo. Entrambe le squadre erano sicure del proprio destino, le padrone di casa salve per una manciata di punti e le ospiti capoliste indiscusse. Questo non ha impedito, anzi ha aumentato, la voglia di fare buon gioco delle ragazze, che hanno mostrato al pubblico di casa l’atto finale di un bellissimo spettacolo teatrale. Spettacolo conclusivo anche per la Pallavolo Garfagnana, che pur sconfitta dall’Elsasport in casa per 1 a 3 (28/30; 25/20; 16/25; 10/25) si guadagna la salvezza per un punticino, recuperato chissà dove. Anche il girone B di questo campionato regionale vede la gioia lucchese, espressa dalla salvezza all’ultimo minuto guadagnata dall’Olympic System: il punto racimolato all’ultima giornata dalle ragazze di Tomei contro la Kemas Fucecchio le fa “volare” al decimo posto, al sicuro da eventuali sorprese dell’Aghinolfi, che chiude a parimerito ma con una vittoria in meno.

Ciò che salta all’occhio è la varietà delle nostre esponenti, che fin dall’inizio si sono contraddistinte per gioco, obiettivi e organico. E’ tuttavia da sottolineare ed apprezzare la grande quantità di giovani “autoctone” coinvolte nei grandi progetti sportivi locali, che di conseguenza vengono apprezzati e seguiti con più passione e interesse da un pubblico sempre più ampio. Una conquista degna di nota, vista la decadenza vissuta dalla pallavolo lucchese negli ultimi dieci anni: una ripresa di visibilità e di attenzione che deve perdurare, all’insegna del gioco sano e della crescita delle squadre, ma prima ancora delle giocatrici come future donne.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com