Fratelli d’Italia in visita al campo nomadi di via della Scogliera: “Serve un censimento, ci sono cento residenze fantasma”

LUCCA, 9 marzo – Dopo la visita al campo nomadi alle Tagliate, Fratelli d’Italia si è recata al campo rom di via della Scogliera. “Subito un censimento all’interno del campo Rom e Sinti di via della Scogliera e un confronto con i dati in possesso all’anagrafe. Pare che il Comune abbia concesso un centinaio di residenze a Rom che lì non si sono mai visti. Se un cittadino normale cambia la residenza vanno i vigili a casa a controllare, perché non funziona così anche per i Rom?  Dove vivono realmente i Rom che al Comune risultano stare in via della Scogliera?“.

E’ quanto chiede il capogruppo di Fratelli d’Italia e candidato a governatore Giovanni Donzelli, che questa mattina ha effettuato un sopralluogo nell’insediamento abusivo insieme alla consigliera regionale Marina Staccioli e agli esponenti locali del partito. “In via della Scogliera abbiamo trovato una situazione sensibilmente diversa da quella che avevamo riscontrato pochi giorni prima al campo di via delle Tagliate, sempre a Lucca, dove erano presenti baracche, degrado e rifiuti bruciati o scaricati nei corsi d’acqua con grave rischio per la salute dei cittadini. Parlando con i Sinti del campo ci è stato raccontato che loro tengono pulito e controllato il proprio campo perché sono italiani e a differenza dei Rom stranieri loro tengono alla pulizia e il decoro”.

Fratelli d’Italia

Leggi anche:

Santi Guerrieri (Fratelli d’Italia): “Il sindaco deve chiudere i campi nomadi”

@loschermo

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com