Lo Sicco e Forte spingono la Lucchese alla vittoria in rimonta sul Pro Piacenza

LUCCA, 6 gennaio – Incredibile rimonta della Lucchese che vince per 3 a 2 dopo aver chiuso il primo tempo sotto di due gol. Doppietta di Lo Sicco e gol del neo arrivato Forte così la Pantera ha risposto alla iniziale doppietta di Alessandro, vero e proprio tormento per la difesa rossonera. E’ stata una partita dai due volti, con un primo tempo che ha visto una Lucchese poco concreta e molto disattenta, mentre nella ripresa i rossoneri hanno tirato fuori unghie e artigli. Una vittoria figlia della determinazione della squadra e di mister Galderisi che ha prima schierato una formazione sbilanciata con Calcagni in grande difficoltà fisica, e poi è stato bravissimo a rimediare e rischiare il tutto per tutto vincendo con quattro attaccanti in campo per oltre mezz’ora. Vittoria fondamentale per la classifica rossonera, e che potrebbe essere la svolta del campionato della Lucchese. 

La Gara:
Galderisi schiera Calcagni, in dubbio fino alla mattina, a destra, in campo non ci sono né Pizza né Forte, i due nuovi arrivi, ma c’è Strizzolo tra i tre tornanti al posto di Boilini. Mister Franzini schiera dal primo minuto il nuovo arrivato Alessandro e la mossa si rivelerà decisiva.

La Lucchese parte bene e al quinto va vicinissimo al gol del vantaggio collezionando tre occasioni in tre minuti due con Raicevic che prima di testa chiama alla parata in corner Alfonso, poi in rovesciata manda alto. La terza è firmata da un colpo di testa di Lo Sicco, che finisce a lato. Il Pro Piacenza dopo dieci minuti nella propria area non si scompone e inizia ad attaccare sulla propria fascia sinistra, dove il debilitato Calcagni soffre la velocità di Alessandro. Al 10′ è proprio Alessandro ad entrare in area affrontare Calcagni ed andare giù, ma per il signor Zanonato non è rigore. Il gol però è rimandato solo di due minuti, al 12′ infatti Calistri sbaglia un disimpegno, Matteassi ne approffitta e pesca Alessandro che in diagonale fulmina Di Masi.
La Lucchese incassa il colpo, ma non molla la presa, purtroppo però in fase realizzativa mancano idee e nonostante molti cross in area, le azioni più pericolose sono una rovesciata di Lo Sicco su sponda di Strizzolo al 19′ e un tiro da fuori dello stesso numero 10 rossonero al 22′. Poi c’è una sortita degli ospiti con il solito Alessandro che entra in area salta in velocità Calcagni e mette al centro, ma Speziale non arriva all’appuntamento. Al 45′ arriva la doccia fredda: il Pro Piacenza raddoppia ancora con Alessandro, che sfrutta al meglio un contropiede dalla sinistra lanciato da Silva, entra in area e trafigge un Di Masi incolpevole.

In avvio di ripresa la Lucchese preme e cerca il gol per riaprire la partita e al 12′ in contropiede viene subito premiata: lungo lancio di Di Masi, Ferretti di prima gira per l’inserimento del numero 10 rossonero che al limite dell’area supera Alfonso in uscita con un pregevole pallonetto che vale l’1 a 2. Galderisi allora inserisce Forte al posto di Calcagni, sposta Espeche in fascia e Mingazzini come centrale difensivo.
Al 17 cross dalla destra di Espeche, stacco imperioso di Forte e Alfonso compie un vero e proprio miracolo. La Lucchese continua a premere e al 22′ è Forte su corner di Lo Sicco insacca il 2 a 2 segnando al debutto. Franzini manda allora in campo Caboni per l’evanescente Speziale. Galderisi toglie Ferretti e inserisce Ferrante al suo posto, mantenendo la trazione anteriore. Il Pro Piacenza prova a mettere fuori la testa con il solito Alessandro, che al 27 in azione personale dalla sinistra evita il recupero di Degeri entra in area e calcia forte, ma il suo tiro esce di un soffio sfiorando il sette alla sinistra di Di Masi. Al 32′ cross di Ferrante, Strizzolo in corsa sul secondo palo calcia ma non trova la porta. Poi è il turno di Lo Sicco al 33′ con un bel tiro da fuori a sfiorare il palo. Al 34′ la Lucchese troverebbe il terzo gol con Raicevic, ma l’assistente Magino ha la bandierina alzata, non convincendo però quasi nessuno a parte il direttore di gara che annulla la rete. Franzini toglie Matteassi per Mella, e poi Alessandro, miglior in campo, per Sane. Nel finale la Lucchese continua ad attaccare, mentre il Pro Piacenza sembra accontentarsi del pari. Ma a 41 direttamente su punizione Lo Sicco calcia sul palo coperto dalla barriera, Alfonso in tuffo pasticcia non trattiene e la palla finise oltre la linea prima di essere recuperata, il Porta Elisa esplode di gioia e la Lucchese dopo 4 pari trova finalmente la vittoria. Nel finale spazio anche per Chianese al posti di Strizzolo, ma non succede più niente.

Il Tabellino:

Lucchese – Pro Piacenza: 3-2
Marcatori: 12′ e 45′ Alessandro, 12’st e 41’st Lo Sicco, 22’st Forte
Lucchese (4-2-3-1): Di Masi; Calcagni (16’st Forte), Espeche, Calistri, Nolè; Degeri, Mingazzini; Ferretti (27’t Ferrante), Lo Sicco, Strizzolo (47’st Chianese); Raicevic. (Casapieri, Risaliti, Dejori, Pizza) Allen: Galderisi
Pro Piaceza: Alfonso; Rieti, Silva, Bini, Castellani; Matteassi (36’st Mella), Marmiroli, Schiavini, Porcini; Alessandro (38’st Sanè), Speziale (22’st Caboni). (Iali, Ignico, Mascolo, Ravasi) Allen: Franzini
Arbittro: sig. Andrea Zanonato di Vicenza
Ammoniti: Silva, Mella
Corner: 9 a 1
Recupero: 2 e 3
Spettatori:1026

Francesco Matteucci

@Loschermo

Lucchese, parla Bacci: “Ho sempre creduto nella vittoria”. I commenti dei due allenatori Galderisi e Franzini

Galli: “Lucchese bella, ed arriveranno altri giocatori, vogliamo far tornare i tifosi allo stadio”

Forte segna al debutto, Lo Sicco ne fa due, Strizzolo cerca di guadagnarsi una maglia, le interviste

9 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

9 Commenti

  • Admin
    7 gennaio 2015, 02:29

    Vittoria utilissima sul piano psicologico. Intanto perché allunga la serie positiva, poi perché le altre fanno punti e perdere avrebbe voluto dire allontanarsi dal gruppo di centro classifica. Incredibile la vittoria del Forlì a Pisa (la situazione del Pisa puzza sempre più di bruciato…casini in vista????).

    Nel primo tempo Alessandro ha fatto la differenza. Nel secondo tempo il Pro Piacenza ha dimostrato la sua pochezza. Comunque gran merito della Lucchese il crederci fino in fondo. Anche la condizione fisica pare buona. D’altro canto la Lucchese la salvezza se la gioca in queste settimane.

    Ora altra partita delicata a Santarcangelo. Importante sarebbe almeno non perdere.

    PS Forte mi è sembrato uno che trova la porta più di quanto non facciano gli altri attaccanti della Lucchese.

    RISPONDI
  • Admin
    7 gennaio 2015, 03:43

    Bello, bello tutto, bella partita, bella rimonta, gran bella tifoseria colorata e partecipe…
    Ma io mi chiedo come mai ogni singola volta che vado al porta elisa devono esserci problemi alle biglietterie, ieri ho aspettato in fila ben 60 minuti, perchè i computer non andavano, per poi ricevere il resto sbagliato da una ragazzina completamente INCOMPETENTE che andrebbe mandata a zappare (per non dire peggio), la quale non contenta di avermi fatto aspettare un’ora in fila, avermi fatto perdere l’inizio della partita ed avermi sbagliato il resto si permette pure di dare del bugiardo così a buffo.
    Come al solito si fanno le cose all’italiana, si vogliono fare i biglietti nominali, ma non funziona un solo computer e in biglietteria ci sono delle persone di un’incompetenza, un’ignoranza ed un’arroganza spiazzante. Si chiude un’intera strada spendendo un sacco di soldi pubblici, creando un sacco di disagi e di tifosi ospiti non ce n’è neanche uno… Assurdo… Solo in italia, solo a lucca! VERGOGNA!

    RISPONDI
  • Admin
    7 gennaio 2015, 18:33

    Interessanti le cose scritte da DANIELE. Va però detto che tutto l’apparato di chiusura strade e il biglietto nominativo sono cose che impongono la Questura (chiusura strade) e la legge (biglietto nominativo). Come scrivo da ANNI si stratta di cose assurde visto il pubblico della terza serie italiana. In terza serie il biglietto andrebbe venduto come in D. Andrebbe poi data facoltà alle questure e agli osservatori vari di disporre il divieto di trasferta e il biglietto nominativo per le gare a rischio (nel caso di quest’anno solo Lucchese Pisa e viceversa). In ogni caso, viste le regole che ci sono, la Lucchese deve attrezzarsi per velocizzare la vendita dei biglietti. Con la situazione attuale è IMPOSSIBILE pretendere che il pubblico torni allo stadio. La maggior parte degli spettatori vuole andare al botteghino 30 min prima dell’evento e comprare il biglietto…. C’è poco da fare! Se non si viene incontro a questa esigenza le partite le continueremo a vedere in 1000 o poco più.

    RISPONDI
  • Admin
    8 gennaio 2015, 01:01

    Bella la rimonta, siamo tutti contenti, ma per favore togliete Raicevic da lì davanti, non si può vedere

    RISPONDI
  • Admin
    8 gennaio 2015, 13:29

    In questa squadra sono da eliminare tassativamente:

    ESPECHE (il secondo gol del piacenza è opera sua, il peggiore della difesa SEMPRE)
    DEGERI (per un pelo Allessandro non fa il terzo)
    RAICEVICH (non si puè vedere, è piu lento di una mummia)
    STRIZZOLO (inutile, non segna mai)
    CHIANESE (giocatore FINITO)

    e ovviamente prendere gente all’altezza!

    RISPONDI
  • Admin
    8 gennaio 2015, 20:46

    @ ROSSONERO

    Concordo totalmente con te per quanto riguarda Espeche, Chianese e anche Raicevic, mentre dissento completamente per quanto riguarda Degeri (a parte la partita con la Pistoiese, che effettivamente ci ha fatto perdere, è sempre stato uno dei migliori) e su Strizzolo (ha giocato fuori ruolo e comunque non è andato affatto male, considerando anche che era dalla 3a giornata che non era titolare, a causa dell’infortunio alla spalla rimediato col Savona: fossi Galli, me lo terrei stretto e lo farei giocare al posto di Raicevic).

    RISPONDI
  • Admin
    9 gennaio 2015, 03:13

    Se la società vuole sopravvivere economicamente, non deve solo comprare, deve anche sfrondare la rosa dalle mezze tacche, i vari Pecchioli ecc. ecc.

    Altrimenti si rischia di fare come il Genoa degli anni passati, con tremila pedatori a contratto.

    RISPONDI
  • Admin
    9 gennaio 2015, 14:07

    @GIBBO

    Degeri non verticalizza mai, gioca sempre in orizzontale, e ogni partita che gioca (anche Espeche) gli scappa sempre qualcuno, che puntualmente ci fa goal, come ho scritto, per un pelo Alessandro non fa il 3-2 su una sua clamorosa topica.

    Per quello che riguarda Strizzolo, avrà giocato bene, ma il suo problema è il solito di tutti gli attaccanti della rosa, non fa goal!!! quindi, a parer mio, lui, Raicevich, Ferrante, Pecchioli, Chianese, Santini, Benedetti, Biasci,
    Santeramo, dovrebbero fare TUTTI le valige e prenderne magari 2 o 3 veramente forti, tra cui un centravanti che sia un VERO realizzatore!

    RISPONDI
  • Admin
    10 gennaio 2015, 06:04

    @Ammonio: È proprio questo che non capisco, capisco blindare le strade, nominare i biglietti, dispiegare le forze dell’ordine in occasione di Lucchese-Pisa, ed ad altre partite a “rischio”. Ma tutte queste, passatemi il termine, “menate” per una partita come quella con il Pro Piacenza dove la curva ospiti era VUOTA, ed anche se ci fosse stato qualcuno non mi risulta ci sia astio o alcunchè tra le due tifoserie, mi sembra solamente una spesa inutile, un inutile disagio per la cittadinanza e per i tifosi ed un ulteriore modo per far “lavorare” gente che sennò si girerebbe i pollici tutto l’anno. L’impressione è questa, poi forse mi sbaglio eh.

    RISPONDI

.

Newsletter