Galderisi si presenta a Lucca “Voglio una Lucchese cattiva e sicura, giocheremo all’attacco”

LUCCA, 18 novembre – La Lucchese ha presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa il nuovo allenatore Giuseppe Galderisi, e il suo secondo Daniele Cavalletto. A Fare le presentazioni è stato il diggì Giovanni Galli che ha descritto come sofferta e a lungo ponderata la decisione di esonerare Guido Pagliuca dall’incarico, ma era necessario, secondo la società rossonera, dare un nuovo indirizzo alla stagione della Lucchese. Galli si è detto amareggiato di dover esonerare un tecnico dopo appena un mese di rapporto di lavoro, ma a pesare, a detta di Galli, oltre naturalmente ai risultati e alla classifica, è stata anche la ferrea volontà di Pagliuca di puntare su un gruppo ristretto dei 31 giocatori in rosa, senza andare mai a cercare altri possibili protagonisti.

Galderisi ha subito messo in chiaro che “ se vogliamo vincere – afferma il tecnico – dobbiamo farlo con molta cattiveria sportiva e con tutti i giocatori disponibili. Occorrerà entusiasmo e cercherò di portarlo nel gruppo entrando però in punta di piedi. Entusiasmo vuol dire anche giocare un calcio propositivo, creare un bel gruppo e valorizzare i giovani, io ho fatto giocare Verratti nel Pescara a 15 anni, quindi tutte le scelte sono aperte.”.

Con Galderisi cambierà qualcosa anche tatticamente: “Sono convinto che la fase offensiva sia un arma importante, e che il calcio sia fatto di semplicità, cercheremo di andare in avanti, tenendo gli attaccanti vicino alla porta avversaria, sul modulo ci sarà da vedere ne ho adottati parecchi in carriera, dal 4-3-2-1 al 4-3-3 o al 3-5-2, l’importante è mettere i giocatori giusti al posto giusto.”.

A chi gli chiede dei numerosi esoneri in carriera risponde così: “Ho allenato anche in grandi piazze dove mi sono tolto qualche soddisfazione con squadre competitive, ho sempre costruito gruppi importanti, solidi e non mi piacciono le persone che vogliono calpestarmi, perchè lavoro sodo. Anche qui a Lucca sono venuto da avversario e le difficoltà che trovai su questo campo dovranno fare da punto di partenza.”

Uno sguardo va inevitabilmente alla prossima sfida col San Marino: “Ai ragazzi chiedo solo di imparare a conoscermi e di giocare sicuri di ciò che fanno, io sono entusiasta di essere qua, voglio farmi apprezzare dallo spogliatoio, dalla società e dalla piazza, ho sempre cercato di dare gioia a chi è venuto allo stadio.”

Infine Galli ha tenuto a precisare che non sono previsti nuovi arrivi fino a che la rosa non sarà ridotta dai 31 elementi attuali al normale numero di 23 o 24 totali, quindi saranno una decina a dover lasciare la pantera. 

La Lucchese inoltre ha fatto sapere a mezzo nota stampa che: “Dopo aver appreso l’entità dell’infortunio capitato al giocatore Alessandro Romeo nel corso della partita Lucchese-Pistoiese di domenica, l’As Lucchese Libertas è profondamente dispiaciuta e, nella certezza che l’incidente sia avvenuto nell’ambito di uno scontro di gioco senza alcuna volontà di far male, esprime la propria vicinanza all’atleta augurandogli di tornare in campo quanto prima.”

La Redazione

@loschermo

2 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

2 Commenti

  • Admin
    19 novembre 2014, 01:00

    Molto bello quanto detto a proposito di Romeo cui faccio un in bocca al lupo..

    RISPONDI
  • Admin
    19 novembre 2014, 20:41

    È la seconda volta in pochi giorni che Galli fa il discorso sui 31 giocatori.
    Visto che nessuno dei presenti in sala stampa riesce a domandarglielo, utilizzo questo sito per suggerirgli che se vuol mandare via qualche esubero, potrebbe cominciare dal mai utilizzato Tommaso Bacci

    RISPONDI

.

Newsletter