La magia di Lucca Comics & Games batte tutti i record con 240 mila presenze

LUCCA, 2 novembre – Numeri impressionanti quelli dell’edizione 2014 di Lucca Comics & Games, il festival internazionale del fumetto, del gioco e dell’illustrazione ha assunto ormai una dimensione stabile che ne fa uno dei grandi eventi mondiali sul tema. 240mila visitatori complessivi nei quattro giorni: 85mila (giovedì e venerdì), 100mila il solo giorno di sabato e infine 55mila nella giornata finale.

Diviso in cinque sezioni principali (Comics, Games, Junior, Music & Cosplay e Movie) il festival da quest’anno ha invaso in modo uniforme il centro storico di Lucca divenuto un unico cuore pulsante. Sono state 26 le aree  coinvolte: aver spostato l’area Japan a San Francesco è stata la mossa vincente che ha permesso una distribuzione più ampia della massa di persone. Il circuito delle mura in questi quattro giorni si è trasformato così in un unico grande anello di cosplayer e visitatori che l’hanno percorso integralmente come una grande ‘circonvallazione’ sopraelevata del centro storico. Sono stati ben 1500 gli iscritti ufficiali alle sfilate del Cosplay ma migliaia sono stati i visitatori che hanno impersonato direttamente i prori eroi di fumetti e cartoon.

Ottima anche la collocazione dell’area Junior al Real Collegio dove si sono riversate migliaia di famiglie e dove grandi a bambini hanno ammirato nell’antica aula magna dell’ex università lucchese fantastiche architetture, interi paesaggi realizzati con i mattoncini più famosi del mondo, mentre una vasta area è stata dedicata a laboratorio di ‘costruzione’ per i bambini. Mille sono gli alunni delle scuole elementari che hanno preso parte alle attività dell’area Junior. Ingrandita l’offerta dell’area Movie con collaborazioni e produzioni importanti che promettono un ulteriore sviluppo di questo settore.

Lucca Comics & Games va vissuta, difficile descriverla, ma i numeri imponenti parlano da soli: oltre 700 stand presenti, 500 eventi principali realizzati nella manifestazione, 1000 gli aspiranti disegnatori che hanno potuto incontrare gli editori, 55.000 i metri quadrati occupati dalla manifestazione, 900 i giornalisti e addetti ai media accreditati.

«Che Lucca quest’anno! – sottolinea il direttore di Lucca Comics & Games Renato Genovese E non mi riferisco solo all’inarrestabile numero dei visitatori che anno dopo anno partecipano. Intendo sottolineare la nostra soddisfazione per l’altissimo gradimento manifestato dai visitatori per il programma che abbiamo messo insieme: ospiti prestigiosi, mostre fantastiche, incontri sempre di alto livello, un entertainment musicale, cinematografico e teatrale seguitissimo e ricco di soddisfazioni e – last but not least – la più completa mostra mercato di fumetti, giochi, videogiochi, letteratura, gadget, video, oltre ai libri illustrati e ai giochi per i più piccoli e per i giovanissimi. Vorrei ringraziarvi tutti e inviarvi decine e decine di migliaia di free hugs (abbracci)».

«Per quattro giorni la placida e tranquilla Lucca – sottolinea l’amministratore unico Francesco Carediosi è trasformata infatti nel Paese delle Meraviglie, un magico coacervo di colori, suoni, divertimento, cultura, socializzazione, grazie anche al magnifico lavoro svolto dalle forze dell’ordine, dalla protezione civile, dai vigili del fuoco e da quanti hanno vegliato sullo svolgimento della manifestazione, cui va il mio ringraziamento non formale, con un particolare saluto al Questore dott. Cracovia che proprio ieri ha lasciato la nostra città. Da domani si comincerà a smontare i padiglioni: la festa è finita. Ma niente paura, da domani gli eterni ragazzi di Lucca Comics and Games saranno già al lavoro per preparare la prossima edizione».

@loschermo

18 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

18 Commenti

  • Admin
    2 novembre 2014, 21:53

    in futuro la manifestazione andrebbe spalmata su 5 giorni o meglio ancora su una settimana

    RISPONDI
  • Admin
    3 novembre 2014, 01:59

    noooooo!!!!!!!!!! Macché spalmata! Non si può bloccare una città per una settimana. Quattro giorni en anco troppi! Complimenti a Lucca che, al contrario di quanto sarebbe successo altrove, NON E’ COLLASSATA sotto il peso di 250.000 persone. Complimenti a chi in silenzio ha modificato le proprie abitudini disciplinatamente. Complimenti a chi non va più al cimitero per Santi e Morti e si adatta ad andarci due o tre giorni prima. Complimenti alle società professionistiche sportive che accettano di modificare i calendari qualche volta rimettendoci in termini di incassi. Complimenti a chi si trova auto parcheggiate davanti al cancello e non da in escandescenze. La città ha dato una splendida prova di autodisciplina, anche in considerazione di quanto sia importante una manifestazione che porta soldi e lavoro in tempi di crisi. Questo pragmatismo i lucchesi lo dovrebbero avere OGNI GIORNO. Se così fosse Lucca diventerebbe una città più ricca. Una piccola Hong Kong. Pero, porco cane, una settimana intere di Comics quella NO, NO, NO e NO! Bastano quattro giorni.

    RISPONDI
  • Admin
    3 novembre 2014, 09:50

    Concordo in pieno con AMMONIO aggiungendo anche che aumentare i giorni non farebbe diminuire i numeri del fine settimana (vedi affluenza ridotta di giovedì).
    Piuttosto andranno valutate attentamente tutte le soluzioni possibili in termini di logistica.
    Lucca senza cambiamenti non potrà assorbire un ulteriore aumento di pubblico (pensate se la giornata fosse stata piovosa come spesso accade a Lucca a novembre) senza correzioni sulla logistica (parcheggi scambiatori; vedrei bene l’area dove doveva sorgere lo stadio accanto all’autostrada) e sulla mobilità (forte intensificazione treni e pulman su tutte le direttrici), ovviamente proseguendo verso una sempre maggiore estensione della manifestazione su tutta la città.

    RISPONDI
  • Admin
    3 novembre 2014, 09:56

    Una settimana SI SI SI. Si perchè i visitatori non diventereberro 450.000, sarebbero probabilmente più di 240.000, ma spalmati su 7 giorni, le strade non sarebbero così intasate, non ci sarebbero parcheggi presi d’assalto per 4 giorni e via dicendo… io giovedì sono andato in centro, poi mi sono pure mosso in auto, senza alcun fastidio. Sabato invece era impossibile fare un metro in centro. Bellissima, speriamo cresca ancora. Unica cosa, sposterei l’area Games sotto piazzale verdi per decongestionare la zona del campo balilla.

    RISPONDI
  • Admin
    3 novembre 2014, 10:04

    …. Numeri impressionanti??

    Oh un avevate scritto “dati poco esaltanti” giusto appunto sabato mattina?

    RISPONDI
  • Admin
    3 novembre 2014, 10:29

    Quoto quanto scritto da AMMONIO. una settimana forse un po tantino e diverrebbe dispersiva. Ma MAGARI 5 giorni si. Vi è già stato un anno in cui è accaduto. 3 o 4 anni fa ma non ricordo. Anche perchè affittare le tensostrutture costa una cifra non indifferente. Comunque smepre una bellissima manifestazione. Arrivederci all’anno prossimo.

    RISPONDI
  • Admin
    3 novembre 2014, 10:29

    Davvero fieri do avere tale manifestazione nella mia città.
    Ringrazio tutti coloro che hanno subito pesanti disagi ed hanno sopportato in silenzio.
    Ormai credo che gran parte della popolazione abbia capito l’importanza di questa fiera.
    Complimenti anche agli organizzatori, che hanno cercato di gestire al meglio l’organizzazione.

    RISPONDI
  • Admin
    3 novembre 2014, 11:20

    Le possibilità sono due:
    – spalmare la manifestazione in più giorni magari usando tutti gli spazi aperti che si affacciano sulle mura (visto che ormai i visitatori le usano per muoversi più velocemente che sui percorsi “storici”), spostando gli stand ad accesso gratuito sulle stesse
    – oppure tornare alla formula degli anni 90, con una “editio minor” primaverile verso metà marzo, dedicata solamente ai fumetti, e di conseguenza, con un numero minore di stand in ambo le manifestazioni

    nel secondo caso la città riempirebbe (ovviamente con numeri molto minori in confronto all’edizione autunnale) un momento turisticamente vuoto, al contempo garantendosi una doppia pubblicità gratuita che farebbe da traino per la primavera e l’estate successiva…

    RISPONDI
  • Admin
    3 novembre 2014, 12:35

    la cosa scandalosa è che vedendo i telegiornali nazionali rai 1 e canale 5 non se n’è nemmeno accennato di questa invasione pacifica e colorata di Lucca. Passata totalmente inosservata a discapito di notizie di second’ordine che magari solo perchè provenienti da Roma e dntorni la Rai, afflitta da provincialismo romanesco acuto, ha preferito ai Comics.
    sembrava di stare in qualche Studios di holliwood a vedere creazioni così fantasiose e cinematografiche che è veramente un piacere per gli occhi!

    Complimenti a tutti. Io sono uno di quell8i che non si è arrabbiato se mi hanno parcheggiato davanti al portone di casa che non riuscivo nemmeno ad aprire il cancelletto!

    RISPONDI
  • Admin
    3 novembre 2014, 12:39

    E’ evidente ormai a tutti che i Comics sono diventati il Carnevale che a Lucca mancava. I Comics stanno a Lucca come il carnevale viareggino sta a Viareggio. O forse no: perchè con i numeri alla mano di questa ultima edizione, e facendo ipotesi su quelle future, possiamo dire che i Comics stanno battendo o rischiano di battere la manifestazione viareggina in quanto a popolarità. Se non ci sono riusciti ancora, sono di certo sulla buona strada. Non vedo personalmente il problema di dover aumentare i giorni; l’unico problema che vedo è casomai quello di gestire e organizzare meglio il tutto. Non possiamo passare da inesperti provincialotti nell’organizzare un tale evento che ormai ha una risonanza nazionale. Dobbiamo prepararci ad un evento che di anno in anno diventa sempre più colossale.

    RISPONDI
  • Admin
    3 novembre 2014, 13:24

    credo che l’idea di buccellato vada sostenuta, ritorniamo a due manifestazioni, una, quella primaverile, con un taglio più culturale, limitata al fumetto e magari al cinema d’animazione con minor numero di presenze, l’altra autunnale con un taglio più polare e ricca di costumi, giochi di ruolo e games.

    RISPONDI
  • Admin
    3 novembre 2014, 19:11

    Ammonio ha ragione, ma poi chi l’ha detto che spalmando la manifestazione hai meno gente? La gente viene lo stesso per il fine settimana, quando gli è più comodo. Non ci dimentichiamo che è stato complice anche il bel tempo per avere questi numeri. Lucca , la nostra Lucca ha retto bene all’invasione e noi lucchesi ci siamo dimostrati all’altezza, ma credo proprio perchè è durata 4 giorni.

    RISPONDI
  • Admin
    3 novembre 2014, 20:36

    Strano,
    ero convinto che con la city tax non sarebbe venuto più nessuno.

    RISPONDI
  • Admin
    3 novembre 2014, 23:35

    Passata l’euforia dei numeri presumo sia il caso di vedere le cose da migliorare.
    Una giornata come quella di sabato credo abbia raggiunto il limite fisiologico che Lucca possa supportare. Cercare di andare oltre mi sembrerebbe irresponsabile e pericoloso.
    Parcheggi, aver seminato cartelli e spazi non serve se poi alla fine in tanti hanno parcheggiato in ogni dove. Tanto valeva dire: pagate il parcometro e lasciate la macchina dove vi pare. Fare parcheggiare a qualcuno l’auto a Capannori e poi fargli aspettare 2 ore la navetta mi pare indecoroso.
    Allungare a 5,6 o 7 giorni non avrebbe nessun effetto. La maggior parte si concentrerebbe sempre nel fine settimana. Meglio due periodi distinti. Se poi i tendoni costano troppo (e povero campo ex balilla) uno dei due periodi, magari più per addetti ai lavori, perchè non lo facciamo nella ex manifattura (così almeno si comincia ad usarla).
    Altra cosa organizzativa. File interminabili alle biglietterie e agli stands. Era più lunga la fila per chi aveva fatto l’abbonamento e la prevendita piuttosto di chi doveva comprare il biglietto. Così per certi stand, in piazza san Michele la fila è arrivata a 4 ore di attesa.
    Ultima (?) cosa, evitiamo che decine di aspiranti imprenditori vendano del cibo improbabile oppure offrano parcheggi a pagamento nei loro giardino…

    RISPONDI
  • Admin
    4 novembre 2014, 10:39

    Sono d’accordo con toc. Troppo lunghe le file praticamente estenuanti. Roba da pazzi. Come si fa a perdere 4 ore in fila per poi magari non riuscire a vedere niente. Inoltre la folla impediva anche all interno degli stand di dare una semplice occhiata a quello che c’era in esposizione impedendo di fatto di riuscire a fare quello che uno voleva. Una tale folla scoraggerebbe chiunque e rende il prezzo del biglietto un costo inutile. Le mie proposte.
    1. Concentrare gli stand in zone periferiche ad esempio in parcheggi di supermarket o in aree dismesse ( vedasi ferrovie e cantieri vari abbandonati) magari chiudendo al traffico strade di grande scorrimento come via luporini e lí prevedere appunto un corridoio di collega,ento con il centro
    2 lasciare il centro solo per gli spettacoli all aperto, lo struscio dei cosplayer le conferenze o le esibizioni importanti

    In sostanza bisogna decentrare in modo da non concentrare tutto in un unico luogo (il centro storico) e dare la possibilità a chi vuole di godersi lo spettacolo in serenità senza l ansia di non poter vedere quello che si vuole

    RISPONDI
  • Admin
    4 novembre 2014, 11:43

    @PAOLO
    Il casino di decentrare la manifestazione fuori dalle mura è che a quel punto avresti una processione di persone che continuamente attraversa la circonvallazione, bloccandola (i due-tre sottopassi presenti non sono abbastanza idonei a sopportare una quantità del genere di persone).

    Per quanto riguarda le tv nazionali, è veramente vergognoso!! Sui TG Rai nazionali nessuno spazio, ma anche in quello regionale del TG3 poco spazio nei giorni centrali della fiera e niente nel primo giorno e a chiusura…mah, vergognoso!

    Un’idea potrebbe anche essere quella di usare tutti gli spazi della città (baluardi, manifattura, un altro “pratino” fuori le mura, ecc…perchè no lo stadio per eventi particolari) in modo da alleggerire il flusso di persone. Inoltre l’area Games non è più palesemente all’altezza, troppo piccola. Ci vorrebbe il doppio di spazio. Un’altra idea potrebbe anche essere di favorire la partecipazione nei giorni più “morti” tipo come quest’anno il giovedi e il venerdi, magari facendo pagare meno il biglietto in quei giorni o organizzando eventi di punta. Infine, limitare le aree libere i giorni della fiera, magari lasciandole aperte qualche giorno in più per tutta la città, ma durante la manifestazione non fanno altro che ingolfare ancora di più i pochi spazi disponibili.

    RISPONDI
  • Admin
    4 novembre 2014, 14:42

    @Lughix e Paolo

    Nonostante la ” censura” delle reti nazionali la manifestazione cresce ogni anno a livello esponenziale tale da essersi allargata per dimensioni ed importanza lin ambito continentale; il popolo della rete oggi e’ enorme e dalla rete si informa e si tiene continuamente aggiornato, le vecchie reti tv oramai non tengono più il passo e il loro pubblico si è e si sta’ progressivamente invecchiando, quindi tutto Ok ragazzi più′ ci snobbano è più cresciamo…

    RISPONDI
  • Admin
    4 novembre 2014, 17:02

    This was my first visit to Lucca, and I am really amazed at the festival. However, I think that there are far too many people visiting, I honestly do not know how this can be improved, but Saturday was absolutely horrible. Never have I seen so many people in a tent that you cannot even approach the desks where the people sat. Some things are not the organizers fault, such as having signing sessions with no clear lines, and hundreds of people huddling together like in a rock concert. Also, at least the information festival volunteers give out could be more accurate, and everyone should know where what is. For instance, I was told that the festival press office was located outside the city walls , while in reality it was in the city center. And I do not know how many Italians attend the festival, but hiring staff who spoke English wouldn’t hurt. And translating at least the exhibition boards to English also.

    RISPONDI

.

Newsletter