Derby pazzo tra Lucchese e Prato, vincono i lanieri per 4 a 3

PRATO, 17 settembre – Va al Prato il derby con la Lucchese i lanieri si impongono per 4 a 3 al termine di una gara incredibile. Al Lungobisenzio più che un valzer di reti è stata una vera e propria rumba, ballerine entrambe le difese, che hanno generato un match imprevedibile: i padroni di casa vanno prima in vantaggio con Rubino su erroraccio del portiere Casapieri, poi per gli ospiti pareggia Biasci, grazie a un regalo di Bagnai. Nolè su rigore segna il vantaggio, Fanucchi riequilibria le sorti del match e Bocalon ristabilisce il vantaggio. Nella ripresa va a segno ancora Bocalon, e poi Boilini per i rossoneri. Nel finale pali, gol mangiati e errori incredibili sottoporta un vero campionario del mal fatto per quanto mostrato da entrambe le squadre in quanto a concentrazione sia in difesa che in fase di finalizzazione. Tutto questo deve essere un campanello di allarme per la Lucchese che in due partite ha subito 6 reti e sabato c’è l’ostico derby col Pontedera.

La gara

Come con il Savona la gara della Lucchese parte ad handicap: al 2′ Casapieri invece di giocare il pallone prova il dribblig su Rubino e perde malamente palla, il 9 pratese insacca il più facile dei gol. La pantera è stordita e rischia di capitolare al 6′ quando Rubino e Bocalon non arrivano sulla punizione cross di Grifoni. Il Prato preme e approfitta della giornata no della difesa rossonera, al 14′ Casapieri salva prima su conclusione ravvicinata di Fanucchi e poi sul colpo di testa di Dametto. Sembra una partita nata male, ma la Lucchese si sveglia al 16′, quando Biasci alza di poco sopra la traversa il buon cross di Lo Sicco. E’ il prologo a cinque minuti di follia che vedono prima Biasci rubare palla a Bagnai e segnare il gol del pari, poi (19′) Santini venire atterato goffamente in area da Rickler, capitan Nolè dal dischetto trasforma e ribalta il risultato. Nemmeno il tempo di gioire che al 23′ su colpo di testa di Fanucchi, Casapieri non trattiene un pallone facile ed è 2 a 2. La Lucchese soffre l’infeiorità numerica in mezzo al campo e la spinta sulle fasce, il 3-4-1-2 di Esposito esalta a destra Grifoni che fa ciò che vuole e inevitabilmente al 33′ arriva il nuovo vantaggio del Prato: su corner salta bene di testa Rickler, Casapieri ci arriva, ma non blocca e Bocalon di testa infila la porta. Un minuto dopo Fanucchi calcia alto dal limite. Risponde Ferrante dal limite impegnando Ivusic in corner, e poi 3 minuti replica con un bel sinistro al volo da fuori area, che termina a lato.

In avvio di ripresa Boilini rileva Dejori, Risaliti va a sinistra e Calcagni, come con il Savona, arretra sulla linea dei difensori a destra. Esposito invece toglie lo spento Rickler e inserisce Romanò, passando ad una dfesa a quattro. Al 4′ Lo Sicco verticalizza per Ferrante che a tu per tu con Ivusic per due volte calcia addosso al portiere dei lanieri. Al 9′ su bel cross di Calcagni Biasci di testa sfiora il pareggio, ma salva in corner Ivusic. All 15′ il Prato allunga: Espeche recupera un buon pallone ma lo gioca con leggerezza sulla tre quarti, la palla finisce a Bocalon in area che difende la sfera e serve Rubino, il suo tiro è respinto da Casapieri in corner. Sugli sviluppi del corner, prima Nolè salva sulla riga sul colpo testa di Bocalon, poi la palla finisce al solito Bocalon che mette a segno la doppietta. La pantera corre ai ripari, entra Ferretti per Lo Sicco, un attaccante per un centrcampista, e sul corner del neoentrato Vosnakidis trova la porta e il salvataggio sulla riga di Rubino con Ivusic battuto. La Lucchese non molla e al 25′ Boilini rimette in carreggiata la pantera con un gran destro da fuori, al termine di una azione personale, che si infila sotto la traversa con Ivusic immobile.

Esposito cambia, manda in campo il giovane Bengala (classe ’98) al posto di Cavagna, ma è la Lucchese ad avere la palla del pari, con Biasci che da un metro mette incredibilmente a lato di testa e si dispera.

La partita diventa brutta e le squadre si affidano a lunghi lanci, al 40′ Pessotto manda in campo anche Benedetti al posto di Calcagni, schierando 4 punte per l’assalto finale. La Lucchese va vicino al pari, su punizione Boilini trova il palo alla destra di Ivusic, poi sul tiro di Santini il portiere si salva con l’aiuto del palo, impedendo ai rossoneri un pareggio meritato.

Il Tabellino:

Prato – Lucchese: 4-3

Marcatori: 2′ Rubino, 18′ Biasci, 19′ Nolè, 23′ Fanucchi, 33′ e16’st Bocalon, 25’st Boilini

Prato: (3-4-1-2): Ivusic; Bagnai, Rickler (1’st Romanò), Dametto; Bandini, Pasa, Cavagna (27’st Bengala), Grifoni; Fanucchi (41’st Ogunseye); Rubino, Bocalon.f (Brunelli, Gabbianelli, Tassi, Fofana) Allen: Esposito V.

Lucchese: (4-3-1-2): Casapieri; Risaliti, Vosnakidis, Espeche, Dejori (1’st Boilini); Calcagni(39’st Benedetti), Lo Sicco (19’st Ferretti), Nolè; Santini; Biasci, Ferrante (Borra, Pantano, Calistri, Degeri, Benedetti) Allen: Pessotto

Arbitro: sig. Daniele Martinelli di Roma

Ammoniti: Rickler, Pasa, Vosnakidis, Grifoni

Espulsi:

Corner: 10 a 5

recupero: 1 e 3

Spettatori: 1187

Le pagelle di Prato Lucchese: per i rossoneri pesa l’inesperienza

7 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

7 Commenti

  • Admin
    18 settembre 2014, 02:51

    Eufemisticamente si può dire che il gioco difensivo delle due squadre è stato DA SCHIFO. La differenza l’ha fatta Casapieri che ha offerto graziosamente un gol al Prato. Fosse per me ora mediterebbe in panchina per un paio di partite.

    RISPONDI
  • Admin
    18 settembre 2014, 15:54

    Ammonio,
    invece di scrivere di Casapieri dovresti spiegarci la singolare coincidenza per cui domenica hai parlato di squadra imbattuta e dopo tre giorni s’è perso con tanto di salvataggi sulla linea e pali.
    La prossima volta butta via la tastiera prima di fare certe considerazioni che è meglio

    RISPONDI
  • Admin
    18 settembre 2014, 18:25

    Strano, a sentire i commenti di tale WLF, pareva che il Paris Saint Germain si fosse trasferito armi e bagagli al Porta Elisa.

    Ah già, dimenticavo: mancava “CR7” Strizzolo.

    (e una: io segno eh, in attesa che a giugno si estirpi finalmente questa menata insopportabile)

    RISPONDI
  • Admin
    19 settembre 2014, 03:48

    ANUBI, domenica la Lucchese era appunto imbattuta. Quindi quel che ho scritto era una constatazione. Ora invece ha perso una partita. Anche questa è una constatazione. Ti segnalo che comunque i pali li ha colpiti la Lucchese. Come dice COTOLETTO i conti si fanno in fondo. E in fondo li faremo. Il gioco della squadra è buono. Però i conti in fondo non dipenderanno solo dal gioco ma dalla forza e serietà della società. Così è sempre stato e così sempre sarà.

    RISPONDI
  • Admin
    19 settembre 2014, 13:15

    Ammonio,
    ti facevo più perspicace:
    i pali li ha appunto colpiti la lucchese proprio perché ci son dei gufi che han parlato di squadra imbattuta.
    L’hai capito adesso o ti serve un disegnino?

    RISPONDI
  • Admin
    19 settembre 2014, 18:15

    Ha ragione Anubi.
    Ammonio c’ha portato una serie di influssi negativi che neanche uno stuolo di gufi appollaiati sui lampioni del portaelisa

    RISPONDI
  • Admin
    19 settembre 2014, 18:34

    Ma dai grande ANUBI, bastasse questo!!! Se ti interessa ho anche pronosticato che il Pisa vincerà facilmente il campionato con notevole distacco dalla seconda (pronostico tecnico, se fanno casino in società è altra cosa). Ora, con i pronostici ci prendo poco, per cui a Pisa si toccheranno. Ah Ah. Però mi sa tanto di non avere una potenza del genere. La avessi la Lucchese ieri sera avrebbe esordito in Europa League.

    RISPONDI

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com