La Lucchese non muore mai e strappa un pari in extremis al Savona

LUCCA, 14 settembre – Una Lucchese mai doma trova il pari contro un Savona arrambante e ben messo in campo. Risultato ribaltato, dal 2 a 0 del primo tempo figlio del rigore in apertura messo a segno da Cerone e dal raddoppio di Carta, al pari maturato nel secondo tempo, prima con Nolè che accorcia e poi il 2 a 2, in un finale al cardiopalma, con la zuccata di Biasci. Infortunato Strizzolo, lussazione alla spalla, ed espulso l’allenatore Pagliuca.

Non è finita fino a che non è finita, così recita un detto americano e la Lucchese oggi lo ha interpretato al meglio strappando un pareggio al forte ed esperto Savona, ridotto in 10 nel finale dall’espulsione sciagurata di Del Sole. Sembrava una giornata nera per la Lucchese, un rigore subito dopo appena un minuto, mister Pagliuca espulso prima del quarto d’ora e Strizzolo fuori in barella al 26′. Al 45′ il tabellone segnava due a zero, facce mogie in tribuna, e il Savona sembrava una squadra troppo esperta e forte. Poi nella ripresa, complice qualche parolina di Paglliuca tra i due tempi, e i cambi, il vecchio cuore rossonero è venuto fuori nei giovani ragazzi, che spinti dal pubblico del Porta Elisa non hanno mollato, e trovato il 2 a 1 su rigore con Nolè si sono trovati la strada spianata dall’espulsione di Del Sole e nel finale quando tutto sembrava finito Biasci di testa ha trovato il gol che ha fatto tuonare di gioia il Porta Elisa.

La Cronaca

Prima della gara incredibile siparietto diseducativo con il direttore di gara che fa accomodare fuori, dietro le recinsioni del campo i disabili che ancora non hanno una postazione a causa delle note vicede burocratiche.

Pronti via e il Savona passa, su errore di Espeche che allontana con leggerezza il pallone in area Scappini in rovesciata calcia e trova la mano di Vittiglio distante dal corpo. Per il signor Mei è rigore, dal dischetto va Cerone, Casapieri tocca e devia sul palo ma la palla entra comunque. I rossoneri accusano, timido tentativo al minuto 8 con Ferrante che conclude di poco a lato il bel pallone recuperato e servitogli da capitan Nolè. Il Savona pressa alto, quando attacca lo fa con quattro uomini i due esterni e un mediano che sale a dar man forte a Scappini. Al minuto 13 Pagliuca viene allontanato dal direttore di gara, probabilmente per qualche parola di troppo. I rossoneri non trovano il bandolo della matassa e soffrono le ripartenze liguri in particolare con Spadafora. Poi un guizzo rossonero, ma Quintavalla salva sulla riga il tiro cross calciato da Strizzolo (21′), e sul successivo angolo Strizzolo viene abbattuto in area, per tutto il Porta Elisa è rigore, tranne che per il signor Mei. Strizzolo deve abbandonare il campo in barella per la botta subita al suo posto al 26′ entra Ferretti. Il Savona continua a correre e pressare e al 28′ Scappini stoppa di petto e poi in acrobazia dal limite prova ad impegnare Casapieri che blocca i due tempi in tuffo. La Lucchese non molla e al 31′ Calcagni al volo su cross di Santini impegna l’ex Pennesi bravo a volare all’incrocio, sul successivo corner tiro di Lo Sicco, ribattuta sospetta da parte di un difensore biancoblu, ma per il direttore di gara è tutto regolare. Al 36′ arriva il raddoppio dei padroni di casa, cross perfetto dalla destra di Marchetti, e dalla parte opposta da posizione defilata Carta al volo di sinistro infila Casapieri con un rasoterra sul primo palo. Nel finale Pennesi salva su tiro di Calcagni.

In avvio di ripresa la Lucchese schiera Boilini al posto di Vittiglio, e Calcagni passa a fare il terzino destro, Di Napoli risponde isnserendo Del Sole per Varone. Al 10′ su cross di Dejori Speranza tocca di mano, ma per il direttore di gara è tutto regolare. L’allenatore ligure toglie a 15′ lo stanco Cerone e inserisce De Feo. La Lucchese rischia di capitolare al 16′, quando Casapieri salva la propria porta dal tre a zero smanacciando il pallonetto di Spadafora, la risposta rossonera è affidata a un destro da fuori di Santini che trova solo il corner.

Sale il pressing rossonero e al 25′ Mei finalmente assegna un rigore alla Lucchese per mani in area di Cabeccia: dal dischetto va Nolè che accorcia spiazzando il portiere. La pantera si riversa in avanti spinta dalla curva ovest, Del Sole si fa espellere e con un uomo in meno il Savona accusa la freschezza delle giovani panterre. I padroni di casa vanno vicini al pari a 32′ con una punizione di Ferrante che sibila di poco sopra la traversa. Fracassi gioca il tutto per tutto: inserisce Biasci al 37” al posto di Lo Sicco, la Lucchese continua il pressing, colleziona angoli e alla fine trova il pari con Biasci in pieno recupero.

Il Tabellino:

Lucchese-Savona: 2 – 2

Marcatori: 1′ Cerone (rig.), 36′ Carta, 26’st Nolè (rig.) 47’st Biasci.

Lucchese: (4-3-1-2): Casapieri; Vittiglio (1’st Boilini), Bachini, Espeche, Dejori; Calcagni,Lo Sicco (37’st Biasci), Nolè; Santini; Ferrante, Strizzolo (26′ Ferretti). (Borra, Risaliti, Calistri, Degeri) Allen: Pagliuca

Savona: (4-4-2): Pennesi; Marchetti, Cabeccia, Marconi, Speranza; Cerone (15’st De Feo); Spadafora, Varone (9’st Del Sole), Quintavalla, Carta (27 ‘st De Martis); Scappini. (Addario, Bramati, Galimberti, Sanna) Allen: Di Napoli

Arbitro: Sig, Andrea Mei di Pesaro

Ammoniti: Vittiglio, Cerone, Del Sole, Pennesi

Espulsi: Del Sole al 31’st per somma di ammonizioni

Corner: 12 a 3

Recupero: 2 e 3

Spettatori: 1887

Francesco Matteucci

@zulabnar

Bacci: “Grazie ai tifosi della Lucchese, pareggio incredibile” Micheloni: “Ci scusiamo con i disabili” Pagliuca: “Tutti bravi tranne me”

4 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

4 Commenti

  • Admin
    15 settembre 2014, 02:18

    E giù calci nel muso al gufonaio!!! Siamo a cinque partite (ci metto anche le due di Coppa Italia) e per ora NESSUNO ha battuto la Lucchese. Eppure i soliti uccellacci avevano già definito la Lucchese una squadra di raccattati…..meno male son raccattati, se no sarebbero a 9 punti. Oggi pareggio meritatissimo dopo un primo tempo sfortunato. 2000 spettatori sono pochi per una bella partita come questa! Grandiosi comunque per l’incitamento continuo tutti i presenti. Ora andiamo a scoprire il Prato (che viene da un bel pareggio).

    RISPONDI
  • Admin
    15 settembre 2014, 14:48

    chissà come sarà gonfio il fegato di chi mangia trope cotolette….

    RISPONDI
  • Admin
    15 settembre 2014, 17:44

    spettatori paganti totali 1887;considerando accrediti e che fino a una certa eta’ non si paga almeno 2000 e passa sui gradoni dello stadio;buona partecipazione di pubblico con tifo incessante per tutta la partita;sempre pochi numericamente per una citta’ come lucca;saluti

    RISPONDI
  • Admin
    15 settembre 2014, 19:50

    Caspita, media champions lig!!!

    RISPONDI

.

Newsletter