Lucchese tutta cuore trova un pari col Santarcangelo nella prima di campionato

LUCCA, 30 agosto – La Lucchese conquista un pari nella prima di campionato contro un buon Santarcangelo che ai punti avrebbe meritato la vittoria. Zero a Zero è il risultato, ma per i rossoneri il miglior in campo è stato il portiere Casapieri autore di tre interventi decisivi, e quando non ci è arrivato lui è stato il palo a fermare la voglia di vittoria dei gialloblù (oggi vestiti di giallo fosforescente). La Lucchese ha approcciato bene la gara, ma nel secondo tempo ha perso verve e
concentrazione subendo a centrocampo la maggior forza d’urto degli ospiti. Comunque i rossoneri non si sono mai dati per vinti e nei dieci minuti finali sono andati vicini al gol con Calcagni e Biasci. Per quanto visto oggi la Lucchese ha bisogno di più qualità dalla cintola in su, e di più gambe a centrocampo, ma la mentalità, e l’approccio alla gara sono sembrati quelli giusti per la categoria, Pagliuca attende il recupero di Chianese, che sicuramente saprà dare fantasia, e l’arrivo dal mercato di un attaccante che sappia finalizzare.

La Cronaca
Mister Pagliuca conferma la formazione tipo, mentre Fraschetti schiera un 4-3-3 con lo scopo di tenere bassi i terzini rossoneri. Parte meglio la Lucchese che dimostra di aver già fatto propria la grinta dell’allenatore, aggradendo a tutto campo e mettendo molta intensità nel gioco.  Il primo tiro dello stagione arriva al 7′ firmato Calcagni Nardi controlla a lato. Tre minuti dopo è bravo Biasci a far ripartire la pantera dalla propria tre quarti che non sfrutta il 4 contro 2 in contropiede mandando alle ortiche una buona opportunità.
Il Santarcangelo c’è e si fa vedere: Brivido al 24′ quando su punizione dalla tre quarti Evangelisti pesca sul secondo palo il dimenticato Pedrabissi che calcia a botta sicura ma trova solo la rete esterna. La Lucchese manca di idee dalla cintola in su, mentre dietro la banda rossonera tiene bene il campo, ottimamente guidata da Nolè e Vosnakidis. AL 37′ Strizzolo perde un brutto pallone al limite dell’area ospite, riparte il Santarcangelo con Evangelisti che serve bene Guidone che ciabatta malamente a lato. Al 43′ nuovo regalo da parte degli ospiti, in area Pedrabissi non riesce a calciare un pallone che cade sui 14 metri mancandolo incredibilmente.

La ripresa prende il via con Torelli tra le fila ospiti al posto di Scicchitano. I rossoneri accusano leggermente lo sforzo profuso nel primo tempo al 9′ Casapieri salva il risultato su Pedrabissi che da 9 metri calcia forte una palla filtrata in area su punizione dal limite. Pagliuca corre ai ripari e inserisce Boilini per Bianchi (11′), arretrando Calcagni in mediana mentre il neo entrato va a fare il trequartista. al 14′ colpisce un palo Graziani con destro su respinta di testa di Vosnakidis, Casapieri era battuto dalla deviazione di Espeche. I padroni di casa reagiscono e al 16′ su cross di Lo Sicco, di testa Vosnakidis va vicinissimo al gol.
Pagliuca inserisce Santini per Lo Sicco, e arretra Boilini in mediana cercando di dare gambe al centrocampo in netta difficoltà. La risposta è affidata ancora una volta ai calci di fermo, su corner di Santini Nolè prova a calciare al volo dal secondo palo, senza fortuna. Frateschi toglie Pedrabissi, e inserisce Radoi che subito impegna con un gran tiro Casapieri, che si supera alzando in angolo. AL 30’Guidone ben pescato in area libera al tiro TOrelli dimenticato al limite, il suo diagonale viene salvato da Casapieri in corner. La pantera prova la zampata al 34′ con Nolè che dalla sinistra serve un bel pallone per Santini che si ostacola con Calcagni e non trova la porta. Poi 4 minuti più tardi è stato Calcagni con un bel diagonale dall’interno dell’area a far correre un brivido a Nardi, ma il suo pallone è uscito di un soffio. Poi è Biasci al 40′ a calciare troppo alto un buon pallone forgiato dalla ditta Dejori-Nolè. Nel finale Pagliuca inserisce anche Fenati

Il Tabellino
Lucchese Santarcangelo: 0-0
Marcatori:
Lucchese: (4-3-1-2): Casapieri; Vittiglio, Espeche, Vosnakidis, Dejori; Bianchi (11’st BOilini), Lo Sicco(21’st Santini), Nolè; Calcagni; Biasci (45’st Fenati) Strizzolo (Borra, Bachini, Degeri Ferrante) Allen: Pagliuca
Santarcangelo: (4-3-3): Nardi; Tavanti, Cola, Salvatori, Rossi; Scicchitano (1’st Torelli), Bisoli, Evangelisti (39’st Obeng); Pedrabissi (26’st Radoi), Guidone, Grazian ( Marani, Capitanio, Olivi, Torelli, De Respinisi) Allen: Fraschetti
Arbitro: sig. Fabio Schirru di Nichelino
Ammoniti: Nolè, Boilini, Vosnakidis
Espulsi:
COrner: 6 a 3
Recupero: 1 e 3

Spettatori:1401

Lucchese: parla Russo: “Bell’esordio”, Pagliuca: “Complimenti ai ragazzi”. Tutte le interviste

7 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

7 Commenti

  • Admin
    30 agosto 2014, 20:21

    La cosa più positiva di oggi sono stati i ragazzi della curva che seppur non molti, hanno cantato 90 minuti. Quanto alla squadra, oltre alla grinta poco altro da segnalare. La Lucchese di Baldini in confronto a questa era da champions league….

    RISPONDI
  • Admin
    31 agosto 2014, 03:56

    Prima di tutto oggi la giornata è stata emblematica del modo folle con cui in Italia viene gestito il calcio. In ossequio alle regole lo stadio vedeva il transennamento delle vie pubbliche sui lati di tribuna coperta e gradinata Nord. Sul lato orientale (quello verso via Barbantini) era montato il muro con rete tipo Alcatraz. Un muro il cui costo mi pare sia a suo tempo stato di € 25.000 per il comune (cioè per tutti noi) e il cui costo di montaggio e smontaggio non è noto, ma andrebbe fatto conoscere. Naturalmente, oltre a quanto fatto da Comune e Questura, la Lucchese ha dovuto schierare un nutrito numero di maschere (i cosiddetti steward) per gestire filtraggi e controlli vari. Tutti questi apparati superano abbondantemente il valore dell’incasso. Infatti si giocava in agosto, di sabato (a Lucca molti lavorano nel commercio e allo stadio il sabato NON POSSONO venire) e alle 15, alla temperatura di 30 C°…ovviamente in dicembre aspettiamo partite alle 20.45 alla temperatura di -3 C°, tanto per essere sempre logici e razionali. Ovviamente utilissimo si è dimostrato il muro di via Barbantini che ha arginato la furia selvaggia dei famosi Santarcangelo Hooligans, oggi presenti nell’enorme numero di 0 (si ZERO!!!!!!!!!!!! non c’erano tifosi ospiti…). Non me la prendo certo con la Questura che ha il dovere di far rispettare le regole che ci sono, ma con chi inventa tutte le boiate di cui sopra. La III serie va giocata DI DOMENICA, con tutte le partite IN CONTEMPORANEA, l’orario deve variare a seconda delle stagioni, i biglietti essere in vendita ALLO STADIO e NON NOMINATIVI, i giocatori debbono essere SEMIPROFESSIONISTI (ovvero poter scegliere liberamente tra professionismo e dilettantismo), i prezzi debbono essere POPOLARI, le Questure debbono poter variare le regole solo in occasione di partite RAGIONEVOLMENTE RITENUTE A RISCHIO. In quei casi, prima di rischiare che qualcuno si faccia male o che avvengano danni alle cose si dovrebbe poter imporre il divieto di trasferta o la partita a porte chiuse. Nel resto dei casi si lasci libertà a tutti. Insomma i costi dell’evento devono essere commisurati alla presenza di pubblico e ai rischi reali. Oggi siamo in presenza di rigidità assurde.

    Per quanto riguarda la partita, la Lucchese ha fatto il possibile, ma solo con l’innesto di un attaccante forte potrà ritenersi ragionevolmente capace di evitare i play out.

    RISPONDI
  • Admin
    31 agosto 2014, 16:24

    Roba da matti, la Berretti dei tempi di Maestrelli (e dico tempi di Maestrelli in C1, non in B) l’avrebbe spazzata via ‘sta squadra…

    RISPONDI
  • Admin
    31 agosto 2014, 17:30

    Egregio signor Ammonio,
    le faccio notare che oramai da anni la domenica i negozi son aperti tanto quanto il sabato.
    Anzi, il sabato gioca si la terza categoria, ma non giocano tutti gli altri campionati dilettantistici i cui giocatori potranno quindi per la prima volta quest’anno seguire la Lucchese quando non giocherà la domenica pomeriggio.
    La smetta di seguire la propaganda di regime orchestrata dai soliti noti ed esca dalla propria campana di vetro,
    starà meglio

    RISPONDI
  • Admin
    31 agosto 2014, 20:38

    Caro IL COMMESSO, non seguo nessuna propaganda di regime. Anzi, sa che Le dico?? “Di regime” è imporre a un campionato che ha numeri di pubblico prettamente dilettantistici regole che sarebbero assurde anche per l’iperprofessionismo. In verità stanno finendo di distruggere il poco che è rimasto. Quanto ai negozi, non esiste solo il centro storico. Ancor oggi la gran parte delle attività a conduzione familiare della Lucchesia sceglie la domenica quale giorno di chiusura. Avere la partita al sabato o peggio al venerdì vuol dire impedire a molti di andarla a vedere. Non parliamo poi per chi lavora in altri settori. Per quelli il venerdì o il sabato sono impraticabili. Comunque vedremo alla fine di questo campionato i numeri. Se il pubblico aumenterà diremo bravo a chi ha deciso gli spezzatini e tutto il resto.

    RISPONDI
  • Admin
    31 agosto 2014, 23:22

    Grande Ammonio… @commesso : di che parli ? solo perchè hai la bocca ?

    RISPONDI
  • Admin
    31 agosto 2014, 23:40

    il sabato pomeriggio giocano l’amatori;purtroppo le partite della lucchese spesso saranno fatte a orari incredibili e impossibili!

    RISPONDI

.

Newsletter