Segromigno in Monte festeggia Don Casimiro Matteucci

LUCCA, 7 luglio – Ieri pomeriggio (6 luglio), nella parrocchia di Segromigno Monte, è stato ricordato il sessantesimo anniversario dell’ordinazione sacerdotale di Don Casimiro Matteucci con una grande festa. La messa è stata concelebrata dal vescovo Monsignor Italo Castellani con i sacerdoti delle parrocchie limitrofe e amici del pievano.

La comunità ha partecipato numerosa a una celebrazione diventata incontro, chiacchierata. Molti hanno preso la parola per un augurio o saluto personale. Il sindaco Luca Menesini ha consegnato personalmente un targa di ricordo. La Corale San Lorenzo e la Filarmonica G. Puccini hanno accompagnato i canti durante la messa ed hanno omaggiato Don Miro – come viene chiamato in paese – alla fine della funzione religiosa. La festa è continuata con una cena comunitaria nei locali parrocchiali.

Guido Mencari

@guidomencari / www.gmencari.com

1 commento

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

1 Commento

  • Admin
    7 agosto 2015, 14:03

    Volevo segnalare che Don Miro ( Casimiro ) ci ha lasciato ieri ed è tornato alla casa del Padre . La sua storia meriterebbe un approfondimento da parte di questo giornale perchè è stato protagonista di una delle più belle pagine della storia cattolica di LUcca. Miro insieme a don Sirio Politi, Beppino e Luigi è stato prete operaio “di frontiera” al Varignano e perchè a Segromigno in Monte da tanti anni si era fatto particolarmente ben volere ! Miro era un prete concreto e molto pratico, ma questo non gli impediva mai di trascurare i momenti di preghiera durante la giornata. Pure in là con gli anni aveva mantenuto la giovinezza e l’entusiasmo di un sacerdote di pochi anni di ordinazione . Ci macherai Miro !

    RISPONDI

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com