San Luca, il sindacato denuncia: “un mese di attività e i controsoffiti da cambiare”

LUCCA, 17 giugno – “Noi crediamo che nel cittadino e nei lavoratori così si insinua l’idea pessima di essere presi in giro, di non essere tutelati. Il controsoffitto delle salette chirurgiche perde i pezzi … è normale ? Chi è il genio che non ha pensato che nelle ferite aperte dei pazienti quella visibile e costante polverina che cade dal controsoffitto e fa diventare bianche le suole degli zoccoli dei lavoratori è un problema? Quella polverina si vedeva bene sui teli scuri che coprono parzialmente i pazienti durante gli interventi.

Come è stato scelto il materiale? Con quale materiale verrà sostituito? Chi lo sostituirà e quando? Sarà un appalto con le regole del privato o quelle del pubblico?

Attualmente le salette, che lavoravano ancora a scartamento ridotto per mancanza di personale, sono state dirottate sul day surgery al piano di sopra creando non pochi problemi logistici sia per i pazienti sballottati qua e la che per gli infermieri della chirurgia ambulatoriale che passano il loro tempo a spostare i pazienti da un piano all’altro.

Tutti questi e altri episodi creano ulteriore stress e sconcerto tra i lavoratori e i pazienti. Quando finirà?

Chiediamo alla direzione ASL una maggior chiarezza e trasparenza. Lasciar da parte le inutili, ridondanti, serenate sul nuovo ospedale. Il cittadino e il lavoratore non chiedono tanto: basta che funzioni! Ma funziona?”

Federazione di Lucca dell’ Unione sindacale di base
Franco Picone

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com