La Lucchese vince e raggiunge la Corregese in testa alla classifica

LUCCA, 31 marzo – La Lucchese supera per 4 a 0 il Palazzolo in terra lombarda grazie alle reti di Aliboni su rigore al 16′ e De Luca (26’st) e alla doppietta di Pecchioli nei minuti di recupero. Con questa vittoria la pantera raggiunge la Correggese in vetta alla classifica visto che gli emiliani sono incappati nel secondo pareggio consecutivo, dopo quello di domenica con il Palazzolo, oggi con il Thermal Ceccato per 2 a 2. Il morale dei rossoneri è quindi a mille dopo aver recuperato 4 punti in due domeniche, se finisse ora il campionato ci sarebbe lo spareggio tra Lucchese e Corregese, ma le due rivali, come noto, si affronteranno già nell’ultima di campionato che potrebbe essere una vera e propria finale promozione.

La Gara
Pagliuca, sostituito in panchina da Fracassi, sceglie Gialdini in mezzo al campo, Azzolin e Petrini sugli esterni e Raicevic a fianco di Tarantino in attacco.
Il Palazzolo, come previsto gioca in dieci dietro la linea del pallone, calciando lunghi lanci per l’ex Guariniello ben marcato da Calistri. I rossoneri vogliono segnare subito per evitare gli errori di Fidenza, ma il fortino eretto dal Palazzolo sembra tenere, i padroni di casa schierati con un 5-3-2 cercano di imbrigliare sulla trequarti la la manovra rossonera. La gara si sblocca al 18’quando Trovò cade a terra dopo il contrasto con Chianese e tocca il pallone sulla riga della propria area di rigore, come a reclamare il fallo, penalty sacrosanto deciso dal direttore di gare e ammonizione per lo sfortunato
calciatore. Aliboni dagli undici metri trasforma portando in vantaggio la pantera, che da li a poco potrebbe chiudere la pratica quando (28′) Raicevic taglia bene in are riceve un bel pallone, ma non supera Giussani calciando debolmente. Il raddoppio non riesce neanche a Tarantino (35′) che in rovesciata impegna un sorpreso Giussani. Passano altri 4 minuti ed è ancora Lucchese: contropiede di Tarantino che termina con un gran tiro respinto da Giussani coi pugni, Raicevic ribadisce, ma Boschiroli libera. Il colpo del ko non arriva nemmeno al 40’quando è Giussani a salvare la propria porta sul colpo di testa
del solito Nolè appostato sul secondo palo. Al 44′ la Lucchese rischia addirittura la beffa nell’unica sortita offensiva dei bresicani, Guariniello infatti sfiora il pareggio con un colpo di testa che Casapieri battezza, giustamente, fuori facendo sudare freddo i rossoneri.

In avvio di ripresa parte forte la pantera con Tarantino che dopo una serie di finta calcia a rete e tocca la traversa, il Palazzolo non cambia atteggiamento e sembra difendere l’uno a zero, Franzoni prima inserisce Chiari, poi Ouadri, ma non ci sono significative differenze. La Lucchese cerca di chiudere il match, ma è poco lucida sottoporta come al 15′ quando Nolè ben innescato da Tarantino pecca in concretezza davanti a Giussani che neutralizza due
volte. Al 20′ Fracassi decide di togliere Tarantino per De Luca, schierando un doppio centravanti di peso. Al 24′ però è il Palazzolo a farsi sotto sempre con Guariniello che va vicino alla rete ma il tiro è deviato da Azzolin. La mossa della panchina rossonera si rivela decisiva al 26′ quando su cross irrompe De Luca e con un rapido tap raddoppia il vantaggio rossonero. La partita finisce in ghiacciaia, Franzoni prova a inserire Zamblera togliendo Moretto, un attaccante per un difensore, ma non cambia niente per i biancocelesti. C’è pero da segnalare che il Palazzolo recrimana per un rigore non concesso al 38′ quando Azzolin tocca il pallone con la mano in area rossonera, ma il signor Robillotta non se ne avvede tra le proteste dei padroni di casa. Fracassi al 39′ toglie Raicevic e manda in campo Pecchioli, poi inserisce Terlino per Azzolin che viene anche ammonito per perdita di tempo. Nei cinque minuti di recupero c’è gioia anche per Pecchioli che segna una doppietta prima con un bel sinistro sul portiere in uscita, poi approffittando di uno scontro tra Leoni e Giussani che lascia sguarnita la porta rossonera.

A fine gara Bruno Russo, diesse rossonero commenta così: “Ottima prestazione, e finalmente abbiamo colmato il gap. Invito tutti a stare con i piedi per terra, basta un errore in queste cinque partite per ritornare indietro. Quello che è successo alla Correggese può succedere anche a noi, e non dobbiamo sbagliare, il nostro destino è nelle nostre mani.” Fracassi alleantore dei rossoneri commenta così: “Siamo riusciti a mettere in pratica quello che avevamo preparato in settimana con mister Pagliuca. Oggi godiamo perchè ci abbiamo sempre creduto a questo recupero e da domani ci riconcentriamo sulla prossima gara, purtroppo Espeche domenica sarà squalificato, non ci voleva, ma sappiamo come sostituirlo.”.

Il Tabellino
Palazzolo – Lucchese: 0-4
Marcatori: 16′ Aliboni (rig), 26’st De Luca, 47’st e 50’st Pecchioli
Palazzolo: Giussani; Lancini, Moretto (31’st Zamblera), Capelli, Boschiroli; Trovò, Raccagni (1’st Chiari), Ligarotti; Solazzi (10’st Ouadri), Guariniello (Belometti, Alushi, Sala, Breda, Cropelli, Zendrini, Zamblera) Allen: Franzoni.
Lucchese (4-3-1-2): Casapieri; Petrini, Espeche, Calistri, Azzolin (39’st Terlino); Gialdini, Aliboni, Nolè; Chianese; Tarantino (20’st De Luca), Raicevic(39’st Pecchioli) (Sannino, Angeli, Biagini, Zinetti, Ghelardoni, Calcagni) Allen: Fracassi
Arbitro: Sig. Robillotta di Sala Consolina
Ammoniti: trovò, espeche, Boschiroli, Aliboni, Azzolin
Recupero: 2 e 5
Spettatori 300 circa

La Redazione

@loschermo

23 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

23 Commenti

  • Admin
    31 marzo 2014, 19:03

    zero commenti, diamine… come da copione. poi se vi si dice gufi vi offendete pure.

    RISPONDI
  • Admin
    31 marzo 2014, 19:09

    putroppo è vero
    allora commento io:una bella notizia per tutti i lucchesi.

    RISPONDI
  • Admin
    31 marzo 2014, 21:05

    brava sara, naturalmente il ” gufo” non era rivolto a te 🙂 Io dico a coloro i quali dicono di odiare o non seguire la lucchese e poi sanno tutto… ciao.

    RISPONDI
  • Admin
    31 marzo 2014, 23:09

    Mah… speriamo che poi non fallisca.

    RISPONDI
  • Admin
    31 marzo 2014, 23:55

    la verita’ e’ che ai lucchesi di lucca e di tutto cio’ che la rappresenta non importa nulla e i ripetuti fallimenti sportivi nel calcio prima e nel basket dopo sono una conseguenza del menefreghismo regnante in questa citta’.

    RISPONDI
  • Admin
    1 aprile 2014, 10:09

    Perché la massa dovrebbe tornare allo stadio, quando ci sono pagine FB che, ferocemente, predicano disprezzo, fomentano divisioni e minacciano di “tirare nel fossato”?

    Rimanete pure voi “pochi ma buoni”, a celebrare il vostro rito per un ristretto gruppo di eletti, che così la domenica la circonvallazione è anche più sgombra.

    RISPONDI
  • Admin
    1 aprile 2014, 14:10

    La tifoseria della Lucchese è morta da quando i fasci sono entrati in curva, ai tempi del Puffo la gente allo stadio ci veniva eccome. La città comunque non si rappresenta tramite il tifo ma tramite le persone.

    RISPONDI
  • Admin
    1 aprile 2014, 20:12

    oh ALESSANDRO, cerchiamo di non fare le anime belle e di non cascare del pero, eh?

    Passare direttamente dal Puffo ai “fasci”, è come passare dai dinosauri all’homo sapiens saltando tutto quello che c’è stato nel mezzo

    Prima dei “fasci”, in curva il piedino ce l’aveva messo qualcun altro, se vogliamo raccontare la “storia” raccontiamola tutta, su.

    Altrimenti, per i nostalgici della scissione del 1921 c’è sempre la curva del Livorno.

    RISPONDI
  • Admin
    1 aprile 2014, 22:23

    caro alessandro, non scomodare i “fasci”.
    Vatti a vedere le foto dei Panthers negli anni 90 con le celtiche, così magari la prossima volta eviti di tirare sfondoni.

    RISPONDI
  • Admin
    2 aprile 2014, 02:46

    Panthers = non c’era politica in curva.

    RISPONDI
  • Admin
    2 aprile 2014, 11:59

    i panthers erano apolitici.
    dopo un’inizio con le celtiche,capirono giustamente che per guidare la curva dovevano diventare un gruppo apolitico,nel quale tutti si potevano riconoscere.
    un gruppo orientato politicamente avrebbe automaticamente escluso chi non si riconosceva in una certa idea politica.
    anzi mi ricordo che quando qualcuno tentava di far entrare la politica in curva, s incazzavano a morte.
    altri tempi

    RISPONDI
  • Admin
    2 aprile 2014, 16:21

    ma chi se ne frega, tanto a luglio fallisce e risiam dacapo…pò per forza la gente si allontana…

    RISPONDI
  • Admin
    2 aprile 2014, 17:54

    alla cureggese è bene stanni davanti…

    RISPONDI
  • Admin
    2 aprile 2014, 18:02

    la storia dei “fasci ” in curva = spopolamento dello stadio e’ una balla colossale, io ho 50 anni, lo stadio lo frequento eccome, e nessuno mi hai mai rotto le scatole o cercato di colonizzarmi politicamente, lo stadio e’ vuoto (gli stadi anzi) per vari motivi: 1) troppo calcio in tv 2) categoria infima 3) scuse varie, una di queste e’ la politica. I tempi dei pf sono purtroppo lontani , lo stadio era pieno si’, serie B, lottando per due volte per la serie A, cmq lucca non si e’ mai distinta in pienoni se non la giornata del festeggiamento dove era facile salire sul carro. Ripeto fino alla noia, il frequentare il porta elisa non e’ certo un obbligo, ma chi non viene abbia il buon gusto di dire “non ne ho voglia, la categoria mi fa schifo ecc ecc”, ma la politica centra come i cavoli a merenda.

    RISPONDI
  • Admin
    3 aprile 2014, 11:35

    @ Marco

    In verità i pienoni ci son stati anche contro Pontedera e Siena in C2 a novembre l’anno di Rumignani,
    tanto per dirne un paio al volo.
    Lucca era una città dove in rapporto alla popolazione la presenza allo stadio era altissima.
    Adesso per una molteplice serie di cause siamo ridotti a qualche centinaio di spettatori, cosa inaudita anche solo un lustro addietro.

    RISPONDI
  • Admin
    3 aprile 2014, 11:58

    @marco: E’ vero i bulldog non sono mai esistiti, non ci sono stati processi per intimidazioni ed io, domani, vinco al superenalotto. Stammi bene.

    RISPONDI
  • Admin
    3 aprile 2014, 18:10

    @marco: hai pienamente ragione, infatti i bulldog non sono mai esistiti, non sono stati fatti processi per intimidazione e violenze ed io, domani, vincerò al superenalotto.

    RISPONDI
  • Admin
    3 aprile 2014, 20:24

    statistico di nome e di fatto. verissimo l’anno di rumignani Pontedera quasi 8000, la partita dopo nonostante lo zero a zero ci furono quasi 9000 persone.

    RISPONDI
  • Admin
    4 aprile 2014, 11:57

    Dire che la politica non c’entra niente è una falsita.
    Se 80 persone bulldog non fossero stati dei fasci violenti e fossero andati allo stadio solo per vedere la Lucchese sarebbero ancora in gradinata con gli altri.

    Se i Bulldog non avessero fatto tutto il casino in curva Fedayin Tori Flesciati e compagnia non si sarebbero sciolti e sarebbero tuttora allo stadio, così come molti apolitici che erano in curva e non ci vanno più a vedere la Lucchese

    Mi dispiace ma la responsabilità è anche di quei gruppi non c’è nulla da fare, fa male ammetterlo ma alcuni tifosi hanno contribuito allo svuotamento dello stadio.

    Poi è chiaro che due fallimenti ti fan passare la voglia..

    RISPONDI
  • Admin
    4 aprile 2014, 13:39

    Domenica stadio pieno e pavesato a festa

    RISPONDI
  • Admin
    4 aprile 2014, 17:52

    filippo si conferma ancora una volta un non frequentatore del porta elisa, e a lui basta parlar di politica, chi ha detto che nn sono esistiti i bulldog ? i loro processi principalmente sono di natura extra calcistica e la cosa non ha riguardato fatti accaduti nello stadio. i fallimenti, le tv e lo scarso amor prorpio di una cotta’ han fatto il resto. adesso per esempio i tori flesciati potrebbero tronare al porta elisa , peche ‘ non lo fanno ? perché non ne hanno voglia ecco tutto.

    RISPONDI
  • Admin
    4 aprile 2014, 21:50

    Ma si troveranno un 10/15 seggiolini liberi, per ospitare tutti i Tori Flesciati?

    Al limite si potrebbe riservarne 10 e poi fare l’overbooking, tanto non credo che vengano tutti tutti.

    RISPONDI
  • Admin
    5 aprile 2014, 01:59

    …e cmq l’articolo parla di sport e del primo posto in coabitazione con la correggesse, poi e’ saltato fuori l’odio verso la lucchese e ogni scusa e’ buona.

    RISPONDI

.

Newsletter