Photolux, la grande fotografia internazionale a Lucca: diciassette mostre, workshop, proiezioni, incontri e un nuovo expo

LUCCA, 15 novembre – Tornano a Lucca gli scatti d’autore e la grande fotografia dei maggiori autori contemporanei con il tema delle “URBS visioni urbane”. Dal 23 novembre al 15 dicembre, con il nuovo nome di Photolux, si rinnova l’appuntamento con il Festival Internazionale di Fotografia. Il programma è denso le eventi: Diciassette le mostre suddivise in sette sedi espositive nel centro storico di Lucca con Jonas Bendiksen, Luca Campigotto , Weng Fen , Maurizio Galimberti,  Irene Kung , Joel Meyerowitz, Boris Mikhailov, Gergely Szatmári, Christopher Thomas, Lorenzo Tricoli, Sara Munari, Massimo Vitali, Aurelio Amendola, Guido Biffoli, Ettore Cortopassi, Eugenio Ghilardi Gualtiero Di Puccio, Andrea Boccalini, Peter Greenaway.

Ventisei incontri con i protagonisti della fotografia italiana e internazionale, nove workshop tematici, undici letture portfolio con Claudio Composti, Claudio Corrivetti, Gigliola Foschi, Elisa Medde, Silvia Omedes, Laura Sassi, Dimitri Beck, Jim Casper, Caroline Hunter, Espen Rasmussen, Arianna Rinaldo. Tre le proiezioni cinematografiche.

Il programma di Photolux  è stato illustrato oggi a Palazzo Orsetti, dal direttore artistico del festival, Enrico Stefanelli alla presenza del sindaco di Lucca Alessandro Tambellini, dal Presidente della Camera di Commercio Claudio Guerrieri, del vicepresidente della Provincia di Lucca Maura Cavallaro, dal vice Presidente della Fondazione BML Giuliano Nieri, dell’assessore alla cultura del Comune di Lucca Alda Fratello e da Maria Pacini Fazzi direttore dell’Archivio Fotografico Lucchese.

Le novità di questa edizione: PhotoVogue, è la nuova iniziativa realizzata all’interno del Roberto Del Carlo Photolux Contest. Si tratta di un concorso internazionale al quale hanno accesso solo i fotografi accreditati da Vogue, il periodico di moda più glamour del mondo. Le foto più significative saranno raccolte a Lucca in una mostra dedicata e i vincitori saranno premiati durante la serata di apertura del Festival. Uno spazio speciale quest’anno è riservato ai giovani emergenti.

In collaborazione con l’Associazione Culturale Weloveph, il Photolux Festival dà vita al Circuito OFF, un’occasione unica che consente alle nuove leve di fotografi di poter esporre le proprie opere, nell’ambito di una manifestazione di respiro internazionale, in varie location del centro storico della città. Contesti inusuali quali negozi, ristoranti, alberghi, studi professionali, laboratori artigiani e gallerie.

Expolux 2013, è un evento pensato per rispondere alle esigenze dei professionisti del settore. Agenti, editori, galleristi, stampatori, fotografi e collettivi avranno a disposizione uno spazio dove incontrarsi, parlarsi, scambiare idee, progetti, piani per il futuro e creare nuove opportunità di lavoro. Il luogo giusto per i collezionisti dove poter reperire opere di artisti famosi o emergenti e libri di particolare pregio. Tutto pronto, dunque, mentre Lucca mette in campo tutte le sue forze e si prepara ad ospitare un evento così atteso e prestigioso che richiamerà visitatori e turisti da ogni parte del mondo.

Tema dell’edizione: URBIS – Visioni Urbane Il titolo dell’edizione 2013 del Photolux Festival è Urbis. Un omaggio al grande fotografo Gabriele Basilico, recentemente scomparso, che ha fatto scuola con le sue visioni rigorose del paesaggio e dell’architettura urbani. Su questo tema si sono misurati quest’anno i fotografi in mostra a Lucca. Il concetto di città racchiude in sé vari aspetti. Dalle peculiarità di ogni singolo centro, alle diversità culturali date dalle dimensioni e dalla posizione geografica. Piccola cittadina di provincia o grande metropoli, la realtà urbana è protagonista dell’era contemporanea. Un luogo plurale, vario, stratificato, articolato su vari livelli che si intrecciano tra storico, architettonico, sociale e umano. Proprio la pluralità e la densità ontologiche degli spazi urbani fanno sì che la città non sia più solo un ambiente da ritrarre, ma piuttosto un testo, sempre più complesso, di cui è possibile dare molteplici chiavi di lettura. Per costituzione, la città ha sempre rappresentato un centro di infinite possibilità fotografiche, sia a livello tematico che stilistico o compositivo, ed è da sempre un soggetto particolarmente amato dai fotografi. Di alcune di esse, come Parigi o New York, sono state scattate talmente tante fotografie da formare esse da sole un capitolo fondamentale della storia del linguaggio fotografico. Photolux non si propone di offrire una visione esaustiva del rapporto città-­‐ fotografia, ma di fornire, piuttosto, una parziale esemplificazione di quanto la città si presti alle più disparate interpretazioni. La città che vediamo nelle fotografie esposte oltre che documentata è anche immaginata, rielaborata, interpretata e presentata in versioni insolite. Non più solo un contenitore, uno spazio da riempire, ma una realtà che vive di vita propria, un agente attivo che influenza coloro che lo abitano e ne modifica le abitudini: reciproco è, infatti, il rapporto di influenza che si stabilisce tra lo spazio urbano e l’uomo: l’uomo che plasma lo spazio e lo spazio che plasma chi lo vive.

LEGGI ANCHE: Tutte le mostre di Photolux 2013

LEGGI ANCHE: Gli incontri – i Leica Talk

LEGGI ANCHE: “La città nuda” Le proiezioni

LEGGI ANCHE: I workshop e le letture portfolio

1 commento

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

1 Commento

  • Admin
    26 novembre 2013, 13:53

    sono interessata a Photolux e vorrei poter partecipare alle prossime edizioni con una mia mostra personale.
    Grazie
    Buona giornata
    ClaudiaBevini

    RISPONDI

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com