Un autogol di Calistri condanna la Lucchese, sconfitta per 3 a 2 dalla Virtus Castelfranco. Persa la testa della classifica, Tarantino infortunato

LUCCA, 10 novembre – Lucchese beffata nel finale dalla Virtus Castelfranco, sconfitta per 3 a 2 a causa di uno sfortunato autogol in pieno recupero di Calistri. I rossoneri hanno messo in campo una partita tutto cuore soffre e ribaltato il risultato, dal due a zero, doppietta di Del Rio, chiude il primo tempo sul 2 a 1 con la rete di Caboni e pareggia il conto con Nolè in avvio di ripresa, ma nel finale è Calistri a condannare i suoi. La pantera perde la testa della classifica visto che la Correggese ha asfaltato il Paazzolo per 5 a 0. Partita vera quella tra Castelfranco e Lucchese che ha visto i padroni di casa mettere in difficoltà gli ospiti soprattutto con l’ariete Del Rio, migliore in campo dei suoi. I rossoneri perdono anche Tarantino, sospetto stiramento per il numero 10 rossonero, ne sapremo di più in settimana.

La Gara:
Mister Fracassi, che sostituisce in panchina anche questa giornata Guido Pagliuca squalificato, schiera Lima al posto di Pecchioli infortunato, nessuna sorpresa quindi nella formazione dei rossoneri. Mentre l’allenatore dei padroni di casa Chezzi schiera Cortese e Di Giulio, entrambi al rientro da due lunghi infortuni, che insieme formano la catena di sinistra della Virtus Castelfranco. resta in panchina Beatrizzotti anche lui reduce da uno stop forzato così come il titolare Baldaccini.

La Lucchese parte subito con il piglio giusto, (al 7′ la virtus castelfranco perde Girelli ed entra Baldaccini) ma alla prima occasione è la Virtus Castelfranco a segnare (10′) con Dal Rio che trafigge di testa Casapieri su cross di Sacenti. I rossoneri incassano il colpo e cercano la reazione, provano a giocare il pallone, ma ancora una volta sono i padroni di casa a segnare (20′) sempre con Del Rio, anche questa volta con un colpo testa su cross di Lauchihi. La pantera accusa il colpo, e subisce anche l’infortunio di Tarantino che deve lasciare il posto a Lo Sicco, Lima e Caboni formano quindi la coppia d’attacco, con Chianese che va a fare il vertice alto del rombo di centrocampo, con ALiboni vertice basso.
Dopo la mezzora Cortese e Di Giulio iniziano ad accusare il lungo stop, Petrini inizia a fare qualche scorribanda sulla destra, e al 40′ arriva il gol che riapre il match: Caboni riprende una conclusione di Lima respinta dal portiere Gibertini e deposita in rete segnando il provvisorio 2 a 1. Un minuto più tardi Petrini mette in mezzo un pallone d’oro, ma nessuno trova la deviazione.

La ripresa vede la Lucchese provare subito a cercare il pari, dopo 5 minuti Chezzi sostituisce Cortese con Beatrizzotti (anche lui al rientro da un infortunio). Al minuto 8 Chianese conquista una buona punizione sulla battuta insidiosa a centro area, Calistri si avventa sul pallone,  Gibertini lo anticipa, Nolè è ancora una volta il più lesto e calcia in rete per il 2 a 2. Agguantato il pari la pantera cerca la zampata finale, e alza il ritmo, conquista qualche corner, ma a far venire i brividi è Dal Rio che al 15′ su corner di Beatrizzotti colpisce ancora una volta di testa superando la marcatura di Espeche e per poco non sigla la tripletta personale. La Lucchese forse spaventata, sembra perdere la foga di inizio ripresa, mentre il Castelfranco non sembra voler rischiare di perdere una partita che vinceva per 2 a 0.

Poi la partita si accende nuovamente, sa 25’st Del Mastio subisce una botta al naso in uno scontro di gioco ed è costretto ad abbandonare il terreno di gioco, al suo posto entra Audino. Dal Rio va vicino al terzo gol al 27′ con un bel tiro dal limite dell’area, ma Casapieri in tuffo devia a lato. Al 29′ sugli sviluppi di un corner, Casapieri esce a vuoto, conclusione di Del Rio da testa, ma Casapieri recupera e provvidenzialmente salva in corner. Al 32′ la palla buona per passare in vantaggio è sui piedi di Lima che calcia sul primo palo, ma ottiene solo un corner. Al 42’st Riccobono prende il posto di Lima. Al 48′ Caboni ingenuamente perde il contrasto con il neoentrato Baldaccini e cade a terra sperando nel fischio dell’arbitro che non arriva, cross teso di Baldaccini, Calistri interviene e realizza il più classico degli autogol condannando così i rossoneri alla sconfitta e alla seconda piazza in graduatoria.

Il tabellino:

Virtus Castelfranco – Lucchese: 3-2
Marcatori: 10′, 20′ Dal Rio, 39′ Caboni, 9’st Nolè, 48’st Calistri (aut.)
Virtus Castelfranco: Gibertini; Sacenti, Sassarini, Tammaro, Di Giulio; Del Mastio (25’st Audino), Scarpa, Girelli (7′ Baldaccini) , Cortese (5’st Beatrizzotti); Dal Rio, Louhichi. (D’Agostino, Buldrini, Baldaccini, Rossi, Molinari, Nobile, Oubakent) Allen: Chezzi
Lucchese: (4-3-3): Casapieri; Petrini, Calistri, Espeche, Terlino; Nolè, Aliboni, Chianese; Lima (42’st Riccobono), Tarantino (30’pt Lo Sicco), Caboni. (Sannino, Angeli, Zinetti, Ghelardoni, Cucurnia, Russo, Discetti) allen: Fracassi
Arbitro: sig. Dionisi de L’Aquila
Ammoniti: Cortese, Del Mastio, Aliboni, Dal Rio
Corner: 3 a 8
Recupero: 1 e 4
Spettatori: 300 circa (150 provenienti da Lucca)

Pagliuca sbotta: “Alone di negatività intorno alla Lucchese, non avevo cambi, a gennaio tutti si rafforzeranno.”. Russo: “sconfitta immeritata” Chezzi: “grande Castelfranco”

La redazione

@loschermo

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter