Gorlin: “La strada è in salita, ci vorrebbe qualcuno che prendesse a cuore la nostra situazione”. L’infortunio di Robbins complica il cammino del Basket Le Mura Lucca

LUCCA, 6 novembre – Una battuta quella del diesse del Basket Femminile Le Mura Lidia Gorlin, ma che in verità rispecchia il difficile momento in cui si è venuta a trovare la società biancorossa dopo l’infortunio occorso domenica scorsa al pivot Jillian Robbins.

Il grave infortunio al ginocchio di Robbins, durante il match contro la Famila Schio, rischia di compromettere l’intero campionato della Gesam Gas. La società del presidente Cavallo aveva trovato il budget necessario per la stagione, seppur fra molte difficoltà, ma adesso si trova a dover fare i conti con una tegola non da poco.

Per noi è un gran dispiacere aver perso una giocatrice come Robbins – afferma Gorlin -. Dal punto di vista umano si era ambientata benissimo e si è sempre messa a disposizione dell’allenatore e della squadra con grande impegno e determinazione; dal punto di vista sportivo ha dimostrato il proprio valore in ogni occasione. La società aveva preventivato un budget che adesso non basta più, qualora volessimo tornare sul mercato“.

Lucca ha dimostrato, seppur con una squadra rivoluzionata rispetto alla scorsa stagione, di potersela giocare contro chiunque, ma adesso la strada si è fatta più dura senza un elemento di ruolo come Robbins. La società tornerà sul mercato?

Stiamo valutando il da farsi – continua il disesse – e ci stiamo guardando intorno, ma trovare adesso ulteriori risorse è molto complicato. Ci vorrebbe qualcuno che prendesse a cuore la nostra situazione e che avesse la volglia di darci una mano“. 

Difficile trovare adesso una giocatrice con le caratteristiche del centro americano, ad un buon prezzo soprattutto. Considerando poi che ad ogni nuovo tesseramento vanno aggiunti 5 mila euro di paramentro, la situazione non è delle più semplici. La società lucchese puntava inoltre all’organizzazione delle finali di Coppa Italia, dopo il gran successo dello scorso anno con l’Isola Cup, a cui accedono le prime quattro squadre in classifica nel girone d’andata. Un obiettivo che, adesso, è a rischio.

Robbins intanto è decisa a farsi curare in Italia, per stare vicina alle compagne e per tornare, compatibilmente, a tempo di record. 

La redazione

@loschermo

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com