Consiglio: Fazzi chiede i dati SIAE su Lucca Comics & Games. Martinelli contrario all’accorpamento lavori pubblici e urbanistica

LUCCA, 9 settembre – Con settembre riprende l’attività del Consiglio Comunale lucchese che si riunirà domani (10 settembre) alle 14,30. Depositati due ordini del giorno da parte di consiglieri di opposizione. Marco Martinelli (PdL) invita Sindaco Tambellini e giunta a rivedere la decisione presa a luglio di unire due settori del Comune di Lucca: Urbanistica e Lavori pubblici. La creazione del supersettore che è ancora sprovvisto di dirigente, preoccupa notevolmente il consigliere del PDL che a nome del gruppo chiede di dividere nuovamente i due settori.

Pietro Fazzi (Liberi e Responsabili), torna invece alla carica contro Lucca Comics & Games: “A conclusione dell’edizione 2012 tanto la Società ‘comunale’ organizzatrice quanto la stessa Amministrazione Comunale diffusero comunicati e dichiarazioni sui risultati eccezionali dell’evento. In particolare, si disse che si erano ‘registrate’ presenze avevano raggiunto la ragguardevole cifra di ‘180.000 presenze nei 4 giorni di evento’.

“E’ peraltro noto come –  prosegue Fazzi – su tali dati vengano intavolate le trattative con gli sponsor, con i soggetti istituzionali, con gli diversi interlocutori pubblici e privati che sostengono la manifestazione con azioni di sostegno o con contributi finanziari che, nel campo della pubblicità che vengono ‘prezzati’ tenendo conto in modo essenziale del numero dei partecipanti e di quello dei contatti. E’ evidente che una eventuale significativa differenza tra i dati diffusi e quelli reali potrebbe configurare responsabilità anche gravi.

Dato che il soggetto organizzatore ‘spende’ la credibilità del socio unico e, in ultima istanza, quella del Comune di Lucca, sarebbe oltremodo preoccupante che tali dati, così ampiamente diffusi, non corrispondessero, nella sostanza, a quanto accertabile ufficialmente”.

Fazzi interroga dunque il sindaco Tambellini “perché sia resa noti a tutti l’esatta consistenza delle presenze registrate nei 4 giorni dell’evento “Lucca, Comics and Games 2012” fornendo a tal proposito l’intera documentazione SIAE relativa alla produzione, distribuzione e vendita, anche tramite terzi, dei documenti di accesso (biglietti). A titolo di esempio si indicano anche i giornalieri, gli abbonamenti, i ridotti, gli omaggio, i pass per gli espositori, per lo staff… sottraendo, ovviamente, al totale quanto è risultato non venduto“.

@Loschermo

14 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

14 Commenti

  • Admin
    9 settembre 2013, 22:45

    Bisogna veramente stigmatizzare il comportamento completamente anticivico e irresponsabile di Pietro Fazzi, che probabilmente per qualche meschino problema personale attacca da mesi Lucca Comics e non si perita a danneggiare la città di Lucca nella sua principale manifestazione fieristica con polemiche assurde.
    I dati di affluenza di Lucca Comics & Games, come Pietro Fazzi capirà bene visto che è pure intelligente, sono dati industriali sensibili e non devono rientrare nella cocciuta e inutile logorrea politica che non porta nulla se non il danneggiamento di una realtà produttiva anche se a connotazione pubblica. Fazzi verifichi quello che vuole senza brandire queste azioni come una clava.

    RISPONDI
  • Admin
    9 settembre 2013, 23:27

    ecco, appena l’aria rinfresca, le rondini si preparano a migrare e Pietro Fazzi torna alla carica con il suo migliore evergreen: i comics!

    dott. Fazzi, visto che ha citato i biglietti omaggio, mi permetto di ripostarele una domanda che la avevo fatto l’anno scorso (in data 18/9/12):

    “potrebbe dirci se lei riceve[/ha ricevuto] biglietti per i comics in omaggio in quanto “Consigliere Comunale” o a fronte di qualunque altra carica che ricopre/ha ricoperto?”

    l’anno scorso ho ottenuto soltanto un “Mi venga a trovare”(!?) o un invito a domandare alla Società Lucca Comics & Games (!?!?!?).

    dott. Fazzi, come detto lavoro fuori lucca non ho tempo da perdere in scampagnate: sono sicuro che conosce l’informazione e sono sicuro che, in nome della trasparenza che lei domanda all’attuale amministrazione (e che ovviamente tutti ci auspichiamo), saprà rispondermi in modo rapido, preciso ed esauriente.

    Cordiali saluti,
    Marco

    ps. una nota per Fazzi. In quanto lucchese (e quindi tirchio) nel 2012 ho partecipato ai comics senza comprar biglietti ma semplicemente girando per il centro città, ad ammirare la gente mascherata e facendo capolino negli stand gratuiti per 2 giorni sui 4 di manifestazione.

    RISPONDI
  • Admin
    10 settembre 2013, 01:29

    Resto stupito dai commenti di BASTA e MARCO. Cosa volete dire??? In particolare BASTA. Che vuoi dire??? Insomma, se si falsificassero i dati sugli ingressi sarebbe grave. Per me Fazzi fa benissimo a chiedere i dati reali. In tal modo difende la serietà della manifestazione. Parto dal presupposto che i dati diffusi fossero reali. In tal caso non avranno difficoltà a fornirli a Fazzi e a tutti noi. Dov’è il problema?? Si tratta solo di trasparenza. Glasnost si direbbe in russo.

    RISPONDI
  • Admin
    10 settembre 2013, 09:27

    Il problema sta nel continuo attacco alla più importante manifestazione nella nostra città.

    Lucca ha tante problematiche, si facessero discussioni accese su quelle.

    Ci vediamo alle prime critiche sul povero prato degli spalti maltrattato e vilipeso, o sull’utilizzo di quella oscenità che è il polo fieristico lucchese.

    RISPONDI
  • Admin
    10 settembre 2013, 10:03

    i comics sono l’oro di lucca. non ho mai visto qualcuno che dice di lavorare per il bene della città, mettere dubbi od ombre su una cosa che la rende viva : fazzi vergogna. Il fatto di non “avere nessun beneficio” dal successo della manifestazione non la autorizza a sparare fango (continuamente) su di essa. Viene quasi il dubbio che dietro ci sia altro.

    RISPONDI
  • Admin
    10 settembre 2013, 10:38

    Non si è ancora capito che se una cosa è farlocca ma bella, resta farlocca. Non si può passare sopra tutto in nome del buonismo e del volemose bene.
    Questo è l’atteggiamento del cazzo che ha distrutto questo paese.
    E’come costruire una splendida villa, magari a firma Renzo Piano, sulla scogliera di Anacapri. Bella la villa ma se dietro c’è l’abuso,la cosa resta e rimane da censurare.
    Fazzi ha fatto il suo: come la consigliera Giorgi del M5S ha fatto bene a chiedere i dati del Summer.
    Gli intoccabili ci iniziano a stare sui coglioni,specie quando, SPENDENDO SOLDI MIEI E DI NOI TUTTI, non avrebbero teoricamente niente da nascondere se tutto fosse lindo e pulito. O no?
    E invece…ogni volta…arrivano le truppe cammellate anonime in difesa, e tutti stizziti perché ci si permette solamente di chiedere, figuriamoci – come sarebbe giusto lecito e morale – di esigere i dati di una manifestazione che si regge comprovatamente sui soldi di tutti. A casa mia? Si direbbe che c’è della merda nei tubi, poi fate voi. Chi non ha niente da nascondere, risponde dettagliatamente e via. Altro che menate.

    RISPONDI
  • Admin
    10 settembre 2013, 14:50

    Fazzi, dat il suo passato, saprà che per avere i dati Siae dettagliati di una manifestazione, occorre una richiesta motivata del sindaco.
    Avrà voglia Tambellini di vedere se c’è o no “merda nei tubi” ?
    Vale per i Comics come per il Summer.

    RISPONDI
  • Admin
    10 settembre 2013, 15:40

    Mi raccomando spaliamoci fango addosso, diciamo ai quattro venti che LC&G e Summer festival taroccano i dati sugli ingressi, facciamo sempre traballare la logistica della fiera in modo che gli sponsor e gli espositori se ne vadano da qualche altra parte. Vedo già una magnifica fiera dei fumetti alla Fortezza da Basso a due passi dalla nuova stazione di alta velocità, come c’è già stata in primavera, finanziata non con i soldi degli incassi (come fa LC&G) ma con quelli di Toscana promozione che pagate CON LE VOSTRE TASSE.
    Questa città di gasteropodi bavosi merita di diventare un sobborgo di Pisa come voleva Rossi, che ha capito bene di che pasta siete fatti. Fazzi conosce bene da ex sindaco la macchina di LC&G ed è assolutamente anticivico che si muova in questo modo quando può esercitare il suo diritto dovere di controllo senza clamori e senza danneggiare un’azienda che vive e produce ricchezza senza intaccare il patrimonio pubblico.

    RISPONDI
  • Admin
    10 settembre 2013, 16:38

    La Giorgi attacca il summer perchè il comune aiuterebbe gli organizzatori, io da elettore semplice farei pagare gli amministratori se non aiutassero il Summer.

    Il Fazzi attacca i comics perchè invece di 180 000 spettatori i dati ufficiali potrebbero essere più bassi, facciamo 150 000, ma chissenefrega. Per vedere che l’edizione 2012 è stata un successo basta chiedere agli albergatori, senza per forza dover fare un giro in città in quei giorni.

    Il compito di chi sta all’opposizione dovrebbe essere di controllo sulle problematiche della città, non di controllo sulle cose che funzionano.

    RISPONDI
  • Admin
    10 settembre 2013, 17:08

    Comunque un paio di anni fa ci fu’ un incontro pubblico, dal quale venne fuori che i Comics non costavano soldi pubblici, che il pubblico reale è maggiore di quello soggetto a sbigliettazione (ma mi sembra ovvio, basti pensare alla gente sugli spalti).

    RISPONDI
  • Admin
    10 settembre 2013, 17:29

    Puntuale come la processione, il sig. Fazzi non perde l’opportunita’ di far vedere la sua pochezza anche quest’anno con quanto mai inutili polemiche. E nel momento di massimo sforzo organizzativo a poco meno di due mesi dalla manifestazione.
    Proprio vero che pur di non finire nel dimenticatoio si puo’ anche rendersi ridicoli sparandole sempre piu’ grosse….

    RISPONDI
  • Admin
    10 settembre 2013, 17:45

    Si tratta solo di trasparenza.
    Ha attaccato la manifestazione? no.
    Ha chiesto solo di verificare il numero di spettatori.
    Quale è il problema?
    è un operazione semplice semplice, se i dati sono giusti viene verificata la correttezza della gestione.

    RISPONDI
  • Admin
    10 settembre 2013, 18:09

    @ ammonio e beppe

    Di regola non intervengo come commentatore e Lo Schermo ha già pubblicato la nostra posizione ufficiale.
    Volevo solo chiarirvi che il dubbio che ci sia del marcio deve essere motivato, altrimenti se si accende un fumo senza un supporto reale, la gente penserà sempre che di sicuro c’è dell’arrosto che brucia. E questo riguarda soprattutto gli uomini politici che devono avere senso di responsabilità, a meno che non si rivolgano contro loro nemici personali o simili.

    Beppe ci dichiara: “Gli intoccabili ci iniziano a stare sui coglioni,specie quando, SPENDENDO SOLDI MIEI E DI NOI TUTTI, non avrebbero teoricamente niente da nascondere se tutto fosse lindo e pulito. O no?”.
    Ma cosa gli fa pensare che noi siamo intoccabili e abbiamo santi in paradiso che ci tutelano azzittendo le voci di protesta?

    Quello che si deve capire, al di là della rispondenza dei dati che ha il Sindaco e che comunicherà al sig. Fazzi, è che questi dati sono stati da noi resi noti, dopo aver fatto gli opportuni controlli, in una Conferenza Stampa UNA DECINA DI MESI FA!

    Ciò che rilevo è questa assurda intempestività dell’intervento. A suo tempo Fazzi ha avuto i nostri bilanci – che non sono nascosti, ma pubblici – e, per ogni attacco fatto, ha sempre ottenuto le delucidazioni del caso.
    Lei parla di “niente da nascondere”: infatti nessuno vuole nascondere niente (e perchè poi?) e i dati li avrà. Forse avrebbe potuto (non dico rivolgersi a noi, figuriamoci) incontrare il Sindaco e chiederglieli. Poi, una volta accertato il dolo avrebbe potuto attaccarci su base solide. Il problema è che avrebbe potuto anche trovare la perfetta rispondenza con quanto dichiarato e allora avrebbe dovuto starsi zitto: nel modo scelto, invece, ha sollevato un polverone destinato a sgonfiarsi senza avere niente in mano. E’ questa una cosa corretta? Così ci si erge a paladini del …. boh e si daneggia senza motivo l’immagine della manifestazione e dei suoi organizzatori nei confronti di interlocutori di ogni genere in un momento in cui la nostra macchina è tesa al massimo sforzo?. Pensa che al mondo non esista la concorrenza, nè chi ce l’ha con Lucca e con noi?
    Quando un politico si muove, deve farlo senza censure ma con i piedi di piombo.

    Un ultimo commento su: “E invece…ogni volta…arrivano le truppe cammellate anonime in difesa, e tutti stizziti perché ci si permette solamente di chiedere, figuriamoci – come sarebbe giusto lecito e morale – di esigere i dati di una manifestazione che si regge comprovatamente sui soldi di tutti”.
    Oltre al fatto che, quando tutti capiranno che noi non ci reggiamo sui soldi pubblici (“comprovatamente” dice, ma da che è comprovato?), sarà per noi un giorno di festa, perchè si presuppone che un evento di questa portata non abbia gente che è gli affezionata, ma deve sforzarsi a sguinzagliare quelle che, in maniera piuttosto sbarazzina, vengono sempre definite truppe cammellate?

    E, infine, non mi si parli di anonimato: ma questo sito e questo thread li segue oppure no? Conosce la comunicazione WEB 2.0? Non credo che scrivere BEPPE sia meno anonimo di un BASTA. ^__^

    Purtroppo non potrò seguire il prosieguo del dibattito, ma voglio ringraziare meharisti, cammelli, dromedari e qualsiasi altra razza di animale ci sostiene in questa buffa ma inverosimile lotta.

    Renato Genovese
    Direttore
    Lucca Comics & Games

    RISPONDI
  • Admin
    10 settembre 2013, 18:52

    Renato Genovese, quale sforzo è dare i dati
    Lucca Comics & Games, dove è scritto che deve esser motivato?
    La sede istituzionale è il consiglio comunale, un consigliere comunale verifica l’opertato della maggioranza chiedendo lumi al sindaco. Così funge la democrazia. Il consigliere chiede, l’amministratore risponde senza sollevare polveroni. Fazzi ha detto che i dati non erano corretti? no, ha solo voluto verificarli come da suo potere. Dovrebbe esser la norma.

    RISPONDI

.

Newsletter