Mister Medri lancia la sfida alla Lucchese e schiera Nicolini ex Pro Piacenza

LUCCA, 7 agosto -Vigilia di relax in casa rossonera. Lucchese con il sabato libero, mister Pagliuca ha dato appuntamento a tutti per la rifinitura per domenica mattina.

Arriva Romagna Centro, la seconda società di Cesena, che come i bianconeri, gioca al Manuzzi. Mister Filippo Medri, ex difensore romagnolo, da giocatore non ha mai perso al Porta Elisa.

“Bei ricordi con i duelli con Simonetta, Rastelli e Paci. Che attacco il rossonero- ricorda, non senza nostalgia, il mister di Romagna Centro- uno stadio importante, dove storia e tradizione sono ben presenti. Ma è roba di più di 20 anni fa, oggi la realtà è ben diversa”.

La troviamo sulla panchina di questa neopromossa, come c’è arrivato?

“Dopo cinque anni nel settore giovanile del Cesena, l’anno scorso con questi ragazzi abbiamo vinto il campionato di Eccellenza, e adesso eccomi qui. Cinque anni di settore giovanile, mi hanno permesso di conoscere e portarmi dietro, la maggior parte dei ragazzi che oggi sono le colonne di questa squadra”.

Mister Pagliuca, in sede di presentazione della gara, si è detto convinto che ve la giocherete senza tanti timori reverenziali.

“E’ giusto, noi veniamo a Lucca non certo per fare le barricate, con questo non voglio dire che adotteremo una tattica sfrontata, ma proveremo a fare la nostra partita, consapevoli di avere davanti una delle protagoniste del girone. Venderemo cara la pelle, senza fare barricate”.

4-3-3 la Lucchese, 4-3-3 il Romagna Centro vedremo una bella partita.

“Conosco bene i miei giocatori, devono crescere, smaliziarsi, ma non li cambierei per nulla al mondo. Certo dall’altra parte con un Tarantino così è un lusso per tutti”.

Mister Medri non dovrebbe stravolgere la sua formazione, rispetto a quella uscita perdente nella prima gara interna con la Corregese(0-2), forse solo un ritocco in difesa con Turci al posto di Vandi sulla corsia destra. per il resto fra i pali l’under Sempreni(’94), difesa a quattro con da destra a sinsitra Turci, Arrigoni, il nuovo Drudi arrivato dal Riccione e Carnesecchi; centrocampo a tre con Giunchi, l’anno scorso al Poggibonsi, Roccati e Lombardini; in attacco Tola a destra, Nicolini prelevato dal Pro Piacenza, ma nato nel settore giovanile del Romagna Centro e Peluso. 

Giulio Torcigliani

@LoSchermo

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com