Stagione 2007/2008, uno sguardo alle avversarie dei rossoneri

Stagione 2007/2008, uno sguardo alle avversarie dei rossoneri

LUCCA – La Lucchese ha allestito una formazione che sulla carta sembra essere di indubbio valore, ma le avversarie non sono certo state a guardare. Una panoramica su movimenti e ambizioni delle compagini al via del prossimo campionato di serie C1.

Zauli, colpo grosso della Cremonese

Quello che sta per iniziare probabilmente non sarà un campionato di bassissimo livello come quello appena concluso con la promozione di un forte Grosseto e di un Pisa quadrato ma che non presentava nessuna individualità di spicco.

Almeno così sembra guardando i nomi dei giocatori ingaggiati dalle più ambiziose avversarie della lucchese:

AREZZO: difficile valutare le potenzialità di questa compagine, che sembra più concentrata sui ricorsi legali per essere ripescata in serie B piuttosto che nell’allestire una formazione compiuta. I migliori se ne sono andati (Floro Flores, Volpato, Bressan etc) ed i nuovi acquisti, tranne Mezzanotti, non sembrano essere gran chè. Alla fine comunque dovrebbe venir fuori una formazione in grado di ambire almeno ai playoff.

CITTADELLA: di anno in anno i veneti non deludono mai: occhio clinico per i giovani emergenti e settore giovanile florido ne fanno da sempre un avversario temibile. Quest’anno addirittura, oltre ad aver confermato i migliori della scorsa stagione, ha ingaggiato ottimi giocatori di categoria come Turato e Tricoli e quel Coralli che, se dovesse essere quello delle prime cinque partite in rossonero, sarebbe devastante. Probabile lotta per i playoff.

CREMONESE: dopo un campionato anonimo i grigiorossi sembrano aver allestito una formazione degna del blasone della società. Vera e propria regina del mercato, agli ordini di Mondonico una squadra di categoria rinforzata da elementi sulla carta fortissimi come Leonardo Colucci e Lamberto Zauli, nonché da una punta del calibro di Temellin. E forse arriverà Graziani dal Mantova. In lizza per il primo posto.

LECCO: neopromossa e come tale forte di un amalgama vincente. E’ arrivato Campi dal Monza e la compagine agli ordini di Allegri creerà certamente qualche grattacapo. Possibile sorpresa, l’obiettivo di partenza comunque dovrebbe essere la salvezza.

LEGNANO: altra neopromossa, ma a quanto pare molto ambiziosa. Addirittura ha ingaggiato gente come Albino e Mandelli e vuole arrivare a Correa (che però rifiuta il trasferimento). Al centro dell’attacco Taldo, una garanzia. Ambizione playoff ma è più verosimile pensare a un campionato tranquillo di mezza classifica.

MASSESE: dopo la clamorosa (ennesima) silurazione della coppia De Poli-Capuano, tutto sembra essere in alto mare. Con queste premesse la stagione dei bianconeri non comincia con auspici positivi e al momento nessuna ambizione oltre la salvezza è possibile.

MONZA: la società dichiara apertamente di volere la serie B, ma ha perso Bertolini e forse perderà Beretta. Certo l’organico rimane forte ed è stato portato dentro uno come Brambilla, ma se i giovani ottenuti in prestito dalle varie squadre di serie A dovessere deludere, il reparto offensivo dei biancorossi potrebbe rivelarsi non all’altezza della situazione. Secondo noi al momento non può guardare oltre la lotta per i playoff.

NOVARA: altra società ambiziosa che viene da una stagione flop. Agli ordini di Discepoli tuttavia stavolta sembra esserci una formazione in grado di lottare per i playoff o anche qualcosa di più. Gallo, Rubino, Sinigaglia, Espinal, Matteassi sono gente che in categoria fa la differenza. Da valutare la difesa, l’anno passato veramente impresentabile.

PADOVA: forse si tratta della grande favorita del torneo. Ezio rossi. Già castigatore della lucchese alla guida della Triestina, si ritrova tra le mani una formazione completa in ogni reparto con un attacco davvero di lusso per la categoria (Rabito e Di Nardo) e altri elementi potenzialmente in grado di fare la differenza (Di Venanzio, Music, Gentile). In lotta per il primo posto.

PAGANESE: unica formazione del sud del girone potrebbe far valere il fattore campo, ma anche pagare le distanze. Abbastanza difficile prevedere quale sarà il suo ruolo nel prossimo campionato, in squadra non ci sono nomi molto noti, ma chi la conosce ne parla come di una compagine piuttosto ostica. Salvo soprese lotterà per la salvezza.

PISTOIESE: tecnico essenziale ma di sicuro rendimento, il lucchese D’Arrigo ha voluto e ottenuto una squadra quadrata come di consueto. Acquisto di spicco Gambadori, uno che sembra essere un lusso per la categoria ma che anno dopo anno continua a giocare in serie C (un motivo deve esserci). Con lui l’ex lucchese Femiano e l’ex Castelnuovo Guerri. Possibile outsider per la zona playoff, l’ambizione è comunque un campionato tranquillo.

PRO PATRIA: perso Temellin sono arrivati dei giovani in prestito. Quella a venire non sembra essere una stagione sulla carta favorevole per la gloriosa società di Busto Arsizio che lotterà per la salvezza.

PRO SESTO: i lombardi sembrano aver allestito una formazione di categoria, la tipica compagine rognosa fatta di giovani e qualche elemento esperto. In porta il prestito rossonero Moreau, a centrocampo a maturare l’altro prestito Kone. Davanti il fastidioso cecchino Elia. In lotta per la salvezza, ma potrebbe essere una delle rivelazioni del torneo.

SANGIOVANNESE: squadra totalmente rivoluzionata e quindi difficile da valutare. In realtà i valdarnesi negli ultimi due anni hanno dimostrato di saper pescare giocatori sconosciuti ma di sicuro valore. Il colpo potrebbe essere il ritorno di Dal Rio, ma agli ordini di Nicola Caccia pare esserci un cantiere più che una squadra di calcio e, sulla carta, i biancocelesti si giocheranno la salvezza.

SASSUOLO: Persi l’allenatore Remondina e il centrocampista Gambadori la squadra potrebbe non ripetere i risultati della passata stagione. Tuttavia, vista la conferma in blocco del gruppo, la compagine emiliana va inserita di diritto tra quelle squadre che ambiscono a un posto nei playoff. Poi, staremo a vedere.

VENEZIA: confermato in linea di massima il gruppo dello scorso campionato, i lagunari sono di diritto una della squadre candidate alla promozione diretta visto l’arrivo di gente come Filippini, i fratelli Brevi, Veronese, Pederzoli e un mercato che sembra non essere ancora finito (arriverà Varricchio per l’attacco?).

VERONA: non è successo molto in casa gialloblù; i veronesi sembrano non essersi ancora chiariti le idee dopo la retrocessione, ma alla fine questa compagine, vista il blasone e la tradizione, siamo sicuri sarà una delle teste di serie del torneo. Non valutabile al momento ma, alla fine, probabile candidata alla promozione.

Ovviamente il calcio mercato è ancora in corso, potrebbero esserci altri movimenti in grado di stravolgere queste valutazioni, che rimangono al momento piuttosto premature. Così come i gironi non sono ancora stati definiticamente definiti, tuttavia, alla fine, la griglia di partenza del torneo non dovrebbe discostarsi poi molto da questo prospetto:

Lotta per la promozione diretta: Padova, Venezia, Cremonese, Verona

Obiettivo playoff: Arezzo, Novara, Sassulo, Cittadella, Monza

Outsider – possibili sorprese: Legnano, Pistoiese, Lecco

Lotta per la salvezza: Massese, Paganese, Pro Patria, Sangiovannese, Pro Sesto

E la Lucchese? Ai rossoneri vanno i nostri migliori auguri, ma la scaramanzia ci impedisce di inserirli in qualsiasi valutazione di questo tipo.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com