Leonard Cohen incanta Lucca con la sua voce e le sue canzoni

LUCCA, 10 luglio – Leonard Cohen al Lucca Summer Festival ha dato vita a più di tre ore di concerto (pausa inclusa), nel corso delle quali non si è mai risparmiato, né ha fatto un ‘lavoro’: ha cantato, ha parlato con il pubblico e, alla fine, è andato via saltellando. Un concerto che rimarrà sicuramente nei cuori delle tante persone che vi hanno assistito e di cui queste sono alcune immagini che fermano nel tempo e nella storia questo magico concerto.

Laura Casotti
@LoSchermo 

vedi anche il sito della fotografa (Laura Casotti)

4 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

4 Commenti

  • Admin
    10 luglio 2013, 12:27

    Buongiorno, vorrei chiedere il perché anche ieri sera, data del concerto di Leonard Cohen, gli stalli dietro al tribunale destinati al parcheggio dei residenti, pur essendo inutilizzati dall’organizzazione del Summer sono rimasti lo stesso interdetti al parcheggio per chi invece ne avrebbe bisogno. Non sarebbe il caso di coordinare meglio queste cose. Un’occhio di riguardo per chi vive nel centro sarebbe di buon auspicio. Grazie

    RISPONDI
  • Admin
    10 luglio 2013, 17:20

    Concerto davvero eccezionale.
    Leonard era in una forma strepitosa.
    In particolare la scaletta era eccezionale, avendo inserito nella prima parte del concerto i brani prevalentemente più originali e meno conosciuti dell’autore, con un timbro particolarmente brillante, e lasciando alla seconda parte i suoi classici di sempre; inserenendo qua e là momenti musicali di cui erano protagonisti alcuni componenti del suo gruppo, che ne valorizzavano i loro talenti a vantaggio della ricchezza d’insieme.
    Straordinario concerto.
    Anche l’ambientazione e la scenografia era particolarmente adeguata, per i caratteristici tendaggi di fondo, illuminati e talvolta anche movimentati in armonia con le canzoni di Leonard.
    Unica pecca l’impostazione molto elitaria del Summer che lascia in fondo alla piazza gli spettatori in piedi paganti in piazza, lasciando la maggior parte dello spazio alle sedute in testa che occupavano gran parte della piazza, di cui una parte centrale rialzata intorno alla statua. Il grane monitor dietro la statua compensava in parte la posizione distante dei posti in piedi.
    Ciò nonostante lo spettacolo era straordinario per tutti.
    Tolta la pausa centrale che volentieri gli si concede considerata l’età, ha fatto 3 ore di concerto ad un ritmo davvero notevole.

    RISPONDI
  • Admin
    10 luglio 2013, 18:26

    NON SONO SODDISFATTO (E MOLTI ALTRI COME ME) DEL VOLUME CHE È STATO IMPOSTATO (VOLUTAMENTE CREDO) PER UN CONCERTO CHE PER UNA BUONISSIMA PARTE DELLE PERSONE IN PIEDI NELLA ZONA PERIFERICA RISPETTO ALLA PLATEA “SEDUTA” È RISULTATO QUASI AFONO. CREDO CHE GLI ORGANIZZATORI DEVONO PERMETTERE A TUTTI I PAGANTI SE NON DI VEDERE BENE ALMENO DI SENTIRE BENE.
    SE CI SONO DEGLI IMPEDIMENTI SUI DECIBEL DA EMETTERE BISOGNA CAMBIARE LE LOCATION DEI CONCERTI. LA MUSICA È DA ASCOLTARE OLTRE CHE DA VEDERE!

    RISPONDI
  • Admin
    14 luglio 2013, 00:54

    Leonard Cohen è stato fantastico e così pure tutti i
    componenti della band. Sono state tre ore di gran musica. La nota negativa riguarda il costo del biglietto nelle tribune ……. eccessivo per il servizio erogato!

    RISPONDI

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com