Gesam Gas non riesce nell’impresa. Lo scudetto a Schio

SCHIO (Vicenza), 4 maggio – E’ finita come da pronostico, con la Famila Schio che si ricuce lo scudetto sul petto, il quinto della sua storia. Una gara3 che ha regalato poco spettacolo, ma tanta intensità. Le orange non volevano assolutamente fallire il match point davanti al proprio pubblico e, seppur non giocando un gran match, sono arrivate al successo. Lucca ha creato tanto, come in gara2, ma anche stavolta il canestro è si è rivelato un nemico in più.

Peccato non esser riusciti a riportare la serie a Lucca; la squadra si sarebbe meritata la possibilità di giocare nuovamente di fronte al proprio pubblico, quel pubblico fantastico, fatto di famiglie, ragazzi e bambini che anche stasera ha sospinto le biancorosse per tutto l’incontro, dimostrando un amore ed una fedeltà davvero uniche.

La partita. In equilibrio i primi cinque di gioco, poi Schio riesce a fare un break approfittando della bassa spinta offensiva di Lucca; di Sottana il 17 a 6 che chiude il primo quarto. Nella seconda frazione la musica non cambia fino al minuto 15, quando Lucca riesce a trovare buone mani da Andrade e Dotto per il 25 a 18. Masciadri e Lavender riportano le orange a +13, mentre i canestri di Ruzickova e Sottana chiudono la frazione sul punteggio di 33 a 20.

Nella ripresa si lotta punto a punto, con Gesam Gas che prova a ricucire (Ruzickova e tripla di Dotto), ma ogni tentativo viene rispedito indietro dalle folate di Lavender e Macchi (tripla) per il 42 a 33 a due dal termine. Di Consolini e Masciadri le bombe del +13 che chiudono il quarto, con il gremito PalaCampagnola in visibilio e la sensazione di aver chiuso definitivamente il match. Nell’ultima frazione infatti Schio torna ad essere una macchina infallibile e allunga il divario fino al 67 a 48 finale. Per Lucca entra anche il capitano, Gloria Favilla, per la sua ultima partita da giocatrice, il giusto riconoscimento per 17 anni di cuore, amore e passione con un’unica casacca, quella biancorossa. Alla fine vince Schio fra il tripudio dei tifosi orange e le lacrime delle ragazze lucchesi. Vince la squadra più forte, la squadra che ha meritato lo scudetto.

Per la Gesam Gas si chiude una stagione davvero incredibile. Resteranno impressi nella memoria tanti bellissimi scatti di un percorso solo pochi anni fa inimmaginabile e storico per lo sport lucchese, ma anche per il basket femminile nazionale. Il risultato di stasera era forse già scritto ad inizio anno, ma il gap fra la corazzata milionaria e la piccola grande squadra di provincia si è notevolmente accorciato.

Non resta che chiudere il sipario, non prima però di ringraziare immensamente un gruppo Le Mura fantastico, fatto di grandi professioniste che con passione e amore per questo sport si sono guadagnate la vetrina più importante ed hanno fatto sognare una città intera.

Il tabellino:

Famila Schio-Gesam Gas Lucca 67-48 (17-6, 33-20, 48-35)

FAMILA SCHIO: Consolini ,6 Sottana 9, Benko , Wambe 9, Masciadri 9, Ramon , Godin 6, Lavender 15, Nadalin 1, Macchi 12. All. Lasi

GESAM GAS LUCCA: Johnson 8, Dotto 5, Spreafico , Ress 6, Andrade 8, Favilla , Mei ne, Bagnara 2, Ruzickova 17, Gianolla 2. All. Diamanti

Arbitri: Caforio di Brindisi e Belfiore di Napoli

Note: uscita per cinque falli Dotto al minuto 30.05. Spettatori 2500.

6 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

6 Commenti

  • Admin
    5 maggio 2013, 02:21

    se vogliamo vincere ci vuole una squadra di 10 giocatrici vere non 8 come adesso altrimenti con shio perderai anche il prox anno. Spero che la società si rinforzi e gli imprenditori locali aiutino questa splendida realtà sportiva.
    GRAZIE BIMBE il vostro attaccamrnto alla maglia è da esempio per tutti.

    RISPONDI
  • Admin
    5 maggio 2013, 10:08

    Il commento di wlf in apertura é offensivo e inopportuno.

    Oggi bisogna solo ringraziare QUESTA squadra e QUESTE giocatrici, che hanno dimostrato cuore, baldanza e unione. QUESTE ragazze e QUESTA società sono riuscite a catturare l’attenzione di una città spesso distratta nei confronti di qualunque sport.

    Oggi è il momento degli onori, oggi è il momento della storia.
    Onore al merito sportivo, quest’anno ineguagliabile.

    RISPONDI
  • Admin
    5 maggio 2013, 11:37

    Come bilancio il bicchiere e’ alla grande “quasi pieno” continua l’entusiasmante scalata che sta facendo diventare troppo piccolo il palasport, e se tanto ci da’ tanto, con una oculata campagna di rafforzamento, il prossimo anno potrebbe essere ancora più′ bello, il primo augurio e’ la riconferma del nostro grande Mirko

    RISPONDI
  • Admin
    5 maggio 2013, 16:39

    Grande Carlo!
    La campagna di rafforzamento sarà esserci anche l’anno prossimo!

    RISPONDI
  • Admin
    5 maggio 2013, 17:03

    non mi sembra che quello detto da wlf sia un eresia ,un giusto tributo a queste ragazze e il ringraziamento di TUTTA lucca è doveroso,è stata una grande stagione e il proseguio di una crescita costante nel tempo , poi se vogliamo analizzare la stagione è sotto gli occhi di tutti che il roster è risicato ,non sono stato attentissimo ma la andrade nelle finali l ho vista poco o niente in panchina a riposare ,lo stesso seppur in maniera piu lieve si è verificato con le altre,quindi questo giustamente va a merito delle bimbe esser arrivate a giocarsi uno scudetto ma porta anche a fare riflessioni future ,io confermerei tutta la rosa al completo con l aggiunta di un paio di giocatrici forti per alternarsi con le altre ,certo la lucca imprenditoriale che allo sport rimane da decenni indifferente potrebbe dare una mano ,invece di sponsorizzare realta o eventi sportivi estranei a lucca ,inutile chiedere una mediazione all attuale giunta che dello sport inteso anche come valorizzazione del territorio ne ha la minima considerazione, detto ciò GRAZIE RAGAZZE !!!! SECONDE A NESSUNO

    RISPONDI
  • Admin
    5 maggio 2013, 20:45

    offensivo cosa??? il basket si legge con i numeri allora quanti minuti hanno giocato la Mei e la Favilla? se vuoi vinvere occorrono 10 giocatrici se invece vogliamo giocare per divertirci non ci sono problemi per le squadre che ci sono nel campionato bastano le nostre 8 per disputare i play off anche il prossimo anno.

    RISPONDI

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com