Cinquecentomila euro per novanta cittadini: a Capannori al via il bilancio partecipativo

CAPANNORI (Lucca), 22 marzo – Novanta cittadini (ottanta sorteggiati e dieci scelti in rappresentanza di diversamente abili e stranieri), di cui il 45 per cento di età inferiore ai 35 anni. Cinquecento mila euro in mano alla comunità capannorese per decidere in quali opere pubbliche investirli. Dirette streaming e hashtag su Twitter  (#partecipaCapannori) perché trasparenza, partecipazione e social sono parole chiave per l’amministrazione comunale.

Sono questi gli elementi distintivi della seconda edizione di “Dire, fare, partecipare”, l’esperienza di democrazia diretta inaugurata lo scorso anno e che la giunta Del Ghingaro ripete, forte del successo ottenuto.

Il via sarà dato domani (sabato 23), alle 17, nell’auditorium del distretto sociosanitario di Capannori, dove il vicesindaco Luca Menesini, l’assessore alle finanze Lara Pizza e quello all’ambiente Alessio Ciacci presenteranno ai novanta cittadini il percorso in cui saranno coinvolti. Sarà l’unica volta che gli amministratori di Capannori avranno contatto con i partecipanti al progetto. Da mercoledì 27, data del primo World Cafè in cui inizierà la fase operativa dell’iniziativa, i cittadini dialogheranno con i dirigenti dell’ente per conoscere e comprendere il bilancio del Comune e per dare suggerimenti su politiche e servizi da adottare nei vari settori.

La novità della diretta streaming e la possibilità di interazione tramite Twitter saranno introdotte a partire dalla fase operativa, vale a dire da mercoledì 27 marzo. Un’innovazione che consentirà a tutte le persone interessate di partecipare alla conoscenza del bilancio. Online, infatti, andrà la parte in cui i dirigenti forniscono risposte e chiarimenti ai novanta cittadini. Le domande provenienti dall’esterno, attraverso Twitter, saranno anche quelle (purché pertinenti con l’argomento della serata) rivolte al dipendente dell’ente perché ottengano risposte chiare e puntuali.

“Sta per iniziare una nuova esperienza di partecipazione – dicono il vicesindaco Menesini e l’assessore Pizza – che abbiamo voluto rendere ancora più social, in modo che tutti i capannoresi possano prendere parte a un percorso di trasparenza e di dialogo straordinario. I cittadini, infatti, hanno già dimostrato di sapersi assumere la responsabilità dell’amministrare, proponendo e scegliendo con il voto opere pubbliche importanti e nell’interesse dell’intera comunità. La grande rappresentanza di giovani nei novanta sorteggiati risponde alla volontà precisa di dare ai nostri ragazzi la possibilità di misurarsi con la macchina amministrativa, per conoscerne il funzionamento e innovarla con le idee di cui sono portatori. Siamo certi che con il contributo di tutti, anche quest’anno saranno elaborati e realizzati progetti a tutela dei beni comuni e per rendere Capannori un territorio sempre più a misura d’uomo”.

La presentazione del percorso che si svolgerà domani (sabato 23) è aperta a tutti i cittadini interessati. 

2 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

2 Commenti

  • Admin
    22 marzo 2013, 23:53

    Speriamo ci siano anche i soldi per pagare i vecchi espropri dei terreni del nuovo centro da parte dell’amministrazione comunale e datati anni ’80.

    RISPONDI
  • Admin
    23 marzo 2013, 11:03

    Be speriamo che il comne di lucca segua queste indicazioni : se il comune di capannori con circa 46.000 abitanti e 156km Q di territorio mette a disponizione 500.000 euro l’anno in mano alla comunità capannorese per decidere in quali opere pubbliche investirli il comune di Lucca con 85.000 abitanti e 185 km q di territorio ne dovrebbe mettere a disponizione 1.000.000 e fare due gruppi di partecipazione .. Potrebbe essere una soluzione ..

    RISPONDI

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com