Misure anticrisi: a Capannori arrivano i rimborsi per la Tia e per le rette dei servizi scolastici

CAPANNORI (Lucca), 6 febbraio – Sono circa 60 a fronte di 69 domande i cittadini che usufruiranno dei rimborsi per la Tia (Tariffa di Igiene Ambientale) e per le rette dei servizi scolastici di mensa e trasporto.

La somma stanziata dal Comune per le ‘Misure Anticrisi’ rivolte a famiglie con un componente disoccupato o in cassa integrazione ammonta complessivamente ad oltre 12.000 euro e si riferisce alle domande presentate nel 2012. Gli interessati riceveranno al proprio domicilio una lettera del Comune  con cui sarà comunicata la data di riscossione dei rimborsi.

‘Questa è solo una delle misure del ‘pacchetto anticrisi’ varato dalla nostra amministrazione per dare un sostegno concreto alle fasce più deboli della popolazione in un momento ancora difficile dal punto di vista economico – spiega l’assessore alle politiche sociali, Gabriele Bove – . Accanto ai rimborsi previsti per i lavoratori disoccupati o  in cassa integrazione, in accordo con le organizzazioni sindacali, nel 2012 abbiamo erogato anche numerose agevolazioni per la Tia e per  le altre utenze domestiche e un fondo straordinario per le famiglie con lavoratori dipendenti in base al reddito Isee, per un investimento complessivo di oltre 170 mila euro”.

Tia e servizi scolastici vengono rimborsati per un periodo di tre mesi per quelle famiglie in cui un membro sia stato disoccupato da oltre un mese e rimborsati per tutto il 2012 se lo stato di disoccupazione è proseguito durante l’anno. Stesso tipo di agevolazione è stata concessa ai lavoratori in cassa integrazione straordinaria da oltre un mese, e confermata dopo i primi 3 mesi, ove sia proseguita la stessa situazione. Riceveranno rimborsi anche i lavoratori in cassa integrazione ordinaria, qualora nei sei mesi precedenti la richiesta siano stati collocati in cassa integrazione per almeno 12 settimane, anche se non consecutive. Tra i requisiti per ottenere i rimborsi previsti dalle misure anticrisi anche il reddito familiare lordo, che per il 2012, doveva essere inferiore a 26 mila euro annui.

Sale così a quasi 600  in totale il numero delle famiglie capannoresi che nel 2012 hanno usufruito di agevolazioni tariffarie sulla Tia e sulle tariffe dell’acquedotto, fognature, gas e riscaldamento, del fondo straordinario per le famiglie con lavoratori dipendenti e assimilati e dei rimborsi per disoccupati e cassaintegrati.

Di queste 384 hanno ottenuto  le agevolazioni per la Tia e le altre utenze domestiche e 141 hanno usufruito del fondo straordinario per i lavoratori dipendenti. A queste si aggiungono ora  i 60 nuclei familiari con disoccupati o cassaintegrati.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter