Pd Altopascio: “Contro la criminalità servono politiche di inclusione sociale”

ALTOPASCIO (Lucca), 14 dicembre“Tra una polemica con i commercianti e una stangata sull’Imu, ecco che il sindaco Marchetti corre ai ripari e, per giustificare l’immobilismo della sua amministrazione, torna nuovamente sul progetto della tenenza. Ormai sono anni che questa notizia rimbalza sui quotidiani, ma per ora niente di concreto è accaduto.

Non neghiamo che quest’opera, rappresenterebbe un buon deterrente per combattere il problema della sicurezza; ciononostante non può e non deve essere l’unico perché ci sono comunque interventi che un’amministrazione può porre in essere senza dover aspettare pareri e autorizzazioni di altri enti.

Cercando di farsi carico anche dell’immobilismo dell’Amministrazione, ma soprattutto della crescente sensazione di insicurezza dei cittadini, nei mesi scorsi abbiamo incontrato il Prefetto, ed inoltre, in consiglio comunale abbiamo avanzato una serie di proposte rimaste inascoltate: dalla repressione dei reati al controllo del territorio, andando a colmare la grave carenza di organico di agenti di polizia municipale.

Dalla riqualificazione urbanistica del centro e delle periferie, potenziando prima di tutto l’illuminazione pubblica e l’arredo urbano, alla riduzione della marginalità e dell’esclusione sociale tramite la creazione di organismi rappresentativi delle comunità straniere. Dalla prevenzione della devianza giovanile, alla promozione di politiche per l’integrazione promuovendo nelle scuole progetti di educazione alla legalità e alla diversità.

Ultimo ma altrettanto fondamentale era la nostra proposta di avviare un censimento delle abitazioni e fondi sfitti, che oltre a rappresentare un impegno per la lotta all’evasione fiscale, costituiva un modo per prendere coscienza di molte situazioni di pericolosità.

Il Sindaco ci pare molto più occupato nella sua quotidiana polemica sterile nei confronti della Regione Toscana (che oltretutto finanzia molte delle Opere che proprio lui inaugura) piuttosto che nell’amministrazione del territorio comunale”.

Sara D’ambrosio
PD Altopascio

24 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

24 Commenti

  • Admin
    14 dicembre 2012, 13:44

    Secondo me servirebbero di più politiche di inclusione in galera, ma tant’è.

    RISPONDI
  • Admin
    14 dicembre 2012, 14:10

    Sono di sinistra,ma questi non hanno capito un bel niente..questa gente NON SI VUOLE INTEGRARE..vuole arraffare, rubare, fare soldi velocemente senza lavorare e commettendo reati e basta…se ne fregano dell’etica e del rispetto..o Pd di Altopascio ma su che pianeta vivete?ma ci andate per le strade?frequentate i locali?a questi non gliene frega niente di integrarsi!!!

    RISPONDI
  • Admin
    14 dicembre 2012, 14:42

    concordo col pd
    l’unica via è l’inclusione sociale

    RISPONDI
  • Admin
    14 dicembre 2012, 14:51

    Si, è vero servirebbero migliori politiche d’inserimento, tipo i lavori forzati in fossi, canali e strade, ovviamente a pane e acqua, senza alcun tipo di riconoscimento.. tipo i gulag russi o cinesi; questi hanno edificato intere città con detta feccia.

    Si, penso che questo tipo di politica d’inserimento andrebbe bene.

    Saluti

    RISPONDI
  • Admin
    14 dicembre 2012, 14:59

    Oh pd di altopascio, li includete anche per votare alle primarie, vi piacciono proprio eh!! Questa voce è arrivata anche qui a Marlia!

    RISPONDI
  • Admin
    14 dicembre 2012, 15:02

    contro la criminalità serve LA GALERA CERTA e i LAVORI FORZATI, così costoro si pagano la carcerazione e una volta usciti hanno imparato qualcosa, punto.

    RISPONDI
  • Admin
    14 dicembre 2012, 15:30

    Se il centro sinistra non la smette con questa assurda politica di accoglimento e integrazione degli immigrati, giuro la prossima volta voto a destra. Questo non è cattocomunismo, è lobotomia. Aprite gli occhi! Fate male alla sinistra, ai nostri figli e all’Italia. Non siete progressisti (oggi è progressista e moderno chi, di fronte alla crisi delle risorse e alla fine della crescita,prova a dire stop alla immigrazione,uno dei fattori di una crescita suicida) siete solo infarciti di un miope ideologismo. Per il piatto di lenticchie dei voti degli immigrati vendereste vostra madre
    Un elettore (forse ex) di sinistra (anzi sicuramente ex).
    plcle

    RISPONDI
  • Admin
    14 dicembre 2012, 16:14

    Disamina perfetta quella di Basta.Io continuo a rimanere di sx ma stavolta è l’ultima chance che gli do.E se le premesse sono queste la stanno sprecando. E non sono il solo vedo che la pensa cosi.

    RISPONDI
  • Admin
    14 dicembre 2012, 19:43

    Per il cittadino puntiglioso, nessuno dice che i criminali devono uscire dalla galera,bisogna arrivare alla certezza della pena e tutti d’accordo.Per le persone che dicono che parlare d’integrazione degli immigrati si sbaglia, scusate ma i pomodori che comprate, la frutta la verdura chi cavolo la raccoglie,facile dire a casa. quando le mafie usano persone come schiavi per il lavoro, perchè noi quei lavori non li vogliamo fare, chi pulisce il culo hai nostri anziani se non le badantii dell’est, perchè noi non lo vogliamo fare,e altri lavori che non sto ad elencare, poi certament esisto criminali, che rubano uccidono, ma il PD non parla di integrare quelle persone,su questo bisognerebbe fare una lunga discussione, perchè persone stranieri e italiani presi con pochi grammi di droga è in galera, e persone prese con chili è fuori si puo pagare uno stuolo di avvocati. l’ articolo di Sara lancia una proposta seria che bisognerebbe discutere,e sarei molto disposto. ciao

    RISPONDI
  • Admin
    15 dicembre 2012, 08:42

    @franco
    non so se si è accorto che il mondo è cambiato. I nostri giovani e meno giovani disoccupati oggi farebbero qualunque lavoro; il fenomeno delle badanti e delle colf dell’est è una meteora che scomparirà nel cielo in un attimo: il loro presupposto infatti è l’esistenza di due stipendi in famiglia, o dello Stato che paga (con l’assegno di accompagamento eccetera), due condizioni che in breve e in futuro non ci saranno più. Si può auspicare che queste signore, come pure il gran numero di muratori albanesi e rumeni coinvolti nel delirio cementizio degli ultimi 20 anni in tutta Italia, tornino ai loro paesi, ma più verosimilmente rimarranno qui a fare le code alle mense dei poveri (accanto ai nostri figli)o a delinquere.

    RISPONDI
  • Admin
    15 dicembre 2012, 11:21

    Non si può generalizzare sul tema dell’immigrazione. Ho conosciuto immigrati profondamente corretti, colti e dotati di quella flessibilità mentale che li porta ad eseguire lavori estremamente umili e indecorosi in Italia, e molto di più negli altri paesi europei, al solo scopo di mandare un pò di denaro ai propri cari.E’ proprio così sotto la voce immigrati si comprende,ingegneri, psicologi, medici ecc.E poi naturalmente la parte meno nobile della società da cui provengono, coloro che sono sfuggiti dalle patrie galere della loro nazione durante le lotte di liberazione e che continuano a delinquere anche da noi e non vogliono integrarsi.Non si può non distinguere le mele marce da quelle buone e scegliere solo sulla base della provenienza.E’ questo che vuole fare il PD e la sinistra in genere e che non può prescinde dall’obbligo di fornire loro gli strumenti per rimanere delle mele buone. Parlo di corsi di lingua italiana ma anche, e soprattutto di cittadinanza attiva perchè si sa “la necessità fa l’uomo ladro”.

    RISPONDI
  • Admin
    15 dicembre 2012, 11:53

    Sul tema dell’immigrazione non si può generalizzare perchè sotto questa voce si racchiudono persone di tutto rispetto che vengono in Italia, molto più negli altri paesi europei, per guadagnare qualcosa per sostenere la famiglia all’estero o come rifugiati politici.Fra di loro ci sono ingegneri, psicologi, medici, meccanici ecc. che accettano di svolgere anche i lavori più umili con dignità.E poi naturalmente ci sono coloro che già delinquevano nella loro nazione , che sono fuggiti dalla galera durante le lotte di liberazione interne e continuano a farlo anche qui.Questi devono essere rispediti nel loro paese ma questo ha un costo e spesso è vano perchè dopo poco ritornano. Si tratta comunque di scegliere le mele marce da quelle buone ma non sulla sola base della provenienza. E’ questo che vuole fare il PD e la sinistra in genere senza dimenticarsi di fornire loro gli strumenti per non trovarsi nella necessità di delinquere per vivere. Parlo di corsi di lingua italiana, di istruzione, di formazione e soprattutto di cittadinanza attiva.Quanto all’indolenza di alcuni immigrati questo è vero ma anche per molti italiani e non ci dimentichiamo che anche noi siamo stati un paese di emigrazione di cittadini onesti ma anche no e che addirittura hanno esportato reati tipici della nostra società come la mafia Italiana.

    RISPONDI
  • Admin
    15 dicembre 2012, 12:06

    @ ANGELA si sa “la necessità fa l’uomo ladro”.:

    bel modo di ragionare, bello veramente…..bella GIUSTIFICAZIONE!!!! COMPLIMENTI VIVISSIMI!!!!!

    Personalmente sono stato educato che “nemmeno la necessità può giustificare RUBARE” ed oltretutto in Italia si può sopravvivere sempre e comunque grazie a molte associazioni.
    Oltretutto a coloro che con la SCUSA di avere fame ti fermano e ti chiedono soldi, io rispondo: “se hai fame basta che vai ad un qualunque bar, pizzeria trattoria verso l’orario di chiusura e vedrai che sicuramente qualcosa ti danno”, in Italia di FAME NON MUORE NESSUNO!!!
    Inoltre una volta ho provato ad uno di QUESTI a dirgli: “ok, andiamo al bar che ti offro un panino”. Beh, mi ha risposto in MALOMODO….

    RISPONDI
  • Admin
    15 dicembre 2012, 13:03

    come mai quando c’e’ un problema grave di criminalita’ taluni esponenti di sinistra tirano fuori dalla bocca queste cavolate per non dire peggio ?

    Questi termini solidarieta’…inclusione sociale…tolleranza..vengono fuori a tempo ?

    RISPONDI
  • Admin
    15 dicembre 2012, 13:22

    ANGELA.
    ho conosciuto ingegneri, psicologi, medici emeriti farabutti e operai, macellai, e contadini persone degnissime e di una profondità umana unica. E che vol dì? Una persona è quello che fa (non di mestiere) e non il titolo che ha. Il titolo lo si può sempre acquisire la dignità, la compostezza e l’onestà no.
    Inoltre è “l’occasione” che fa l’uomo ladro, non la necessità, almeno così dice il proverbio.
    La necessità spesso lo rende non libero, e questo lo dico io.

    RISPONDI
  • Admin
    15 dicembre 2012, 14:14

    l unico commento serio è quello di angela il resto è niente…qualcuno ha detto che si vogliono integrare i delinquenti? fanno parte di questa proposta gli stranieri che rispettano le regole ,che fanno anche lavori che noi italiani non vogliamo fare perche’ anche sottopagati( basta girare i cantieri) e che devono avere stessi diritti e stessi doveri ,chi dice di essere di six ,e non occorre esserlo per capire queste cose,probabilmente mente a se stesso….in questo modo si crea differenza tra cittadino straniero onesto e delinquente ,non vanno difesi tutti per principio come non vanno criminalizzati tutti quanti..

    RISPONDI
  • Admin
    15 dicembre 2012, 15:38

    Col mio intervento intendo prorio dire W LA PACE che anche fra gli immigrati ci sono persone degnissime e che chiedono un lavoro qualsiasi, non in base alle proprie competenze, per vivere in maniera corretta e legale nel nostro paese. E spesso chiedono l’elemosina non per fame come dicono ma per mandare qualche soldo a casa. Di tolleranza e solidarietà non parla la sinistra in esclusiva ma la chiesa cattolica le predica da anni e la maggior parte dei praticanti cattolici non sono certo di di sinistra ed allora magari sono fedeli solo di facciata.Intendevo proprio usare la parola necessità per abbinarla ad un aumento della criminalità perchè, come dice LA PACE questo stato rende l’uomo, italiano o immigrato,oltre che non libero estremamente fragile di fronte ai principi di legalità e sopportazione.

    RISPONDI
  • Admin
    15 dicembre 2012, 17:15

    @Angela,tutto questo buonismo proprio non lo capisco,io sono stufo di sentir dire le solite parole; ,cittadinanza attiva, corsi lingua italiana e quant’altro dovrebbe consentire loro una reale integrazione evitando cosi che delinquino.Tutto questo già si fa, nelle scuole si fanno corsi di lingua italiana(anche ad Altopascio)paese assediato da stranieri,dove delinquere è la quotidianità,e dove i cittadini onesti sono costretti a vivere barricati in casa propria,e non basta sono aggrediti e derubati pure li.I figli degli immigrati non pagano mensa,pulmino ricevono sussidi e aiuti di ogni genere,provate a chiedere quanti italiani in difficoltà ricevono aiuti di questo genere, non solo non li ricevono ma se si rivolgono ad assistenti sociali rishiano pure che gli vengano tolti i figli.In quanto al fatto che svolgano lavori che gli italiani non vogliono fare…ma di cosa parlate? oggi lavoro non ce n’è più per nessuno, ci sono laureati che ormai svolgono qualunque lavoro,sempre che lo trovino per 5-600 euro e si ritengono pure fortunati .Basta con questa retorica buonista ci si renda conto che in italia non c’è più trippa per gatti per nessuno,se ne tornino a casa propria .Visto che “l’occasione fa l’uomo ladro”, qui ci sono un’infinità di stranieri senza casa e lavoro che non sapendo come vivere occasioni per fare il ladro ce l’hanno tutti i giorni,(leggete i giornali?,avete mai subito furti personalmente? io si e sono incazzato nero) Rubano ,nonostante usino tutti i servizi del territorio e gli aiuti che ricevono SOLO loro.Cara Angela di questi tempi siamo tutti non liberi e in necessità,ma lo stato ci spenna come polli, noi italiani ,senza darci niente indietro, a noi non ci “include” , la nostra inclusione e…quanta inclusione!!! è solo pper pagare le tasse e i servizi di cui godono proprio gli immigrati.Forse( anzi senza forse) ho sbagliato a nascere italiano!!!

    RISPONDI
  • Admin
    15 dicembre 2012, 18:49

    concordo con angela

    RISPONDI
  • Admin
    15 dicembre 2012, 20:27

    ma quale inclusione sociale? chi è onesto e viene qui per lavorare non ha bisogno di tante minchiate, lavora e basta.

    RISPONDI
  • Admin
    16 dicembre 2012, 00:24

    chi ha piacere che vengano inclusi propongo che gli adotti in casa sua a sue spese e non a spese della collettivita’

    RISPONDI
  • Admin
    16 dicembre 2012, 09:02

    Si bravi e magari date loro anche le case popolari…. Povera sinistra allo sbando!!!

    RISPONDI
  • Admin
    16 dicembre 2012, 12:54

    Concordo con Marco.Non c’è niente da aggiungere.

    RISPONDI
  • Admin
    16 dicembre 2012, 15:05

    i soldi dateli alla minetti per farsi le unghie ed al trota per andare a bere cosi sarete piu’ contenti…no?

    RISPONDI

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com