Il bilancio di Lucca Comics and Games 2012: un risultato da record. Tambellini: ‘Squadra che vince non si cambia’

LUCCA, 29 novembre – Tempo di bilanci per Lucca Comics and Games e tempo di progettare il futuro della manifestazione – in programma dal 31 ottobre al 3 novembre 2013 -, nell’anno in cui ha battuto tutti i record. La manifestazione, infatti, quest’anno ha fatto registrare 180mila presenze paganti nei quattro giorni, ma – nello stesso periodo – secondo i dati della Questura, resi noti stamani in una conferenza stampa a Palazzo Orsetti, dal presidente della srl, le persone che hanno calpestato le strade lucchesi sono state ben 300mila.

Numeri che fanno riflettere sul futuro di una manifestazione destinata sempre più ad attestarsi come la più importante in Italia nell’ambito non solo dei fumetti, ma anche dei giochi e dell’intrattenimento intelligente, sia questo legato alla musica o al cinema.

Ma, al tempo stesso, numeri che non preoccupano gli organizzatori, che, comunque, contano sull’adattabilità di una città che sta sempre più legandosi alla sua manifestazione di punta.

Tutte luci? Ovviamente no. I problemi ci sono e, davanti, organizzatori e Comune hanno davanti numerose sfide da affrontare, come l’ottimizzare la fruizione dei parcheggi scambiatori – che ancora risulta carente alla fine dei conti – oppure come migliorare l’accesso alla stazione, che ha dimostrato di essere carente.

“Ringrazio lo staff – ha detto il sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini per l’ottimo lavoro svolto”. E, sollecitato dalle domande sul futuro della srl e della sua dirigenza, in particolare del presidente Francesco Caredio, il primo cittadino ha sottolineato: “Squadra vincente non si cambia. Abbiamo un buon gruppo – ha detto Tambellini – che sta lavorando bene, perché cambiarlo?”.

Interessante anche il dato di Trenitalia e Rfi che hanno comunicato di aver veicolato su Lucca ben 83mila passeggeri: un via vai di persone che, però, la stazione di Lucca (e i treni delle tratte interessate) non hanno assorbito altrettanto bene, come hanno dimostrato gli ‘ingorghi’ nei sottopassi. “E’ un problema che siamo consapevoli esistere e che si è evidenziato con forza quest’anno – ha detto Francesco Caredio e che studieremo come risolvere o comunque attenuare per la prossima edizione”.

Soddisfazione è stata espressa anche dai rappresentanti delle categorie economiche, che hanno all’unanimità, evidenziato come sia sempre più forte il legame che unisce Lucca Comics and Games alla città. Claudio Guerrieri presidente della Camera di Commercio, Ademaro Cordoni presidente di Ascom Confcommercio ed Emanuele Pasquini direttore Confesercenti hanno sottolineato l’importanza delle ricadute economiche si tutto il territorio e anche oltre, definendo Lucca Comics and Games una manifestazione preziosa per la città. Alla luce dei sorprendenti risultati  hanno voluto ringraziare l’organizzazione per aver dato vita ad un evento superiore ad ogni aspettativa. “Lucca ha dato il meglio di sé – hanno commentato -, sposando la manifestazione e anche i residenti hanno capito, che un po’ di disagio è un fattore secondario, perché l’evento ha saputo crescere in tutti i sensi”.

Renato Genovese, direttore della manifestazione, ha posto l’accento sul fatto che la dimensione che il festival sta ottenendo, anno dopo anno, travalica quella di evento per appassionati di un settore piuttosto che di un altro: “Siamo riusciti – ha detto – a dare a Lucca Comics and Games una trasversalità che attira l’attenzione non solo degli appassionati di un determinato ambito, ma che abbiamo molto da dire a tutti”. Un salto di qualità testimoniato dall’attenzione che i canali web hanno dedicato a questa manifestazione. “Basti pensare che 3 milioni e 301mila 886 sono i visitatori unici transitati dai canali Facebook della manifestazione – spiega Genovese – che ha visto oltre 103mila interazioni (commenti) sulle pagine ufficiali, mentre sono stati oltre 40mila al giorno i contatti alla photo gallery del canale ufficiale della manifestazione su Flickr. Infine, per quanto riguarda il sito ufficiale le visite sono state 526mila 482, i visitatori unici 360mila 118 e le pagine sono state visualizzate oltre 2 milioni di volte. A questi numeri riscontrabili da noi, vanno aggiunte tutto quel passaparola che caratterizza il popolo dei Comics su web. Considerando che non facciamo pubblicità tabellare prima della manifestazione, questa eco è per noi il riscontro concreto di un lavoro che punta soprattutto a mantenere viva l’anima culturale della manifestazione”.

Sono stati resi noti anche i numeri ufficiali della vendita dei biglietti, confermati in 180mila, ma il dato che spicca è il forte incremento della vendita dei ticket on line, che permette la spedizione a casa tramite corriere e che, quest’anno, ha visto passare i tagliandi distribuiti dai 17mila del 2011 al 22mila di quest’anno con un incremento complessivo del 29,5 per cento.

Tra i ringraziamento di rito un po’ a tutti, uno speciale è andato alla Zecca di Lucca che, da quest’anno, ‘crea’ il premio ‘Gran Guinigi’ segueno il tema del manifesto dell’anno: un’importante innovazione, ma anche una collaborazione che dà ulteriore lustro a questo premio, ambito più per quello che significa che per quello che – finora almeno – era fisicamente.

Il presidente della srl, Caredio ha ringraziato tutti i coordinatori delle diverse aree: Emanuele Vietina (Games), Giovanni Russo (Comics), Sarah Genovese (Junior), Gianluca Del Carlo (Music), Gabriele Cenni e Francesco Niccolai (Japan Palace), Mario Pardini (Movie), Gianni Parenti (direzione tecnica), Duccio Signorini (Logistica), Luca Bitonte (Audio-video), Mauro Bruni (Mostre) Cristiana Dani (Segreteria organizzativa).

I NUMERI

Forte la crescita di tutte le “anime” che compongono la manifestazione che ha visto la giornata record con 56 mila presenze sabato 3 novembre, con un totale di 25mila metri quadrati coperti occupati dalla manifestazione distribuiti nelle 20 aree del centro storico (più le aree fuori le Mura, tra cui il Padiglione Carducci), in cui si sono svolti oltre 800 eventi tra incontri, presentazioni, proiezioni e spettacoli; 750 i giornalisti e addetti ai media accreditati, più di 700 gli stand con ben 127 artisti ospiti.

GAMES: oltre 1.600 postazioni per il gioco tradizionale (carte, tavolo e ruolo) e oltre 1.000 postazioni dedicate al videogioco, per oltre 100 mila ore di gioco complessive.

COMICS: 1.500 gli aspiranti “fumettisti” che hanno potuto incontrare gli editori in Area Pro per mostrare i propri disegni e oltre 450 autori accreditati con i più importanti editor del settore e con 460 tavole originali esposte.

MUSIC & COSPLAY: 1.600 gli iscritti al Cosplay (sfilata nei costumi di personaggi dei fumetti o cartoni) e oltre 40 gli eventi live, con 15 mila spettatori che hanno applaudito i Gem Boy.

JAPAN PALACE: oltre 100 partecipanti al Lucca Mangaka Contest (gara di realizzazione di fumetto in stile Giapponese);  3.000 i Yakisoba serviti al Mangiappone (piatto tipico giaponese a base di spaghetti di riso) e 30 le modelle “gothic lolita” in sfilata.

JUNIOR: 1.600 i bambini che hanno partecipato ai soli laboratori; circa 130 gli appuntamenti totali delle varie aree del padiglione; 5 e mezzo le ore che l’illustratrice Rébecca Dautremer ha dedicato alle firme e ai disegni per i tantissimi fan.

MOVIE: oltre 30 le anteprime di film e cartoni presi letteralmente d’assalto dal pubblico, tra i quali: 8 film in anteprima, 4 i contenuti esclusivi nazionali, 1 contenuto in esclusiva mondiale (Iron Man), 10 trailer presentati in anteprima, come ad esempio i primi minuti in anteprima mondiale del nuovo film di Tarantino.

11 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

11 Commenti

  • Admin
    29 novembre 2012, 21:30

    complimenti alla manifestazione.
    Secondo me ora a caldo é il momento di affrontare e cercare di risolvere gli argomenti che tanto hanno coinvolto lo scorso mese: il padiglione games, l’erba delle mura, il polo fiere, i parcheggi. Forza ragazzi, se ci sono discussioni e polemiche facciamole ora, almeno si passa il tempo fino a Natale e non ci ritroviamo a polemiche a volte strumentali a ridosso della manifestazione.
    Tra i tanti numeri ne manca uno: per Lucca Holding é stato un utile, un pareggio o una perdita?

    RISPONDI
  • Admin
    29 novembre 2012, 21:37

    questa è davvero l’unica eccellenza lucchese, in questo momento non c’è niente che assomigli ai Comics e anche tambellini ha dovuto piegare la testa di fronte ai numeri.

    RISPONDI
  • Admin
    29 novembre 2012, 22:36

    Ma un resoconto della festa comics al polo fiere non la scrive nessuno?

    RISPONDI
  • Admin
    29 novembre 2012, 23:05

    @Luca se i comics non guadagnano ques’tanno non guadagnano più! Tanto di cappello agli orgnanizzatori.

    RISPONDI
  • Admin
    29 novembre 2012, 23:15

    un preghiera od un ricordo per l’erbetta schiacciata all’ex-balilla… lo vogliamo fare ?

    RISPONDI
  • Admin
    29 novembre 2012, 23:17

    bene, ottima manifestazione con numeri meravigliosi.

    ora mi salvo l’articolo, così quando il prossimo anno il solito pietro fazzi uscirà con il fare i games al polo fiere per non rovinare il pratino gli potrò domandare come intende spostarci 300.000 persone (ovviamente andata e ritorno)

    RISPONDI
  • Admin
    30 novembre 2012, 09:56

    Questa manifestazione mi rende orgoglioso di essere Lucchese. Spero che continuino così, e che non venga tutto rovinato dai nostri soliti concittadini ottusi!

    RISPONDI
  • Admin
    30 novembre 2012, 14:20

    mi accodo a @Luca: ma un po’ di conti in tasca a Lucca Holding si possono fare?
    Piangeva come una vite persa prima dell’inizio … mi piacerebbe sapere anche la fine.
    180.000 x 13,00€ (faccio una media del piffero) due milioni e trecentoquarantamila euro)
    Ma Lucca holding non piange(va) a fame?
    Io lo so, ma vogliamo mettere anche (in qualche risposta) anche i nomi della ‘padroni’ della società piangente?

    RISPONDI
  • La redazione
    Admin
    30 novembre 2012, 15:16

    I conti in tasca a Lucca Holding abbiamo provato a farli qualche mese fa in questo articolo: http://www.loschermo.it/articoli/view/43516

    Per quanto riguarda la società Lucca Comics & Games Srl, interamente di proprietà di Lucca Holding, quindi del comune, questi i risultati di bilancio da quando la manifestazione è in centro storico:

    2007: utile di 41.240,00 euro
    2008: perdita di 182.286,00 euro
    2009: perdita di 227.210,00 euro
    2010: utile di 26.776,00 euro
    2011: utile di 16.281,00 euro

    ovviamente non è ancora chiuso il bilancio 2012 quindi non sappiamo il risultato d’esercizio. in sostanza negli ultimi 5 anni la manifestazione è costata alla città 325.199,00 euro, con gli ultimi due bilanci che comunque hanno garantito il pareggio dopo i due esercizi andati in passivo che già a suo tempo avevano fatto discutere.

    Ovviamente la manifestazione ha dei costi ed analisi grossolane sul numero di biglietti e ipotetici incassi che non tengano conto di costi e oneri necessari per l’allestimento della manifestazione hanno ben poco senso.

    Per quelle che sono le informazioni in nostro possesso in effetti le polemiche sia sui conti di Lucca Holding (che peraltro sono pubblici sul loro sito che comunque presenta nel Polo Fiere il ramo in perdita della struttura) sia sui risultati d’esercizio di Lucca Comics & Games Srl sono abbastanza ingiustificate.

    Quest’ultima manifestazione infatti nei cinque anni presi in esame ha portato alla città un indotto stimabile in almeno 100milioni di euro (circa mezzo milione di visitatori). Essendo una partecipata-controllata, fermo restando che la situazione ottimale è sempre quella di una struttura che non sia in perdita, riteniamo che qualsiasi ente che si trovi di fronte a un investimento di 300mila euro in 5 anni per ottenere un indotto di 100milioni di euro sul territorio amministrato, debba immediatamente provvedere alla spesa senza indugiare.

    E’ per questo motivo che non riteniamo vi siano i presupposti per alcuna polemica in merito a tali perdite, mentre invece riterremmo opportuna una polemica qualora un qualsiasi comune rifiutasse di investire risorse in un progetto che saprebbe remunerarle in termini di indotto per circa il 333%.

    RISPONDI
  • Admin
    30 novembre 2012, 19:30

    non ho posto la domanda per polemica, tutt’altro.
    Il fatto che lucca comics generi utile a lucca holding é da tenere presente nel proseguo della discussione.
    I comics possono piacere o meno, ma non costano un euro pubblico, e questo é gia’ un dato di fatto.
    A livello personale non mi da noia niente, nemmeno il tendone al balilla, pero’ riterrei giusto che chi ha proposte diverse e realizzabili le faccia ora e non il prossimo ottobre

    RISPONDI
  • Admin
    1 dicembre 2012, 09:44

    Chissà quanto sia costato a Tambellini ammettere il successo dei Comics.
    Lui che, rileggendo dichiarazioni di poco tempo fa, li ha snobbati in ogni modo.
    Si rassegni, a Lucca i comics sono un’eccellenza.
    Almeno per il 2013 non è ancora in grado di sostituirli con la festa del popolo a lui tanto cara

    RISPONDI

.

Newsletter