Sel di Camaiore: Il piano dei rifiuti e i lavoratori ex Veolia

CAMAIORE (Lucca), 31 ottobre – Il Circolo di Camaiore di Sinistra Ecologia ha incontrato una folta rappresentanza dei lavoratori degli impianti per il trattamento dei rifiuti, prima gestiti da Veolia ed oggi in cassa integrazione a zero ore, tranne appena 10 lavoratori, assunti con contratto a termine dalla nuova impresa VerA.

Nell’incontro SEL ha illustrato la propria posizione di dura critica del progetto contenuto nelle bozze del Piano Interprovinciale, che, partendo da valutazioni eccessive sulla produzione dei rifiuti nei territori,  impegna una quantità di risorse economiche enorme per la realizzazione di un superinceneritore a Livorno. Gli inceneritori devono essere superati e non potenziati. Al contrario, è necessario attuare rapidamente le previsioni di legge, mirando alla riduzione della produzione di rifiuti, estendendo il riciclaggio ( anche tramite impianti come quello di Pioppogatto), promuovendo la raccolta differenziata porta a porta, che tutela l’ambiente, recupera materiali, crea vera occupazione e, nel tempo, riduce sensibilmente i costi di gestione.

I lavoratori ed i militanti di SEL hanno convenuto che l’impianto di Pioppogatto debba essere quanto prima rimesso in funzione, potenziando, in prospettiva, la linea del recupero del materiale indifferenziato e del compostaggio. Non può essere accettata la liquidazione dell’impianto e la dispersione delle maestranze. La situazione occupazionale dei lavoratori deve essere salvaguardata. Devono essere garantiti gli anticipi sulla cassa integrazione, facendo funzionare meglio l’accordo tra banche e Provincia. Si devono studiare le possibili forme di rotazione nel richiamo al lavoro, nonostante le difficoltà introdotte dalla nuova normativa Fornero. I Comuni devono esigere da VerA chiarezza sull’utilizzo della manodopera, fornendo, al contempo, tempi certi nell’attività produttiva. Devono essere saldate le fatture per l’attività di smaltimento.

Secondo la valutazione di tutti i partecipanti all’incontro, il rilancio di Pioppogatto deve andare di pari passo all’estensione della raccolta porta a porta e del riciclaggio dei materiali. Anche a Camaiore si devono fare passi avanti. SEL propone che, anche usando lo strumento dei “lavori socialmente utili” per dare occasioni di lavoro ai lavoratori cassaintegrati, si avvii la sperimentazione della raccolta porta a porta nelle frazioni principali del Comune (Capezzano, Lido) e si costruisca, anche per i cittadini Camaiore, una piazzola di conferimento (isola ecologica), sull’esempio di quanto realizzato a Seravezza e Massarosa. Su questi temi SEL è impegnata nell’attività amministrativa: si terrà, nei prossimi giorni, un incontro tra SEL ed il Sindaco di Camaiore.

Sel Circolo di Camaiore

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com