Rivieri (La Destra) esprime solidarietà ai carabinieri per il ‘caso-Gorelli’

LUCCA, 19 settembre – Pur lasciando alla magistratura il compito di giudicare, credo che diciassette mesi di carcere siano troppo pochi per consentire a Matteo Gorelli, 20 anni di Cerreto Guidi, accusato di avere ucciso l’appuntato dei carabinieri di Pitigliano Antonio Santarelli e ferito gravemente il collega Domenico Marino, di uscire dalla prigione di Grosseto per andare nella comunità Exodus di don Mazzi, a Milano.

Anche se è stato annunciato che il primo mese sarà di osservazione, non credo che in una nazione che tiene alla sua sicurezza e al lavoro delle forze dell’ordine possa consentire a una persona che è accusato di un simile, efferato delitto di uscire di prigione così velocemente, come se niente fosse.

Insieme alle mie notevoli perplessità voglio esprimere tutta la mia solidarietà ai carabinieri e in generale alle forze dell’ordine . Per loro è certamente un giorno triste. Pensare di rischiare la vita per pochi euro e poi assistere a tali episodi credo sia il massimo della frustrazione. Per fortuna tanti italiani la pensano come me.

Daniele Rivieri, segretario provinciale della Destra

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com