Lucca Fc vincente e promosso

Lucca Fc vincente e promosso

LUCCA, 4 Marzo – Il Lucca Fc è promosso. Con una vittoria per 2 a 1 sul Quarrata (reti di Granito, pari di De Cristofano e gol promozione di Fedato) i rossoneri si sono garantiti l’accesso diretto in serie D vincendo il campionato con 6 giornate di anticipo.

I cinquecento tifosi rossoneri al seguito della squadra hanno festeggiato a fine gara la promozione con una pacifica invasione di campo e con tutto il calore di chi ha avuto la costanza di non mollare nemmeno dopo il secondo fallimento in tre anni. Una promozione che seppure non stupisce, visto il cammino dello schiacciasassi LuccaFC, riempie di speranza i cuori di supporter che sperano che questa società possa far tornare i colori rossoneri nel calcio che conta. I nomi degli artefici sono quelli di Bruno Russo e del presidente Nicola Giannechini, ma insieme a loro altri hanno scommesso in questa avventura e oggi possono finalmente vedere i primi frutti del loro lavoro e ricevere i complimenti della città. Da adesso sarà possibile impiegare tutto il tempo per la pianificazione del prossimo anno, così da poter allestire un gruppo all’altezza della nuova sfida, ovvero la serie D.

Tornando alla gara, la partita ha regalato emozioni solo nel secondo tempo. Il primo tempo è stata una gara a scacchi con due squadre poco propense a scoprirsi e l’unico brivido è stato un tiro di Granito al 10′ deviato in angolo dal portiere avversario.

Nella ripresa gli ospiti hanno subito premuto sull’accelleratore, e al 2′ Constantin mette giù il pallone per Granito che lo insacca con un bel tiro sul primo palo per lo 0 a 1. Il vantaggio dura però solo 10 minuti perchè al 12′ De Cristofano calcia una punizione velenosa che beffa Casapieri e vale il pari. I rossoneri però hanno ormai annusato il profumo della promozione, e alzano il ritmo di gioco per conquistare il titolo, e al minuto 90 Espeche centra il palo di testa, la palla finisce sui piedi di Fedato che segna il gol che vale la D.

5 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

5 Commenti

  • Admin
    4 marzo 2012, 19:17

    bellissima pagina di sport
    oggi tantissimi tifosi pacifici che hanno cantato
    i giocatori umili che hanno festeggiato coi tifosi
    un tifo pulito e senza la politica che ha fatto allontanare tanti tifosi dallo stadio.tanta gente normale e un clima sereno,senza prepotenze e soprusi.
    speriamo che d’ora in avanti sarà sempre così.

    RISPONDI
  • Admin
    4 marzo 2012, 22:33

    per la precisione oltre 700 tagliandi venduti….i tifosi di casa erano si e no una trentina…

    RISPONDI
  • Admin
    5 marzo 2012, 00:09

    prima la lucchese (che per burocrazia si chiama il lucca) poi le ragazze al palazzetto!
    oggi splendida giornata di sport, lezioni di tifo e correttezza.
    avanti lucca!

    RISPONDI
  • Admin
    5 marzo 2012, 02:21

    1. Grazie a chi ha permesso a Lucca di partecipare al campionato. Il rischio che si dovesse avere solo la vecchia LL 1905 in terza categoria era altissimo
    2. La squadra di Lucca non era mai scesa, in oltre 100 anni, sotto il quarto gradino dei campionati. Purtroppo negli ultimi anni ha dovuto calcare il quinto (la serie D) e il sesto gradino (l’Eccellenza). La vittoria in questo campionato non è quindi una grande vittoria. Ma di quello che è successo prima non hanno colpa i giocatori, né i tecnici, né la società. Quindi un plauso grande a tutti i protagonisti
    3. Un augurio per il prossimo campionato. Sperando che la socità si rafforzi ed altre soddisfazioni arrivino presto.
    4. Un invito a chi ha oggi in mano la gloriosa Lucchese Libertas 1905. SMETTETELA! Non cercate di trarre un utile da una storia gloriosa. Rendete la LUCCHESE a chi può amarla.

    RISPONDI
  • Admin
    5 marzo 2012, 19:55

    @ammonio concordo su tutto
    unica aggiunta: non viviamo di ricordi del tempo che fu, ormai il calcio è cambiato e a certi livelli si rischia di tornare in mano a loschi figuri

    pretendiamo investimenti nel settore giovanile e facciamo decollare l’azionariato popolare che controlli, partendo dal basso con una società nuova come questa chissà, magari potremmo arrivare lontano

    RISPONDI

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com