Comitato Lucca Città del Fumetto? Si grazie. Genovese e Nencetti fiduciosi

Comitato Lucca Città del Fumetto? Si grazie. Genovese e Nencetti fiduciosi

LUCCA, 02 marzo – Museo del Fumetto e Lucca Comics and Games avranno nel Comitato Lucca Città del Fumetto un ‘tavolo’ comune al quale sedersi per parlare delle proprie iniziative, valorizzandole al meglio. Su questo punto c’è perfetta sintonia tra il direttore di Lucca Comics and Games, Renato Genovese e il direttore del Museo dell’Immagine e del Fumetto, Angelo Nencetti.

Il Comitato, quindi, sembra aver già messo a segno un buon punto: quello di far dialogare due istituzioni importanti come il Muf e Lucca Comics che finora se non si erano apertamente osteggiate, quanto meno si erano ignorate vicendevolmente.
Sentiti per commentare la notizia della nascita del Comitato, i due direttori giudicano positivamente la nascita di questo Comitato, salutandola come un atto positivo per far diventare sempre più ‘Lucca’ sinonimo di ‘fumetto’.

In precedenza – ricorda Nencetti – si era fatta l’esperienza di comitati aperti a troppi soggetti per poter essere fattivamente concreti nelle loro proposte. Mi ricordo con ancora l’ente Max Massimino Garnier quando si discuteva se far rientrare o meno i Comics nel centro di Lucca: in quel comitato vi era una moltitudine tale di soggetti, tutti pronti a caldeggiare le proprie esigenze e a voler dare indicazioni su quella che doveva essere la parte operativa di Lucca Comics. Un esperimento che fallì, ma che ha portato alla creazione della società che oggi gestisce la manifestazione e che si è confermata una scelta positiva“.

La differenza con il passato è data proprio dal tipo di comitato: non un dibattito aperto a chiunque, ma un tavolo ristretto ed estremamente tecnico, che vedrà la partecipazione dell’assessore alla Cultura, del dirigente del settore e dei due direttori. 
Con un tavolo di questo tipo – sottolinea Genovese – è possibile arrivare ad una sostanziale armonizzazione dei programmi, in modo che questi possano essere valorizzati al meglio. Questo senza, ovviamente, parlare di entrare nel merito delle proposte di Lucca Comics and Games o del Muf, ma proprio per creare i presupposti di una sinergia tra le due istituzioni“.

Una posizione completamente condivisa anche da Nencetti: “Il Museo è nato per dare continuità alla presenza del fumetto a Lucca – spiega – e, in questi anni, il Muf ha dato visibilità nazionale e internazionale alla città, centrando di fatto tale obiettivo, ma si può e si deve fare molto di più. Far diventare Lucca Città del Fumetto passa obbligatoriamente anche da una promozione maggiormente coordinata degli eventi“.

Nencetti ricorda che fu Pietro Fazzi – allora sindaco di Lucca – a decidere la divisione tra le due istituzioni ‘fumettistiche’ lucchesi: una società  che gestisse la mostra-mercato, con una struttura snella e che in questi anni ha dimostrato di aver raggiunto un grado di efficienza invidiabile e una struttura più complessa che è il Museo, che ha una diversa natura, diverse attività e anche diverse opportunità di finanziamento. L’esistenza delle due strutture, in questi anni, non è stata semplice, ma i due direttori sono convinti che questo tavolo di lavoro possa portare alla soluzione dei contrasti e delle sovrapposizioni, “grazie ad un’armonizzazione e sintetizzazione delle singole programmazioni” per arrivare veramente al traguardo di una Lucca Città del Fumetto.

Non si possono non condividere gli obiettivi del Comitato – sintetizza in conclusione Genovese – perché un’azione di questo genere, di fatto, va a moltiplicare l’efficacia culturale delle nostre singole proposte“.

Insomma, se l’impressione è che sia Genovese sia Nencetti cerchino ancora di comprendere appieno le reali potenzialità di questa nuova iniziativa del Comune e quello che in realtà comporterà nei loro singoli ambiti, sembra che – se non la pace – almeno una tregua caratterizzata dalla voglia di una duratura pax sembra veramente – e aggiungeremmo ‘finalmente’ – essere scoppiata. Lucca e i fumetti ringraziano.

LEGGI ANCHE
Pace nella Lucca dei fumetti. Bandoni: “Muf e Comics, insieme in un ente unico”

1 commento

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

1 Commento

  • Admin
    3 marzo 2012, 00:28

    Bella la Lucca, città del fumetto.
    Brava Letizia e bravo Sindaco.

    RISPONDI

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com