ArcaAnthea: due sfide in tre giorni

ArcaAnthea: due sfide in tre giorni

LUCCA, 4 Gennaio –  In casa ArcaAnthea è stato poco il tempo per festeggiare, i ragazzi agli ordini di coach Russo sono subito tornati a lavorare in palestra e il mister ha il suo bel da fare viste le condizioni di alcuni giocatori, tra influenza e postumi di vecchi infortuni.

L’inizio del 2012 prevede infatti una 3 giorni di fuoco che partirà giovedi 5 gennaio alle 20.30 con il derby casalingo contro Montecatini per poi proseguire sabato in casa della Sogema Bologna, per quello che sarà il big match della giornata. Prima però c’è da pensare alla partita con i termali, che al palasport non si vedeva da più di 2 anni: tanti saranno i lucchesi che assisteranno alla gara memori però delle stagioni giocate dall’allora Sharp prima e Panapesca poi nel massimo campionato, ospite al Palatagliate in asenza di un impianto adeguato.

I tempi di Mario Boni e Andrea Niccolai (ora direttore tecnico) sono lontani ma in casa rossoblu c’è la voglia di risalire, dopo aver vinto il campionato di C dilettanti lo scorso anno. Formazione temibile quella di coach  Angelucci che punta ai playoff, forte di un quintetto guidato da Avanzini e dall’esperto Gabriele Niccolai e che vede anche la presenza in mezzo dell’ex Tessitori. L’ArcaAnthea comunque ha lavorato con impegno in questo periodo di sosta: dopo qualche giorno di vacanza dopo l’utima giocata con Prato, il gruppo si è ritrovato subito dopo Natale agli ordini di coach Russo, giocando anche in amichevole proprio contro i Dragons. In quell’occasione è rimasto a riposo per un affaticamento Diego Zivic e purtroppo i tanti infortuni e contrattempi di natura fisica sono stati una costante in queste settimane: “Certamente non abbiamo potuto lavorare come avrei voluto”, spiega Roberto Russo, “mi sarebbe piaciuto uscire dalla pausa in ben altre condizioni. La speranza è quella di portare tutti a referto ma le valutazioni verranno fatte in tempo reale fino all’inizio del match”.

La motivazione è comunque alta anche perché in queste partite c’è in palio un posto alle final four di Coppa Italia; Russo però preferisce pensare al campionato “E’ un obiettivo di prestigio, una vetrina notevole ma di interesse relativo rispetto ad altri traguardi più importanti. La considereremo un’altra componente da mettere in campo per dare il massimo, al di là degli infortuni ci faremo trovare pronti per difendere il nostro fortino perché in casa non vogliamo perdere occasioni”.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com