Marchetti (Pdl) su trasporto pubblico e viabilità: “Lucca come nel terzo mondo”

LUCCA, 22 luglio – “E’ bastato che una giornalista salisse davvero su un mezzo pubblico per comprendere in che condizione versa la mobilità e il trasporto a Lucca. Dopo che ogni giorno ascoltiamo pianti e lamentele sui tagli, scopriamo ufficialmente e amaramente che la Provincia  non  si preoccupa di combattere l’evasione. Sui mezzi pubblici della provincia di Lucca si può infatti girare una giornata senza pagare e nessuno di dice niente, come può accadere in un paese del Terzo Mondo.

Su questo tema presenterò  a breve una interrogazione, ma visti i tempi di discussione credo sia necessario che la materia venga trattata in tempi brevi e magari risolta assai prima, anche perché le debolissime giustificazioni dell’assessore provinciale Rovai, insieme al silenzio di Baccelli, non hanno convinto nemmeno l’assessore regionale Ceccobao.

Per i cittadini della provincia di Lucca e per le loro aziende la situazione è drammatica da qualunque lato la si guardi. La ferrovia, nonostante i ripetuti annunci di Regione e Provincia, è sempre a un binario e anche le altre opere ferroviarie accessorie sono ferme.

Le strade sono al collasso, come è evidenziato in questi giorni dalla situazione drammatica del Viale Europa a Lammari e Marlia, ma il problema riguarda tutte le strade provinciali e non solo della Piana di Lucca.

Che dire poi del trasporto pubblico? La gestione della provincia è al solito passiva. Si tira a campare, forti del fatto che tanti non sanno che la competenza è provinciale. Per quelli che lo sanno, è sempre pronta la storia dei tagli del governo. In realtà non si è fatto nulla per modellare il trasporto pubblico della provincia alle esigenze di chi la vive e ci lavora. Questo l’errore più grande”

Maurizio Marchetti, consigliere provinciale del Pdl

1 commento

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

1 Commento

  • Admin
    13 novembre 2011, 13:01

    Il comitato pendolari lucca-firenze ha presentato una proposta tecnica concreta di miglioramento del collegamento Lucca-Firenze alla Provincia di Lucca e alla Regione Toscana.
    La pproposta è articolata e presenta un piano di integrazione gomma/ferro.
    La VII Commissione permanente trasporti della RegioneToscana ha ben accolto e valutato il piano presentato che ha il merito di potenziare il servizio senza incrementare il numero di corse nè i costi e quindi senza che ci siano aggravi di costi nè di gestione nè aumenti, quindi, di abbonamenti per gli utenti.

    Il comitato pendolari Lucca-Firenze si augura che il dialogo tra il Comitato stesso e la provincia di Lucca e Regione si rafforzi e la nostra proposta tecnica sia concretamente presa in considerazione e supportata in tutte le sede opportune, politiche e tecniche, perchè il miglioramento del collegamento con il capoluogo, senza, ripetiamo, aggravio di costi per le ditte esercenti il servizio nè per la Regione nè con incrementi dei prezzi degli abbonamenti, è una priorità che non può attendere ancora ed ora è stato ben evidenziato nelle sede opportune come le ottimizzazioni ed i risparmi si devono fare e si possono fare agendo sugli sprechi segnalati.

    Comitato pendolari Lucca-Firenze
    e-mail pendolari_lu_fi@nulllibero.it
    Blog: http://blog.libero.it/blogpendolari
    Sito: http://digilander.libero.it/pendolari_lu_fi

    RISPONDI

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com