“Volpe del deserto”, il sindaco ribadisce: “Ho agito in trasparenza e nel rispetto delle leggi”

“Volpe del deserto”, il sindaco ribadisce: “Ho agito in trasparenza e nel rispetto delle leggi”

LUCCA, 28 maggio – Sollecitato dai giornalisti a tornare ad esprimersi sulla vicenda “Volpe del deserto”, il sindaco di Lucca Mauro Favilla ribadisce quanto già affermato nei giorni scorsi: “I miei contatti con le persone coinvolte nell’inchiesta sono sempre stati improntati alla massima correttezza. L’amministrazione comunale – prosegue il primo cittadino – ha impostato delle prospettive di intervento che sono state discusse alla luce del sole, in consiglio comunale, prospettive che ho sempre ritenuto utili alla città e che sono tutt’ora valide. Il percorso seguito è quello previsto dalle leggi ed improntato, come doveroso, alla massima trasparenza. Se certi episodi che si ascrivono a singoli, fossero avvenuti, sarebbero comunque avvenuti a titolo personale e al di fuori dell’attività dell’amministrazione”.

11 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

11 Commenti

  • Admin
    28 giugno 2011, 18:18

    “Se certi episodi che si ascrivono a singoli, fossero avvenuti, sarebbero comunque avvenuti a titolo personale e al di fuori dell’attività dell’amministrazione”.
    Sarebbe stato meglio:
    Se certi episodi che si ascrivono a singoli, fossero avvenuti, sarebbero comunque avvenuti a titolo personale e al di fuori dell’attività dell’amministrazione, da parte di personaggi da me voluti e difesi a spada tratta in ogni possibile occasione, a dispetto delle evidenze e dell’opinione publica, per questo in attesa che i magistrati facciano chiarezza su questa oscura vicenda trovo doveroso rassegnare le mie dimissioni da Sindaco di Lucca, e chiedere scusa a tutti i cittadini per il disturbo e per i danni economici e d’immagine arrecati.

    RISPONDI
  • Admin
    28 giugno 2011, 18:32

    Caro Favilla,

    dire che certi episodi sarebbero “avvenuti a titolo personale e al di fuori dell’attività dell’amministrazione” è un vero attentato all’intelligenza dei suoi cittadini:

    1) sappia che alcuni ricoprivano ruoli pubblici e con incarichi fiduciari affidati proprio da lei.

    2) molte delle attività oggetto di indagine riguardano le scelte urbanistiche, cuore delle scelte dell’amministrazione!!!

    Inoltre nessuno mette in discussione la correttezza dei rapporti tra lei e questi individui, il problema infatti è la correttezza dei rapporti tra lei e la città, tra lei e i cittadini!!!
    Non capisco come possa riuiscire ancora ad andare in Comune senza provare vergogna…

    RISPONDI
  • Admin
    28 giugno 2011, 18:44

    Anche gli incarichi,e che tipo di incarichi,dati allo studio di suo figlio non la riguardano???

    RISPONDI
  • Admin
    28 giugno 2011, 19:56

    Ma come Alberto, non hai letto sui giornali che gli incarichi al Favillino ed al ferro venivano dati per le loro capacita’ professionali? Tutta Lucca ci sta’ credendo. Tu no?

    RISPONDI
  • Admin
    28 giugno 2011, 20:27

    Può darsi, peccato che uno, dei due lo bocciarono anche alle medie perché era duro come la pietra…

    RISPONDI
  • Admin
    28 giugno 2011, 21:43

    Favilla si dimetta, per cortesia… Non ci meritiamo un sindaco e una squadra di assessori come quella scelta da lei… Concetto, sia chiaro, slegato dal colore politico, perchè a certa gente interessano solo soldi e potere, gli ideali non sanno cosa siano… Titoli soldi e potere.

    RISPONDI
  • Admin
    29 giugno 2011, 08:32

    Presto faremo intervenire Beppe Grillo sotto le finestre di Favilla & Pierami per chiedere a gran voce le loro dimissioni.

    RISPONDI
  • Admin
    29 giugno 2011, 12:16

    Quando tutta la giunta è pescata con le mani nella marmellata un sindaco appena decente si dovrebbe DIMETTERE, senza se e senza ma.Se poi le indagini dimostreranno che è onesto, tanto meglio,intnto ci risparmi la sceneggiata.

    RISPONDI
  • Admin
    29 giugno 2011, 14:12

    Sono personalmente affezionato a Favilla, quindi il mio dire non è del tipo odioso della politica, della parte e controparte, in base a cui a te che non sei della mia parte do addosso per pricipio, come ci dimostrano quotidianamente i nostri detestabili politici, in particolare dell’area sinistrorsa, sia a livello locale, sia nazionale. Fatto questo doveroso incipit, mi chiedo: tutta la cittadinanza era più o meno a conoscenza delle malefatte della “volpe” (non a caso nominatosi…), del personaggio odioso che si era rivelato e chi più ne ha, più ne metta! Possibile che Favilla non sia mai stato sfiorato dal dubbio riguardo all’ “esimio” & C.? No! In ambito di amministrazione comunale SI SAPEVA! Ho attendibili aderenze in loco che me lo hanno sempre confermato ben prima dei fatti recenti!
    Caro Mauro, ricoprendo tale ruolo, non è giustificante dire: non lo sapevo! Come non siamo giustificati a dire: ma io non conoscevo la legge!…
    Ciononostante, pur detestando Volpe & C., devo dire che i lavori sulla rotonda del Giannotti (prospicente alla mia abitazione) hanno dato un buon risultato estetico-funzionale. Al di là delle antipatie, viva l’oggettività!

    RISPONDI
  • Admin
    29 giugno 2011, 15:47

    che sapesse o no, poco importa, ci sono troppe cose poco chiare, o meglio, lo erano… visto che stanno venendo alla luce…
    il sindaco ha sbagliato a scegliere i suoi collaboratori, spero in buona fede… ma non ci metterei la mano su fuoco…

    RISPONDI

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com