Arriva il primo singolo di ‘Director’s Cut’ di Kate Bush, in uscita a maggio

Arriva il primo singolo di ‘Director’s Cut’ di Kate Bush, in uscita a maggio

Era il 2005 quando uscì ‘Aerial‘, l’ultimo lavoro di Kate Bush. Un disco interessante, che, però, è rimasto abbastanza di nicchia. Un lavoro ambizioso, un concept diviso in due parti – una per ogni cd – apprezzato dai fan, ma che non ha sfondato a livello di vendite, pur proponendo musica raffinata e perfettamente in linea con la produzione dell’artista inglse.

Adesso, a sei anni di distanza, arriva il nuovo lavoro di Kate Bush: ‘Director’s Cut’, che uscirà a metà maggio – il 16 per la precisione -, ma non si tratta, come ci si potrebbe anche aspettare, di un disco di inediti, bensì di una ‘rilettura’ dei vecchi successi della musicista, che, con ‘Director’s Cut’ inizia l’attività della sua nuova etichetta discografica, la ‘Fish People‘.

Nel disco saranno contenute alcune delle canzoni di maggior successo della Bush, ma ancora non si conosce l’intera tracklist, nonostante sia già uscito il singolo apripista. Da oggi, infatti, negli stores digitali è possibile acquistare una versione di oltre sei minuti di ‘Deeper Understanding‘, originariamente contenuta in ‘The Sensual World’. La versione 2011 della canzone mantiene, sicuramente, tutta la magia di quella originale. Eppure qualcosa forse non convince appieno. Forse sono i suoni, troppo databili e un po’ datati a rendere l’ascolto non così piacevole come ci si aspetterebbe.

Che la Bush abbia classe da vendere non si discute. Che la sua voce sia qualcosa di unico, neppure. Ma, forse, adesso era il momento di dare alle stampe del materiale nuovo, piuttosto che ripescare nel passato. Certamente, su questa scelta discografica ha influito la serie di circostanze per le quali Kate Bush è tornata in possesso dei diritti d’autore dei suoi album, prima detenuti dalla casa discografica di sempre, la EMI. E, adesso che è lei la proprietaria, forse giustamente, ce li ripropone in una rilettura più attuale. 

Un’operazione comprensibile, ma di cui, alla fine, non si sentiva così tanto il bisogno. E’ probabile che ‘Director’s Cut’ sia un album molto bello, con degli arrangiamenti – come dimostra alla fine anche questo ‘assaggio‘ – interessanti e raffinati. Avrà sicuramente il merito – e non è poco – di far scoprire a chi è più giovane un’artista che ha scritto pagine molto importanti negli Anni Ottanta e Novanta. 

Indiscrezioni vogliono che Kate Bush stia lavorando anche a del materiale nuovo di zecca, che già nel 2011 potrebbe andare a utilizzare per un disco di inediti. Un po’ difficile da credere, conoscendo i tempi biblici dell’artista, ma c’è, comunque, da augurarsi che a breve, dopo il disco che rinfresca la memoria su quello che è stata Kate Bush per la musica, arrivi un lavoro che ci dica cos’è e cosa sarà Kate Bush nel presente e futuro.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com