Lo stinco di maiale, piatto antico quanto saporito

Lo stinco di maiale, piatto antico quanto saporito

LUCCA, 21 febbraio“Del maiale non si butta via niente!” è un detto significativo e ampiamente conosciuto, da cui si evince l’importanza che aveva  (e continua ad avere) questo mammifero per la nostra alimentazione. Il suino, chiamato comunemente maiale o porco è l’animale da macello più diffuso e più utilizzato dall’uomo grazie appunto all’ampia gamma di sottoprodotti  derivati. Si suppone che il nostro maiale derivi da un incrocio tra il cinghiale  e il suino mediterraneo. Si hanno tracce di  antichissimi  allevamenti dei progenitori dei maiali da graffiti  ritrovati nelle Grotte di Altamira risalenti a circa 40mila anni fa.
Per la ricetta di oggi prendiamo in considerazione lo stinco, un pezzo di carne saporitissimo, che utilizzeremo insieme alla birra e qualche altro ingrediente.  Andiamo dunque in cucina a preparare questo ottimo secondo piatto.

STINCO DI MAIALE ALLA BIRRA CON BACCHE DI GINEPRO E PROFUMO D’ALLORO

Ingredienti:
Quattro stinchi di maiale
Due carote
Due gambi di sedano
Quattro scalogni
Tre spicchi d’aglio
Due rametti di rosmarino
Quattro foglie d’alloro
Dodici bacche di ginepro
Un litro di birra (meglio bionda)
Una decina di cucchiai d’olio extravergine d’oliva
Un po’ di brodo vegetale
Sale e pepe

Preparazione:
Incidiamo con la punta di un coltello le cotenne degli stinchi e massaggiamoli con abbondante sale e pepe. Adagiamoli in una capiente teglia, irroriamo con olio e rosoliamo a fuoco vivace fino a che non sono belli coloriti. A questo punto aggiungiamo un trito di carote, sedano, scalogno, gli spicchi d’aglio pestati, i rametti di rosmarino, le foglie d’alloro , le bacche di ginepro; indoriamo gli odori per pochi minuti, versiamo la nostra birra e inforniamo a 175 gradi. Controlliamo di tanto in tanto e quando la birra si sarà asciugata aggiungiamo qualche ramaiolata di brodo. Il tutto dovrebbe cuocere in circa un’oretta e mezzo. A cottura ultimata leviamo i nostri stinchi, passiamo il sughetto che abbiamo ottenuto che verseremo poi sopra gli stinchi stessi e serviamo in tavola accompagnando il piatto con delle belle patate arrosto.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com