Torna a Capannori la rassegna “I colori della musica”

Torna a Capannori la rassegna “I colori della musica”

CAPANNORI – Riprende a Capannori la rassegna musicale “I colori della musica”. Le iniziative si terranno in luglio a Villa Mansi, di nuovo aperta al pubblico dopo un accurato restauro delle sue facciate.

particolare del parco di Villa Mansi

Oggetto questo inverno di un puntiglioso lavoro di restauro, la seicentesca villa Mansi, gioiello architettonico che con il suo sontuoso giardino trova posto tra le più importanti opere del genere in Toscana, riapre i suoi battenti. Sarà la Civica scuola di musica di Capannori ad inaugurarne sala centrale e giardino, proponendo al pubblico una serie di iniziative che vedranno la partecipazione di alcuni docenti che negli ultimi anni si sono importi all’attenzione del pubblico attraverso prestigiose collaborazioni con artisti del calibro di Roberto Vecchioni e Gianni Morandi, e di alcuni allievi che si sono distinti come primi diplomati in italia nel metodo M.a.d. o hanno ricevuto vborse di studio ad Umbria Jazz.

I concerti estivi a Villa Mansi – spiega l’assessore alla cultura, Luciana Baronisono una delle molte e qualificanti attività della civica scuola di Capannori, che sta dimostrando davvero una grande vitalità. Una proposta culturale di alto livello che intendiamo offrire agli appassionati di musica e a tutti i cittadini”.

L’articolato programma della rassegna vedrà alternarsi sul palco sperimentali evoluzioni rock abbinate a suggestive coreografie, jazz secondo il nuovo metodo M.a.d. (music attitude development) e per orchestra, musica classica. Nel dettaglio:

Lunedi 2 luglio, ore 21: inaugurazione con Musica e movimento Rock: una fantasia musicale sui brani più famosi resi scenicamente attraverso le coreografie moderne di Sara Vannelli che ha tenuto un seminario alla Civica scuola di musica dedicato alla presenza scenica e alla danza sul palcoscenico per cantanti.

Martedi 3 luglio, ore 21: concerto dedicato al Jazz con la partecipazione di Loredana Lubrano Serena di Gino e Fabio Scognamiglio insieme ai nomi più importanti del jazz italiano legati al nuovo metodo Mad, un metodo rivoluzionario di sviluppo attitudinale che sta cambiando completamente la didattica, non solo della musica moderna, ma anche in quella tradizionale.

Mercoledi 4 luglio, ore 21: appuntamento con la musica classica curato da Fernanda Piccini, curatrice del laboratorio lirico Gaetano Luporini, che quest’anno presenta una versione all’italiana delle Nozze di Figaro di Wolfgang Amadeus Mozart, con i giovani professionisti che già l’anno passato proprio a Villa Mansi furono protagonisti del Gianni Schicchi di Puccini

Giovedi 5 luglio, ore 21: chiusura della manifestazione con l’orchestra Saxofonia Big Band diretta da Giancarlo Rizzardi che insieme al trombettista Tofanelli ha tenuto un seminario dedicato all’arrangiamento per big band jazz in collaborazione con l’istituto Luigi Boccherini di Lucca. La serata, intitolata “Capannori New York”, sarà dedicata agli standard americani più noti animati dalla presenza del noto saxofonista Paolo Mannelli e della cantante Serena Di Gino.

L’ingresso ai concerti è gratuito.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com