Azienda USL 2 Lucca: tornano i corsi sulla celiachia

Azienda USL 2 Lucca: tornano i corsi sulla celiachia

LUCCA, 28 Settembre – Il Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda USL 2 Lucca, in collaborazione con l’Associazione Italiana Celiachia (AIC) Onlus Toscana, organizza un corso di formazione rivolto a ristoratori ed albergatori sulla celiachia, che è in pratica un’intolleranza permanente al glutine.

Il corso, che si svolgerà in orario pomeridiano (15.00 – 19.00) e avrà una durata complessiva di otto ore, sarà suddiviso in una parte teorica, dove verranno fornite nozioni di base sulla celiachia, sugli alimenti naturalmente e artificialmente privi di glutine e sulla normativa di settore, ed una parte operativa dove, con l’aiuto di un cuoco e attraverso lavori di gruppo e dimostrazioni pratiche, gli operatori saranno messi in grado di conoscere e applicare le procedure atte a manipolare impasti senza glutine evitando la contaminazione crociata.

Con questa iniziativa l’Azienda USL 2 e l’AIC, che consolidano in questo modo una collaborazione che ha già dato risultati importanti in questi anni, mirano a migliorare la qualità della vita dei soggetti celiaci e delle loro famiglie, riducendo, grazie alla possibilità di fruire di alimenti sicuri per il pasto fuori casa, le difficoltà organizzative che spesso investono momenti di socializzazione e aspetti affettivo-organizzativi (i pasti quotidiani, le vacanze, i momenti conviviali con amici, parenti, ambienti di lavoro).

Il glutine è un complesso proteico presente nel frumento e in cereali affini quali orzo, segale, kamut, farro, spelta e triticale. L’ingestione di queste sostanze causa, in soggetti geneticamente predisposti, un danno dei villi intestinali, le strutture preposte all’assorbimento dei nutrienti, che può manifestarsi in modo assai variabile.

Un tempo ritenuta rara, la celiachia interessa in realtà una persona ogni 100-150. Se si considera che ogni famiglia di celiaco è coinvolta nella problematica e nei disagi connessi, si può valutare quanto sia notevole l’impatto potenziale di questa condizione

Una dieta basata sull’assunzione di alimenti naturalmente o artificialmente privi di glutine è l’unica terapia che garantisca al celiaco un perfetto stato di salute. Ma evitare alimenti quale pane, pasta, biscotti, farine, bevande e quant’altro derivi da grano, orzo e segale, non è sempre facile e pone una serie di problemi psicologici e pratici con cui i celiaci e le loro famiglie devono fare i conti.

Molti prodotti del commercio, infatti, non possono essere utilizzati dai celiaci perché contengono o potrebbero contenere glutine, anche in minime tracce. Allo stesso modo può non essere facile usufruire della ristorazione pubblica o privata (mense scolastiche o aziendali, ristoranti, pizzerie, ecc.) data la mancanza di sicurezza della assenza di glutine nel pasto così come non è facile trovare produzioni artigianali prive di glutine.

Attualmente si sta comunque assistendo ad una sempre maggiore sensibilizzazione delle amministrazioni pubbliche verso la problematica e la maggior parte delle ristorazioni scolastiche ed assistenziali in genere si sono attrezzate per fornire pasti idonei ai celiaci.

Ancora difficile è invece trovare attività di ristorazione (ristoranti, tavole calde, pizzerie) o strutture ricettive alberghiere ed extra-alberghiere in cui vengano preparati e somministrati pasti sicuri per i soggetti intolleranti al glutine.

La Regione Toscana ha predisposto delle Linee Guida per gli esercizi di preparazione/somministrazione di alimenti senza glutine, per chiarire i requisiti strutturali e gestionali necessari per una corretta conduzione delle attività, ed ha previsto l’inserimento di appositi moduli formativi sulla celiachia nell’ambito delle abituali attività di formazione e aggiornamento professionali effettuate dalle Aziende sanitarie, rivolti in particolare a ristoratori ed albergatori.

Il calendario del corso organizzato dall’Azienda USL 2, con le relative sedi di svolgimento, è il seguente:

1^ giornata:  10 novembre 2010 – parte teorica – Sala biblioteca Dipartimento della  Prevenzione Azienda USL 2  Piazza Aldo Moro – Capannori (LU)

2^ giornata:  11 novembre 2010 – parte pratica – presso Cucina attrezzata del Centro cottura Alisea Ospedale “Campo di Marte”  Lucca.

La frequenza delle lezioni è obbligatoria (per almeno il  70% delle ore complessive dell’intervento formativo, e, all’interno di tale percentuale, almeno il 50% delle ore di attività di stage in azienda).

PROVE FINALI E CERTIFICAZIONE RILASCIATA: Attestato di frequenza

L’iscrizione è gratuita. Per esigenze organizzative saranno accettate solo le prime 15 richieste. La domanda di iscrizione, con l’indicazione del nome e cognome, qualifica, ditta di appartenenza, indirizzo postale, e-mail, recapito telefonico, dovranno pervenire all’Azienda USL 2 Lucca – Dipartimento della Prevenzione – all’attenzione del dottor Fausto Morgantini (coordinatore dell’iniziativa), via fax al n° 0583 729490 oppure per posta elettronica a f.morgantini@nullusl2.toscana.it .

Scadenza iscrizioni ore 14,00 del 20 ottobre 2010

Il programma del corso può essere scaricato dal sito www.usl2.toscana.it/sup

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com