Le ‘Regole del Gioco’ per avvicinare i bambini alla principale squadra di calcio cittadina

Le ‘Regole del Gioco’ per avvicinare i bambini alla principale squadra di calcio cittadina

LUCCA – In un calcio dove i mass-media sovraespongono solo alcune realtà metropolitane, importante iniziativa presentata oggi (giovedì 18 ottobre) dalla Lucchese Libertas per far scoprire ai giovani della Piana la passione per la squadra della loro città: una serie di iniziative che avranno come protagonisti i ragazzi delle elementari e delle medie e che porteranno i giocatori rossoneri nelle scuole. Presto i tornelli allo stadio, che potrà dunque tornare alla sua capienza effettiva.

Un momento della conferenza stampa

Il calcio, in Italia, è lo sport che gode del seguito di massa certamente più ampio; milioni di persone che ogni domenica si appassionano alle gesta della propria squadra del cuore in un ambito che, divenuto evidentemente malsano, negli ultimi anni con ‘moggiopoli’ e i decreti anti-violenza sembra voler tornare a misura d’uomo. Provvedimenti che stanno lentamente contribuendo a restituire credibilità al calcio giocato e far riscoprire alla gente il gusto di una domenica spensierata allo stadio. Provvedimenti che però non hanno inciso sulla sovraesposizione mass-mediatica di questo sport, che propone costantemente all’attenzione degli spettatori le gesta di poche realtà metropolitane, finendo per concentrare la passione, specie dei più giovani, verso poche squadre. Una circostanza questa che sta pesantemente minando le realtà più piccole, con le squadre delle serie minori che da anni ormai vedono i loro stadi spopolarsi.

Anche a Lucca da molti anni ormai, complici anche gli scarsi risultati ottenuti dalla squadra, le sopra esposte motivazioni hanno pesantemente influito nel rapporto tra città e squadra, palesandosi chiaramente ogni domenica in una curva, settore da sempre riservato al tifo più colorito e quindi frequentato dai giovani, semideserta.

Ecco dunque che la società presieduta da Fouzi Hadj si muove per colmare questa lacuna, per far riscoprire ai più giovani la passione per la realtà calcistica locale e per proporre un calcio che sia finalmente portatore dei valori più sani di questo sport. E’ stata illustrata oggi, alla presenza del capitano Luca Bonfanti, Enrico Luchi, Giovanni Torre e Silvio Giusti in rappresentanza della società, l’assessore Lido Moschini per il comune di Lucca, l’assessore Giuseppe Bandoni per il comune di Capannori e il presidente della provincia Stefano Baccelli, una iniziativa patrocinata da Provincia, Comune di Lucca, Comune di Capannori, con La Nazione e NoiTv media partner: si chiamerà “Le regole del gioco” e porterà i giocatori rossoneri a contatto coi ragazzi nelle scuole elementari e medie della piana. I ragazzi potranno inoltre partecipare a due concorsi denominati “Orgogliosi di essere Lucchese” e “Allo stadio con il sorriso”; il primo concorso consisterà nel produrre un disegno, che potrà essere individuale o di gruppo, che abbia come tema la partecipazione festosa agli appuntamenti sportivi; i disegni dovranno essere presentati entro il 15 aprile 2008 e sono previsti premi di 100 euro per i migliori otto lavori individuali (una graduatoria per classe dalla prima elementare alla terza media) e di 500 euro per i migliori due lavori di gruppo. Sarà inoltre scelto un disegno che verrà adottato come manifesto della prossima campagna abbonamenti della Lucchese. Stessi premi e modalità anche per i lavori relativi al secondo concorso, che dovranno pervenire entro il 15 dicembre 2007, e che avranno come tema il rifiuto della violenza negli stadi.

La graduatoria dei lavori individuali sarà stilata direttamente dai lucchesi, che potranno vederli e votarli sul sito dell’emittente NoiTv; una rappresentanza dei soggetti promotori valuterà invece i lavori di gruppo.

Significativi per comprendere la singolarità dell’iniziativa i commenti del capitano Luca Bonfanti – “E’ una cosa nuova e piacevole, non mi era mai successo in 12 anni di carriera di andare in giro per le scuole. Cercheremo di spiegare cosa facciamo facendo appassionare il nostro pubblico, nella speranza che questa passione li porti poi a venire la domencia allo stadio” – e dell’assessore allo sport del Comune di Lucca Lido Moschini – “E’ un progetto interessante, anche se non nuovo per me, che vengo dagli Usa, dove tutte le squadre primarie, già da anni, visitano le scuole regolarmente, entrando in contatto costante con le nuove generazioni, seguendole e educandole allo sport e alle sue regole. Perché si può essere sportivi solo nella maniera giusta. Vogliamo serenità e tranquillità allo stadio, quindi grazie alla Lucchese per questo bel progetto che, sono sicuro, darà per certo ottimi risultati nell’immediato futuro”.

Queste invece le parole dell’assessore allo sport del Comune di Capannori Giusepope Bandoni “Abbiamo sostenuto subito il progetto per due motivi. Il primo è il legame con una squadra da cui sentiamo di essere rappresentati. Il secondo è che siamo impegnati già da tempo nella lotta al bullismo con un altro progetto che sta dando risultati, quindi anche ‘Le regole del Gioco‘ rientra nella nostra linea contro la violenza e siamo seriamente convinti dell’utilità di questa iniziativa perché, al di là di risultati immediati, semina comunque dei valori in un contesto nazionale dove si sente il profondo bisogno di distensione e correzione di atteggiamenti che con lo sporto non hanno niente a che fare”.

Stefano Baccelli punta l’attenzione sul concetto di ‘cultura sportiva’: “Abbiamo sostenuto subito questo progetto, alla luce di recenti episodi di rara violenza nel mondo del calcio. ‘Le regole del gioco’, infatti, si fanno rispettare costruendo una vera cultura sportiva e questo serve al calcio, alla Lucchese e a tutta la società: il confronto ha senso solo se è leale e perché lo sia bisogna evitare le ‘scorciatoie‘ . Raccontiamolo ai giovani. Un grazie alla Lucchese per questa iniziativa, penso che siamo sulla strada giusta”.

Sui recenti episodi di violenza che hanno riguardato il mondo del calcio si pronuncia poi Silvio Giusti, direttore sportivo della Lucchese: “Siamo lieti come società di partecipare a un progetto che si propone di portare nelle scuole e trasmettere un messaggio di sport e aggregazione, visto che dopo i fatti di Catania (un agente di Polizia rimase ucciso negli scontri tra opposte tifoserie ndr) il gioco del calcio sta perdendo popolarità, specialmente fra i giovani. Si tratta di un’iniziativa importante, che speriamo trovi riscontro anche nella cittadinanza e nella provincia, Abbiamo deciso di proporre la cosa in un momento di tranquillità, anche dopo l’ultima vittoria della squadra, per portare anche la pace nella Società”.

Per La Nazione e NoiTv, partner dell’iniziativa, hanno parlato Remo Santini, capo servizio del quotidiano – “Mi associo ai ringraziamenti alla Società e la ringrazio per avere coinvolto nell’iniziativa anche il nostro giornale, che è da sempre attento alla realtà del mondo scolastico. Quindi, dopo il Campionato di Giornalismo che stiamo portando avanti negli istituti cittadini e che da quest’anno vedrà anche la partecipazione delle scuole medie inferiori del territorio, pubblicheremo anche i migliori lavori legati a questa iniziativa, dando così continuità alla linea de La Nazione” – e Marco Migli, direttore della televisione – “Abbiamo accolto la partnership con convinzione, per come avvicina i ragazzi sia allo sport che al mezzo di Internet: sul nostro portale (www.noitv.it) si potrà infatti votare i migliori lavori e sulla tv le nostre telecamere seguiranno l’iniziativa nelle scuole, per essere poi trasmessa nelle nostre trasmissioni di sport”.

Una lodevole iniziativa che a maggio avrà come corollario una mostra dei lavori e un campionato allo stadio fra tutti i partecipanti, ma che necessiterà anche di continuità per massimizzare la sua riuscita.

Intanto stamani in Prefettura la commissione ha approvato il progetto di messa a norma dei tornelli e presto, quindi, saranno applicate le norme di sicurezza per far tornare lo stadio Porta Elisa alla sua capienza massima.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com