Un girone di ferro per la Lucchese di Braglia

Un girone di ferro per la Lucchese di Braglia

LUCCA – Al via il 26 agosto il prossimo campionato di serie c1, con i rossoneri che si troveranno a fronteggiare molte formazioni dal nome blasonato e con la dichiarata ambizione di ottenere il salto di categoria.

Prenderà il via il 26 agosto alle ore 15:00 l’avventura della Lucchese di Braglia nel prossimo campionato di serie c1, che terminerà il 4 maggio 2008 dopo aver osservato quattro turni di riposo, uno il 30 dicembre, uno il quattro gennaio e due da definire. Previsto anche un turno infrasettimanale per giovedì primo novembre. Playoff e playout si svolgeranno il 18 e 25 maggio e l’uno e 8 giugno 2008.

La Coppa Italia inizierà domenica 19 agosto con la solita formula a gironi con due partite in tre giorni (si replicherà il 22) che si è dimostrata utile come preparazione al campionato ma non pare negli anni aver convogliato interesse verso la manifestazione; tra l’altro tra campionato e coppa, fino al 12 settembre, la squadra si troverà a scendere sistematicamente in campo ogni 3 giorni.

Non c’è ancora ufficialità sulla composizione dei gironi invece, ma non dovrebbero esserci sorprese come due anni fa sui criteri di divisione territoriale. Probabilmente dunque le avversarie della Lucchese saranno: Arezzo – Cittadella – Cremonese – Lecco – Legnano – Massese – Monza – Novara – Padova – Paganese – Pistoiese – Pro Patria – Pro Sesto – Sangiovannese – Sassuolo – Venezia – Verona, con la Paganese inserita nel girone nord per evitare il derby con la Salernitana per ragioni di ordine pubblico.

Chiaramente la minaccia ai sogni di gloria rossoneri viene dal veneto, col Verona che si presume sarà il grande favorito e il Padova che sta allestendo una formazione molto competitiva, così come il Venezia; anche il Monza partirà dichiaratamente con l’obiettivo serie B, mentre è da vedere quanti giocatori del gruppo retrocesso dalla B resteranno ad Arezzo: dovessero essere molti, gli amaranto sarebbero una corazzata per la categoria.

Sulla carta dunque, un girone di ferro viste ambizioni e blasone della compagini in gara, senza considerare le outsider neopromosse, dal quale novero probabilmente uscirà come sempre una squadra sorpresa in grado di inserirsi nella lotta al vertice.

Una situazione quindi che aumenta ancor più i rimpianti per non aver colto l’occasione di un campionato, quello di quest’anno, privo di grandi nomi e sicuramente alla portata della Lucchese, ma anche un quadro che renderebbe più gratificante un eventuale risultato positivo.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com