Maturità: quando la disattenzione diventa polemica

Maturità: quando la disattenzione diventa polemica

Mentre ieri mattina gli studenti si cimentavano nella seconda prova d’esame, specifica per ogni indirizzo, sono sorte polemiche riguardo a quella di ieri di italiano, comune a tutte le scuole. Il prossimo appuntamento è fissato per lunedì 25 giugno, con la terza prova redatta dalla commissione, che spazierà su diverse materie.

Renzo e Lucia

Curioso come a volte l’ignoranza generi polemica e renda incapaci di osservare più nel profondo.

E’ di queste ore la discussione, nell’ambito della prima prova dell’esame di maturità, riguardo ad un clamoroso errore presente nella traccia fornita nella tipologia “analisi del testo”. Entriamo nel dettaglio: Dante, Paradiso, Canto XI, versi 43-63 e 73-87. Secondo la forte critica mossa, nella parte che fa da introduzione ai quesiti, si affermerebbe che il brano proposto fa riferimento non solo a S. Francesco ma anche a S. Domenico, errore questo che porterebbe fuori strada il candidato. Così in realtà non è ed è la regola dell’attenzione e della scupolosità (capacità peraltro richieste a un maturando) a confermarlo. Il canto nella sua interezza propone un incipit con riflessioni sulla vanità della vita terrena e, a seguire, il racconto della vita di S. Francesco e S. Domenico da parte di S. Tommaso; i versi presi in considerazione nella traccia si concentrano unicamente sulla figura del santo di Assisi ed è sufficiente una lettura non troppo esperta per capirlo. Non dovremmo inoltre dimenticare la struttura della tipologia “analisi del testo”: vi è presentato il brano, corredato da note se necessario, poi c’è un commento del redattore della prova, la comprensione del testo (solitamente è richiesta la parafrasi), l’analisi del testo con domande aperte e infine un approfondimento, che consente di ampliare la tematica affrontata attraverso l’apporto anche di altre discipline. Ma soffermiamoci sul commento che segue il testo: la sua funzione principale è quella di rendere in condizione di svolgere la traccia anche chi magari conosce l’autore ma non il brano proposto nello specifico; è una panoramica di quello che è avvenuto prima e di ciò che avverrà in seguito. E’ quindi naturale che, nel caso preso in considerazione, si parli della corona di dodici “fulgori” e della figura di San Domenico, non presenti nei versi selezionati, ma utili per contestualizzare. La lettura attenta e la conoscenza delle dinamiche di questa prova tolgono ogni dubbio: allora perché queste aspre polemiche? Forse per giustificare una diffusa lacuna letteraria?

Curioso quindi che nessuno abbia notato un’ “inflazione manzoniana”… Nell’ambito artistico letterario di quest’anno “I luoghi dell’anima nella tradizione letteraria”, fra le varie fonti, è presente il passaggio comunemente definito “l’addio ai monti” tratto da I Promessi Sposi: Lucia, costretta a lasciare il luogo natio per fuggire alle angherie di don Rodrigo, contempla con dolore l’allontanarsi del paesaggio a lei conosciuto e caro. Luogo dell’anima. Se andiamo poi a sfogliare le prove dell’anno scorso, sempre nello stesso ambito, dal titolo “Il distacco nell’esperienza ricorrente dell’esistenza umana: senso di perdita e di straniamento, fruttuoso percorso di crescita personale”, troviamo… lo stesso passo! Lucia immortalata nel suo eterno fuggire! Sì, qui la citazione è più lunga (una riga in più…), ma potremmo dire che è la stessa. Distacco, esperienza ricorrente. Anche i brani lo sono, a quanto pare.

Senza fraintendimenti: di certi personaggi non ci stancheremmo mai ed il loro pensiero risulta essere così intenso e valido nel tempo da essere fonte di spunto per molteplici riflessioni. Questo caso segnalato risulta però essere indice di poca accortezza… la stessa accortezza di cui necessitiamo per leggere un passo di Dante.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com