Wikipedia: l’enciclopedia libera cambia licenza

Wikipedia: l’enciclopedia libera cambia licenza

L’enciclopedia libera Wikipedia cambia licenza, alla GFDL viene affiancata la CC-BY-SA, ovvero la Creative Commons Attribution-ShareAlike. La decisione è stata presa dagli utenti stessi di Wikipedia attraverso un sondaggio. La GFDL ha però il problema di essere nata come licenza strettamente legata al software, poco adatta e flessibile per testi di diversa natura, per esempio ciascun contenuto coperto da GNU Free Documentation License deve essere accompagnato da una copia della licenza stessa. Da questi “limiti” nasce l’esigenza di adottare licenze più flessibili: le Creative Commons, nate appositamente per contenuti culturali e creativi.

Creative Commons

Wikipedia, la famosa enciclopedia online, fin dalla sua creazione ha sempre adottato licenze libere, come la GFDL (GNU Free Documentation License). Licenze che si richiamano al concetto di copyleft.

La GFDL ha però il problema di essere nata come licenza strettamente legata al software, poco adatta e flessibile per testi di diversa natura, per esempio ciascun contenuto coperto da GNU Free Documentation License deve essere accompagnato da una copia della licenza stessa.

Da questi “limiti” nasce l’esigenza di adottare licenze più flessibili: le Creative Commons, nate appositamente per contenuti culturali e creativi.

A tal proposito Wikimedia Foundation verso la fine dello scorso aprile ha aperto un sondaggio, rivolto a tutti i contributori di wikipedia (tutti coloro che hanno pubblicato più di 25 voci). La decisione in pieno stile “wikipediano” è stata presacon il contributo della comunità, a maggioranza.

La soluzione proposta, quella di coprire i contenuti attuali con una doppia licenza (GFDL e CC-By-SA) mentre per i nuovi adottare solo la CC-By-SA, è stata accettata dal 75,8% dei 17462 votanti.

Il Cambio è reso possibile dall’introduzione, da parte della FSF (Free Software Foundation), di una sorta di eccezione nella licenza GFDL 1.3 che consente la migrazione dei contenuti verso la licenza GPL oppure verso la Creative Commons Atribution Share-Alike (CC-By-SA).

Per fare maggiore chiarezza la dicitura CC-By-SA significa: “attribuzione” e “condividi allo stesso modo”, permette quindi che altri copino, distribuiscano, mostrino ed eseguano copie dell’opera e dei lavori derivati da questa a patto che vengano mantenute le indicazioni di chi è l’autore dell’opera e permette che altri distribuiscano lavori derivati dall’opera, ma solo con una licenza identica a quella concessa con l’opera originale.

Questa modifica (alla GFDL) diventerà effettiva a partire da agosto 2009, quindi tra pochi mesi dovrebbero apparire i primi cambiamenti a wikipedia. L’enciclopedia libera in tal modo rimarrà libera e probabilmente lo sarà ancora di più con la maggiore flessibilità garantita dalle Creative Commons.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com